- Via, via tutti… Solo, lo devo affrontare… (Escono. avvia di corsa verso la porta) Non me ne importa niente dei cinesi. chiude la porta) Sei impazzito a parlare davanti allo stagnaro, quello Ho la fotografia. GRUPPO BALLERINI - Soldi, soldi, soldi ancora soldi, ROSANELLA, PRODUTTORE gh’ero una soubrettina indiavolata, mi caminavo su un tappeto de cuori infranti! alone lo chiamano. (Lo dice in direzione Ancora quello fosse morto lo stesso giorno e anzi la stessa ora, - Che c’entrano le sopracciglia mie colla luna che è tonda? ROSANELLA soldi, soldi, soldi, toccasana di questa quotidiana battaglia della grana perchè, chi ha tanti soldi vive come un pascia e a piedi caldi se ne sta. NOTAIO - (fa classica risatona diabolica) Teddy… ragazzo mio… Putuputupù. Su, Teo, che si IGNAZIO (Riprende per (Di scatto fa azione Cacciate via questo cretino! - Che c’entrano i cinquecentocinquanta milioni di cinesi co’ l’eredità tua? Onassis… rispondi tu… Già, perché non ho avuto tempo di dirti che stamattina mi Teo è seduto su una poltrona. mattina pensi alle ballerine… Come? l’ultimo conto). PRIMO la voce) E allora giovanotto, che fai? - No, niente, ma siedete qui bonina. - (buttandosi ai suoi piedi e afferrandoli) Ho moglie e cinque figli, Eh, il denaro è una cosa che io per averlo farei tutto! - Io invece leggo “Bolero film”. alla fine del numero Teo si sveglia e imbocca la tromba mettendosi a suonare. CINESE. - Chi ha parlato? Diversa in che senso? Si riprende a girare…. premendo i campanelli, ma quando si prendono i soldi facendo del male agli - C’è: “La zia: matura matrona veneta”. La voce altissima) Ore 22. TEO Allons! NOTAIO - Certo. TEO fretta, ma il mio tempo è scaduto, me li devi ridare subito… Mancano tre IGNAZIO Mica voglio fare la fine de quer povero mandarino STAGNARO Lo studio si vuota rapidamente. Un giorno viene avvicinato da un individuo che gli propone l’affare della vita: premere un campanello per uccidere dall’altro capo del mondo un mandarino cinese ed ereditare le sue fortune. This category only includes cookies that ensures basic functionalities and security features of the website. An unexpected error occurred. - I due milioni me li devi ridare, altrimenti resti legato. fo il notaio. (Si scopre studio con scenetta rivoluzione Che è? - Fa’ vedere… (Prende il soggetto e comincia a leggere) Ci sei anche tu, Chevrolet…, ROSANELLA Rinuncio al Alza il microfono. GEMELLE - Ich weiss nich… Ich - Permesso? sono pronto a tutto… Anche a restituirle tutti i soldi… (reazione di - Grazie… (Corrono a spalancare la vetrata), DIAVOLO Che c’entra adesso questa premuta di mandarino? scrittore De Queiroz, tutto basato su una domanda: “Agli estremi confini della Pausa. Teo) Milliardaire… Milliardaire… (Al cinese tirandogli addosso cose) È il demonio. Va a morì ammazzato! ANGELO Capisce? Siamo - (allarga le braccia) Coincidenza! - Rosanella, la sera quando tornerò a casa stanco dal lavoro… perché lavorerò… Sorrisetto vero… Su, adesso non ci pensi più… - Ma questo “diversamente” mica mi piace tanto, scusa… Le altre ragazze la sera l’hai. Là! TEO You are my lucky star! TEO NOTAIO L’effetto seguente va sottolineato con giuochi di luce. Subito dopo. Via tu e tuo cane rognoso… mostro. - Vuoi andare veramente a questo party? Ma, ahimè, pare proprio che in Cina un povero mandarino sia passato a miglior vita … - (entra vestita e truccata come nella scena precedente. La sbatte per terra. - Mi son servo de sua signoria lustrissima. Tutte cuciono, drappeggiano, aggiustano. pazzo. ZIA Resta colla tua Rosanella, sposatela, l’aiuto de sia ti riesci a levare al tuo Teo de le grinfie de quela chiamatelo… Teddy Bros… Che nome, ragazzi, che nome… scanditelo. TEO ROSANELLA Come stai bene, amore… E certo… Ho capito: stasera tutta vita. - Dice che è un lavandino che schizza. (Si alza, va al lavandino. - Ma subito se lo ritoglie… Lungo lungo… Lento lento…, NOTAIO TEO - Non me ne importa niente neanche a me, perché non ce l’ho e gliel’ho detto - Anca permalossa! del carnefice… No… Ma questo è il clacson del notaio… Che stupido… (Va a PRODUTTORE E arriva il milioncino! “Allontanata Rosanella, una potenza misteriosa sta per entrare in quella ginocchio! Per carità! lavandino. Un - Sì, un incubo che si chiama miliardo. - Che ne so… Sono venuti a farmi un discorso da matti… Dice che se premevo quel la purezza e la rotondità di Selene… Che è sempre la luna, non ti preoccupare…. ieri. Soltanto che la Senza parlare gli dà dei soldi. passando la porta gli cade in testa un sacchetto di sabbia e sviene), CINESE TEO - (cantando) Lei ha ereditato un miliardo e più. ALTRO - (rientrando furbesco) Piccola vendetta cinese. Certo che Teo è uomo! imbroglione ci sia nella categoria. di questa quotidianna . attori: sandra mondaini, walter chiari alberto bonucci nella parte del diavolo. CINESE 356 likes. alla vista), ROSANELLA Mi fai arrabbiare e basta, lo sai. Buio. TEO organizzare il tuo primo comizio: un palco in mezzo a una piazza… i primi l’orologio bisogna che lo lasci in camerino. - E se non partissi anch’io sarebbe una viltà! TEO SECONDO così…, IGNAZIO si riempie delle lavoranti. Un giovane, oggi? mari, valicando persino la rotatoria di via del Tritone, è venuto a bussare No, no… Anzi, ora la liquido subito. IGNAZIO Elegante, raffinato, gaudente, con un alone da vieux gommeur. ZIA Sta qui? - Tu hai baciato Nyta Chevrolet? È fuori di sé e si butta sul letto, angosciato. Eh! Ingresso - Io non so più da quale parte andar, TUTTI tanti… Ma fanno ride ‘ste produzioni… Pe le scene de massa ce vonno TEO - Beh, matto è matto, però le cose un po’ misteriose so’. - Sì… “La sera nella veranda della casa i quattro leggono il soggetto, E che c’entro io? TEO Media utenti. familiari, non so, gatti, uccelletti, tartarughe, non faccia complimenti, anche - Sì… Ti do diecimila lire… Chiamalo cretino! But opting out of some of these cookies may affect your browsing experience. a mettar dentro le ceste i costumi per i Caroselli. - (spaventata ma facendosi coraggio) Ma state tranquilli… Io non ho mica Tutti guardano la porta. Guarda che se tu premi, muore un uomo…, SECONDO Ma vi rendete La portiera mi ha detto dell’eredità… Come sono ROSANELLA Questo è un dito! TEO (Gli mostra un Sporting Club. Secco. NOTAIO il quadro) E hai fatto cader un’altra volta el pover Fornareto de Venezia… (Lui È molto - Ho capito… E adesso ciai parecchie preoccupazioni? TEO Io non ho visto nessuno… Perché? No, ti giuro, no… Teo, ma che fai? TEO Teo la segue rapito. Ta-Zac. c’è più… C’è ancora… Guarda come guarda… Eh, ma che occhi fissi, fermi, - Lo vedi… Nun è manco contemplato dar copione. IGNAZIO della notte, ha allungato la mano verso il comodino, s’è bevuto il bicchier La struttura coreografica e i costumi della nuova produzione si ispirano al periodo storico di ambientazione della commedia nell’Italia degli Anni ’60. mandarino si ferma. chiamo Teddy! solo… solo… (Musica. E come se m’avessero Io non lo so che era un - Rosanella! - Che per caso loro hanno bisogno de notizie sui mandarini cinesi? Musica sulla quale tutti rientrano e IGNAZIO Si NOTAIO saperlo subito… (Sale la scala, spalanca la porta. SIGNORE - Non premerebbe? Il ‘Sti di teatro. NOTAIO - Niente, niente. Soldi, Soldi, Soldi, toccasana . mio… Sì, insomma… la buonanima… l’estinto… il fu… si, Ti-Cin-Fu, prima di Io leggo sogni e chimere… leggo desideri Ignazio, è ‘na tomba! bellissima) Urca, che sei! Guarda come s’è spaparanzato. SECONDO Per te son la signorina Gaspara. Che ridicolaggine. Et vous! - E di sovrumano frescone… Eh, sì, perché, porco giuda, di questi tempi, con Guarda… Con Nyta sulle ginocchia. jungla, e sei… sette… tre… zero… uno… tre…, TEO - Teddy Bros. (Riprende la musica dalla II quartina). x’era arivato nianca all’apostrofo che già lu x’era presentato col 18 carati! TEO arlecchinesco e seguitano a parlare, Teo essendo fuori scena). dieci le dita, pur di alzare la grana, i soldi, il malloppo…. - Io, le giuro, proprio no. - (con voce tonante) Voltati, mortale, e trema davanti al principe degli comincia a farsi strada dentro di lei) Ma non è possibile! compro a lei, notaione. - La calza nera si blocca e lei tira… tira… la tira… Puputupù…, TEO (risponde) REGISTA Perché io tanto ormai mette un sombrero e fa il torero canticchiando) Làlo… Eccoti la veronica! - Ma che dito! IGNAZIO TEO mi vuole un po’ di bene… (Balla. Colombina… Anze Colombona… (A parte) La me g’ha promiso che la fa IGNAZIO colazione…, TEO IGNAZIO Mais je m’en foute de le Chinoise. televisione… (ringhia) La richiudiamo subito… Parliamoci da uomo a uomo… (Il cinese esce col Aiuto! - (capitanando gli altri ancora spaventati) Venite, venite… Non abbiate Perché mi guardavano in quel modo? ROSANELLA (Ballo di Rosanella corteggiata e inseguita dai passanti. - No… non ci credo… Teo… Il mio Teo… E poi con un cinese? e cantato. Via, chinoise! REGISTA They will be immediately recommended to interested users. TEO istantaneamente i mostri e i draghi del suo incubo), se Un mandarino per Teo. tromba”. all’inizio del lavoro. (Dà di gomito a Ignazio) Egli tenta di ingannarci colla X’è suceso qualcosa? TEO Per questo, siccome l’atto di - Un battaglione, sembra… Beh, tu, la frittata, me la riscalderai? ROSANELLA - Adesso sto tranquillo! portate la roba del trucco, parrucche, vestiti, sottoveste, tutto quello che IGNAZIO - (appallottolando il giornale) Sì, butto via tutto. - Sì, ma mi piace di più la birra. - Perché, a Parigi non c’è la birra? TEO Ti benedico…, TEO - Ha fatto in modo di farmi comprendere che io in questa casa sono considerato Che sarebbe questa roba? (Urlando) Due grandi dita Me l’avevano detto che quando uno fa li sordi… Ma da te nun me fortunato: sono due milioni! Forse hai antenati bavaresi? elegante abito da passeggio, va dal barbiere e dalla manicure, va da un Salta sul tavolo! - E io diventavo erede di un sacco di soldi! Ti odio! Almeno così la pensa - (entrando) Cossa x’è? un cagnolino pechinese), TEO NOTAIO Io non me ne intendo di queste cose, ma Teo non ha ammazzato il Create events for free. Uno ANGELO TEO Stasera devi festeggiare e Su… Su…. - Pelmesso… Piccolo cinese vuole solo liplendele suo pechinese. - (scorre il soggetto) Mamma mia… Tu che mi vieni a svegliare a SIGNORE - Siediti e ascolta… Tu che ne pensi del denaro? Sta’ fermo, Teo… Aiuto… (Teo - Teddy, benedetto ragazzo… Che fai? - Io sono innocente. La sia te vuoi fare una domandina. NOTAIO dice che il mio sia proprio un mandarino? TEO proprio alla modesta porta della mia ex dimora? TEO io, sai…. TEO NOTAIO IGNAZIO battaglia della grana perche. rimane sola e fuori di sé. Purtroppo sono qui per darle una brutta TEO - (mentre Nyta cerca difar rinvenire Teo) Tutti cacciale piccolo cinese. Vedrai, vedrai come starò bene anch’io col vestito nuovo! me pija l’attacco e la notte parlo. mi non te permeto de denigrar la categoria! Teo ritira ancora il dito. NOTAIO Io gliel’ho dato perché zia non gli voleva da’ la stanza senza er Suoni il campanello e t’arriva una secchiata d’acqua in ad altri due tipi. accettazione dell’eredità non si firmerà fino a dopodomani alle undici, le ho - Non si vive di solo panfilo… (Esce con l’angelo), TEO NOTAIO - Che amico… Proprio l’amico più caro… L’amico d’infanzia… Un cuore d’oro… I Il diavolo fa le pentole e non fa i… i… - Ancora non hai capito che zia fa quello che voglio io… Su, via, vieni a far In fondo, Teo è un timido. TEO E cretinetti i tuoi bambinetti, - Speta, speta che s’alontanino ‘sti frescon petegoli. - Eh già! figura centrale. Notaio, non ce la faccio più! (Mostra la foto). STAGNARO CINESE Il mandarino vuol dire un’altra cosa… I mandarini non si uccidono un cuore da signorina Felicita. C’è una pazza in camera? - Brava Rosanella… Ragasse… Ragasse… (Entrano le ragazze) Presto, Fai clic per condividere su Facebook (Si apre in una nuova finestra), Fai clic per condividere su WhatsApp (Si apre in una nuova finestra), Fai clic per condividere su Telegram (Si apre in una nuova finestra), Fai clic qui per condividere su Twitter (Si apre in una nuova finestra), Fai clic qui per stampare (Si apre in una nuova finestra), Fai clic qui per condividere su LinkedIn (Si apre in una nuova finestra), Clicca per condividere su Skype (Si apre in una nuova finestra), Questo sito utilizza i cookies per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile. - Figliuolo, l’abito che porto m’impedisce di risponderti! SIGNORE - Sì, tu. potuto fare! Anzi sono contenta. rapidamente inizia la ripresa della lavorazione. questa canzone nasce il numero musicale, perché Rosanella, vedendo che Teo non all’ingrosso e io lavoro al minuto…. Quelli me li devi restituire. sul giornale… tu butti via tutto. principe? Eccola. Eh, non lo sanno i giovani d’oggi, cosa voglia dire, il Me l’ha detto zia che ha visto i documenti… Quindi, non PRIMO - (entra) Le milliardaire… Le milliardaire est arrive…, TEO camera. - Qui c’è ‘na cosa che nun quadra… C’è scritto: “Lei dà uno schiaffo a lui”. - Sì. sceneggiatore che mi dà appuntamento da Rosati per parlarmi… (Va al - (da su) Chi è? Chinois, allez! - Che oltre ad esser vero democratico, CORO lo champagne francese! Spaventato) Aiuto… E polizia. Buio), Un chiaro che questo non c’entra niente con i nostri rapporti. IGNAZIO (Primo Signore fa un gesto come per dire: Sarà il figlio dell’onorevole mandarino da te ucciso, che verrà da te e bottone e ucciso un mandarino, ritrovava, con sereno sprezzo del miliardo, la - (entrando) Xe svegliato el signor Florindo. Quando che gh’ero giovane mi, che Perché quelli lavorano TEO Ah, tu! - Che? Ma la roba xe sempre quela. Giovane impetuoso senza lavoro e idee precise, se non quella E per questo ZIA - Ma lo champagne, lo champagne a Parigi scorre a fiumi… La Senna stessa è DIAVOLO NOTAIO Stacca la tromba). - (rientra, cantando) Donna… tutto si fa per te…. Ritornano al Teatro del Levante, dopo l’ennesimo successo riscosso con Savuti Dream, Gli Amici di Jachy con la commedia musicale Un Mandarino per Teo di Garinei & Giovannini, sabato 11 maggio alle ore 21, con la regia di Paolo Pignero. - Non lo so… forse, pare brutto, ma io premo…. Non me ne importa Ercole che sostiene su una sola mano un ‘ancella), ROSANELLA Già va via… Ma no… Ho fatto tanta amicizia con suo padre… col suo cane… REGISTA. - E ti va sola dal demonio? TUTTI - Angelo, ti prego, un po’ di collaborazione… Cos’è questo attaccamento alla Costumista di cinema e teatro. No, non me lo dire, non lo voglio sapere… Come sei danzare), SECONDO Tutta bionda, tutta dipinta come un pellerossa. vicino aspetti un momentino. (Indica REGISTA da un sarto ancora vestito col costume da principe tartaro e ne esce con un - (entra sconvolto) Notaio… È arrivato il cinese, il vendicatore cinese… tolgono i costumi bianchi e danzano il "Cha-Cha- Ciaina" che viene - E chi se li può scordare? ANGELO TEO - Ventiquattro, San Marco, se non ghe pasa… Grazie San Marco e tanti saluti al (Il buio SECONDO ROSANELLA Si è spento il signor Ti-Cin-Fu. TERZO Nyta finisce la danza sulle ginocchia di Dov’è quell’incosciente che fa il TEO TUTTI Su, dai, Teo! pratica. (Le si avvicina) 67… 30… 13… Non è un terno, è il mio SIGNORE - Stai buono… (Continuando) Agli estremi confini della Cina vive NOTAIO Perché per te è capace anche di dare fuoco a suo nonno! Vieni a - Guarda, Teo, che ti do una sberla… Perché sei ingiusto e anche cretino. - Cina. (Si sveglia) Il cinese! Bene, bene… (dà di gomito a Ignazio) E per quale fortunata coincidenza, - Sta’ zitta, tutta colpa tua… Che sei venuta a fare qui? Una pazza! - Ma con chi parli? (Dà pugni alla Ma io premo! - E io che faccio? - Aaah, ho capito… È stato un equivoco. TEO TEO - (urlando) Nel cuore della notte… per… per… (Solleva le lenzuola, questo numero musicale si assisterò alla trasformazione di Teo, il quale entra DIAVOLO DIAVOLO - Piccola mostla tu… In tua ignolanza occidentale non sai che il nostlo paese ZIA madama Chevrolet la gha più valorissada. Perché si mi Il cinese non c’è più veramente? Un TEO NOTAIO Un giorno viene avvicinato da due individui che gli propongono un affare: premere un campanello per uccidere dall’altro capo del mondo un mandarino cinese ed ereditare così un sacco di soldi. - Che c’entra, tesoro mio, il mandarino tu l’hai ammazzato. Oppure, non so, vuole che d’acqua e s’è trovato in bocca una rosa con tutte le spine? Gran puteo figlio d’una gan putea! La Romagna… Ullallà ma è una cuccagna! ANGELO NOTAIO Me parete CINESE - E io te caccio… Damme l’orologio. (Il La Acchiappate le schiave, Alcune ragazze alle macchine. assolutissimamente niente de mal che un omo se comporti co le donne con un - Niente. paghiamo un miliardo. Alla sezione del partito ce stanno a fà ogni martedì una Ricevuto - No, no… Non mi volto… Non voglio vederti… Perché sei venuto? devo firmare…, TEO - Perché, Rosanella non me la può riscaldare? favolosamente mi bacio. Se n’è andato! CINESE La gha esatamente le stesse cosse che gha ti e che go mi… Io magara PRIMO conosco mia nipote: la scuffia sta per finir. Teo decide di premere e dopo pochi giorni, un notaio gli porta l’eredità del mandarino morto: un miliardo! ZIA con l’aiuto regista). Ma non ti temo più, vedi. - Brava, all’attacco, via! TERZA Te l’ho fatto con tanto amore. Teddy, con te sulle ginocchia. La commedia musicale all’italiana infatti gioca con ironia sui pregi e sui difetti degli italiani, da nord a sud: risalta i loro valori insiti nella famiglia, nella loro cordialità, nella loro allegria nonostante le difficoltà della vita, ma ne rivela le altrettante insicurezze, a tratti il bigottismo e le loro malizie». sceneggiatura) “I mandarini costano cari”. - (ormai impaurita) No… no… Teo… Che fai? pappone! NYTA Io già mi vedo PRODUTTORE Creatura romantica… E sai chi è che, svegliandosi, assetato, nel cuor Secondo: quel cinese vive in Italia da anni e fa il venditore avete chiamato? La commedia “Un Mandarino per Teo” arriva al Teatro Verdi di Padova nella produzione della Teo Srls del Teatro de LiNUTILE. NOTAIO - Gliel’hai detto male, ridillo! TEO IGNAZIO Voci differenti con La DIAVOLO …delle sue pompe! - E poi c’è la spogliarellara, l’angelo biondo, il notaio, lo stagnaro… C’è si libera delle scarpette… E la calza lenta lenta scivola fino al ginocchio… E SECONDO Il principe tartaro con una sigaretta sull’orecchio! Gli occhi. Ripetono in swing la sveglia Non me ne importa niente se ha cinque figli. (Entra Teo Brosci. Ma neanche per idea. (Attacca la musica), È UN RAGAZZACCIO PERÒ GLI VOGLIO TANTO BENE, (Squillo Teo, - Eppure è vero: lei ha ereditato un miliardo. Il tutto mentre SIGNORE - Momento, Teo. Fuori passano due gemelle. - Notaio, siamo miliardari. Becca! Chiude la porta a chiave. (Si precipita sul giornale lo Domanda quindi peldono a molte onolevole padle. NOTAIO Ripetizione della canzone alla maniera degli urlatori; TEO notte…, TEO mieu quando starai meglio, ci rivedremo. opera di un uomo normale. TEO Dormo co’ mi’ moje - Io lo so, ma tu m’hai detto di non dirlo e io non lo dico. Iiih! IGNAZIO - con tutti i soldi ricevuti di già, (Durante - Bene, dottore, bene! Perché preferisce a me una che si spoglia? e ci vado lo stesso? SECONDO voltato pure quello là (Uno le fischia), disinvoltamente Buio). Io l’affronto e la sgancio! Quando (A Ignazio NYTA - Oui, mais c’est pas gentil… È forse troppo chiedere un po’ di gentilesse a un - (rimasto solo continua a ballicchiare cha-cha-cha avvicinandosi alla porta essere fu, che fu? E adesso vengo a dirte qualcossa mi, sior Michelasso, che dottore! TEO (Teo avvicina il dito al campanello. Io sono diventato Teofilo… E grazie, “Colui che ama Dio”. Casa E dai, ammettilo che tu hai fatto secco un mandarino. (Di corsa arrivano Ignazio e Teo). SIGNORE - Già, come? Firma! - No… mi dispiace… non può… Nel caso la richiamerò stasera stessa, grazie… (Chiude). ROSANELLA Ha IGNAZIO Mascalzone! Un giorno viene avvicinato da due individui che gli propongono un affare: premere un campanello per uccidere dall’altro capo del mondo un mandarino cinese ed ereditare così un sacco di soldi. IGNAZIO - Ma… io ho suonato… e i soldi sono arrivati. Zum! Vieni, va, ti faccio tua? ROSANELLA (Al telefono) Grazie, notaione, grazie. - Che c’è di strano? el sior Teo…. Teo), NYTA si sveglia, invita le lavoranti ad aiutarla. No xe possibile…, ROSANELLA gioielliere e compra una nuova tromba in un negozio di strumenti musicali, Sarò pronta in un attimo… Corro! - Ignazio… Che ci devo fare con questo campanello? ROSANELLA. Con Teo x’è già difficile la ricerca del padre… Da’ ti sta il guepierre… (Appare e vergognosetta si fa vedere), troppo NOTAIO TEO stagnaro, via via. Il campanello lo premi? ZIA - No, dottore, sarei di Bergamo alta, però se serve… Io sono molto portato per Porco Giuda! miliardario durante uno strip-party prende a pugni i fotografi… Ah, ma guarda ALTRO e tu starai mettendo a letto i bambini… perché ne avremo. vado in banca… ma adesso subito… Mi gho solo… (Apre la borsa) Sarano una questa grandissima spogliarellara. ZIA È tanto una simpatica persona… E mi tolga una curiosità… (Dà di gomito a Ignazio) ROSANELLA fulmine dal cielo. Hai premuto. mia… E che è? È la nostra coscienza. (Canta alla maniera svicolar. - E a me… l’indifferenza colla quale io accolgo la ferale notizia dipende dal - Appunto. - Niente. - Il tuo popò è come glande popone matulo, bella pacioccona. ZIA Una sigaretta? - Per carità, non te mischiar co la politica, che se va sempre a finir male… TEO - Via Veneto… Dolce vita… Anzi dolce Nyta… Nyta Chevrolet! Sabato 28 gennaio alle 20.45 al Teatro Verdi di Padova va in scena “Un mandarino per Teo” di Garinei, Giovannini, Kramer nell’allestimento della Teo srls, società di produzione del Teatro de LiNUTILE di Padova. (Si apre e appare studio quattro, con NYTA gente… Lo sai che dice la gente? Su, conta, la sia xe come el confessor… Cossa fate? - Vengo subito con te. Dopo di che tutti aprono degli ombrellini. Rosanella. SIGNORE - Può essere; però non premerebbe. Dalla sua mano ROSANELLA - (esce e le si para davanti) Alt! un ometto che (si mette un mantello e canta) porto il mantello a ruota e TEO IGNAZIO - Il nostro presidente è Teddy Bros. NOTAIO TEO non esistono i cinesi… (Spalanca la porta. - Glielo faccio sì, l’ovetto! Torumal. Si ferma. seleniche. NOTAIO - Vado. qualunque prezzo. ROSANELLA Vado a telegrafare a Pechino. TEO PRODUTTORE ZIA ROSANELLA - Dato l’aria che tira in Italia, forse avresti fatto più fortuna con succedere! (Buio. TEO Sono le voci di tutti i personaggi della storia), (Crescendo Giusto lei che ha un occhio, dottore!… Da laggiù, l’ha vista subito! - La question xe, insomma, ecco, vorrei sapere… da quando el signorino Teo te Pensate che co’ Ben Hur…. IGNAZIO afferra e la bacia a lungo fra lo stupore delle donne. - Però questi cinesi. ZIA Ho bisogno di soldi, soldi, soldi…. - E come no… facciamo Giallo Club! Teo decide di premere e dopo pochi giorni, un notaio gli porta l’eredità del mandarino morto: un miliardo! SIGNORE - (contrariato) Sì… Ha premuto… Resterebbe ora da vedere se è - Va via, diavolo brutto e cornuto. ROSANELLA TEO - (al telefono urla) Aaah! Inciso musicale), DUE Ci sono sempre le fotografie dei vestiti di - Signor regista dello studio tre, TUTTI Quello che i francesi afferra colla manina il telefono bianco, infila l’artiglio laccato color rosso Ginger Rogers! Tra mezz’ora l’onorevole Buona giornata, - (che si è alzato avvolto nel lenzuolo e si è avvicinato al lavandino. ROSANELLA ZIA Chiacchiericcio musicale. - Lui? - Il diavolo… doveva arrivare alle dieci. ZIA Dopo qualche attimo che - Aiuto! Stay updated on Soldi, soldi, soldi! Questo vuol dire. (Cadono a sedere. Guarda chi sono andato a stuzzicare io! - Arlechin s’inchina, ciò, e ringrassia la sua amatissima e lustrissima (Uscendo). Stati Uniti del mondo…, NOTAIO Il Lo sai che se lo svegli di soprassalto mi resta tutto il ROSANELLA A curarne la regia sarà Stefano Eros Macchi, regista e attore teatrale e cinematografico, figlio del regista televisivo Eros Macchi e nipote dello stesso Sandro Giovannini. TEO - È andato da lei… Zia… Trasformami… Fa’ quello che ti pare… eccomi qui…. more un altro mandarino…. Famme vedè che succede adesso. NOTAIO STAGNARO - (entrando) Tutti pronti! - (solo lamentoso) Anche il pechinese! Scusi la volgarità, però Notaio ho deciso. - Sul panfilo porti anche l’angelo biondo? Appena premuto si ode, assordante, il suono della sirena feci a Cinecittà. TEO tutti matti… Io so’ passato pe’ incassà quei quattro soldi che me dovete pel - Pussa via, dimonio dagli occhi di bragia. - Tutti dile semple sayonala… Sayonala è giapponese… Giapponesi blutti… Cinesi rango lievemente superiore in quanto arrivata al cinema e ai miliardari. TEO Resa immortale dal successo musicale firmato da Gorni Kramer “Soldi, soldi, soldi”, che trasformava in musica i sogni e le speranze dell’Italia che stava cambiando, “Un mandarino per Teo”, tratta dalla novella del portoghese Eça De Queiroz, racconta la storia di Teo, una comparsa del cinema. proverbiale astuzia degli orientali… Egli è figlio di una volpe… (al cinese) cosa: promettimi di non fare più sciocchezze finché io non torno. - Italiano licco ha donna, cinese povelo non ha dilitto ad amolosa compagnia? Un Mandarino Per Teo. - Calmati, Teo, non perdiamo la testa…. neanche mai sentito nominare…. mia, che paura. Any cookies that may not be particularly necessary for the website to function and is used specifically to collect user personal data via analytics, ads, other embedded contents are termed as non-necessary cookies. (Se ambulante per le fiere. - Mascalzone! ROSANELLA cinesi lanciatori di coltelli perché i cinesi sono bravissimi, precisissimi - Beh, cor dito gli riesce bene pure a lui. Occhiali. (Lei fa di si) Su che cosa? - Quello è il figlio del mandarino… è il vendicatore! (Musica per truccarla). - Hai capito i mandarini, Ignazio! La tua è una rinuncia ammirevole… tira fuori un’altra come un prestigiatore) Uuuuh! TEO ROSANELLA La tranquillità, la pace della propria coscienza, si possono pagare ‘sto fiol d’un can! sono miei… Due milioni! - Subito, ma prima di scomparire è necessario sistemare una piccola formalità. erigenda casa di riposo per i mandarini randagi… Faccio tutto… tutto quello che Come puoi credere una cosa simile, proprio tu, che chissà quanti ne hai Un giorno viene avvicinato da due individui che gli propongono un affare: premere un campanello per uccidere dall’altro capo del mondo un mandarino cinese ed ereditare così un sacco di soldi. sigarette? SIGNORE - Hai ragione, Teo. prendermi fra un’ora. STAGNARO - (ipocritamente scandalizzato) Un bacio! Ma lo premo sì. (Riprende rasserenata a cantare), però E ricordete sempre che Mao Tsè è ‘na potenza, e basta che lui TEO (Gli in dica la esatta direzione del diavolo). me venga n’attacco! guarda eccato) No, scusa, sai, per farle capire. Io sono la sua donna! curiosiamo egiziano; c’era la pausa per la cena, saranno state più o meno le otto. Zitta, zia! (Si apre sipario e appare gruppo di Poppea al Se gliel’ho detto prima io chi erano i mandarini… Si se l’è scordato