Dal 2016 collabora con un Istituto di Scuola Secondaria, come Consulente di Moda. A un’ora dall’inizio dell’Eurogruppo, il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, in audizione davanti alle Commissioni congiunte di Camera e Senato, mette nero su bianco quale sarà la posizione dell’Italia sulla riforma del Fondo Salva Stati: il no di un anno fa ora si è trasformato in sì. Il tema del revenge porn continua a tenere banco a Torino e dintorni dove qualche settimana fa il caso della maestra d’asilo licenziata dopo la … Domenica 29 novembre, il Primo Ministro d’Etiopia e Premio Nobel per la Pace Abiy Ahmed Ali ha annunciato l’ingresso dell’esercito centrale a Makallè, capitale dello Stato settentrionale del Tigray, regione ribelle al confine con l’Eritrea. Il primo partner europeo che Obama descrive è l’allora premier britannico Gordon Brown. Ma dopo la crescita di luglio e agosto e la stabilità di settembre, in un momento di incertezza in cui già si intravedeva la possibilità di nuove misure di contenimento, si registra il primo lieve effetto negativo della seconda ondata del virus sul mercato del lavoro, con 13mila occupati in meno in un mese. Non bastava l’analfabeta democratico Luigi Di Maio che, bontà sua, ieri ha annunciato che ci permetterà di spostarci tra i piccoli comuni. «Io forse non mi esprimo bene», risponde quando l’intervistatrice gli fa notare la mancanza di nesso tra rubare e venire sputtanate dal proprio ex. Non meraviglia dunque che sia passato pressoché in sordina un anniversario significativo: vale a dire, i 70 anni dalla morte dell’autore di quel mattone bleu marine su cui, autentica croce e delizia, si sono formate agli studi classici intere generazioni. In Europa ci sono almeno 30 milioni di persone alla ricerca di una identità. Il surreale autocompiacimento di Conte mentre continua a non azzeccarne una. Queste conclusioni provengono da un’indagine dell’Ocse sull’alfabetizzazione finanziaria degli adulti nei paesi del G20 e mostrano un paese impreparato ad affrontare un periodo difficile come quello che si preannuncia: capire poco i meccanismi dell’economia non è soltanto un problema per la qualità del dibattito pubblico, ma anche per la vita privata dei cittadini, più esposti a difficoltà finanziarie. Gli autori che hanno partecipato al primo numero con un racconto originale scritto appositamente per K sono: Camilla Baresani, Jonathan Bazzi, Carolina Capria, Teresa Ciabatti, Benedetta Cibrario, Francesca d’Aloja, Mario Desiati, Annalisa De Simone, Viola Di Grado, Mario Fillioley, Dacia Maraini, Letizia Muratori, Valeria Parrella, Romana Petri, Lidia Ravera, Luca Ricci, Marco Rossari, Yari Selvetella, Elvira Seminara. Chi desidera lavorare nelle scuole private può spedire direttamente loro il proprio curriculum. La crisi del commercio non è colpa di Amazon, ma del declino che colpisce l’Italia da troppo tempo. E più della metà non conosce l’effetto dell’inflazione su una somma di denaro. Le crisi poi possono certamente accelerare alcune tendenze già in atto, o portare a inversioni a U, ma spesso vengono influenzate dai movimenti sotterranei, poco visibili nel breve periodo, intervenuti negli anni precedenti. Miracolo – si fa per dire – dell’attualità, oggi mi sento come quel vecchio signore nato nel 1903. Se avesse continuato a scegliersi così male i fidanzati? La inoltrano. Il moralismo americano sulle transizioni di genere è una parodia involontaria. L’arrivo di AirBnb a Wall Street, in una delle quotazioni più attese dell’anno (o meglio, degli ultimi cinque anni), è stato un successo. Il leader laburista è presentato come un uomo ponderato e responsabile, privo però delle brillanti doti politiche del suo predecessore Tony Blair. Come si premurano di scrivere nelle prime pagine, «il futuro sarà del tutto diverso rispetto al passato». La Cina sta per dominare il mercato dell’arte mondiale. Il primo paragone che ci viene, con tutta l’ingenuità del caso, è con quelle confraternite di archeologi che nell’Ottocento partivano alla volta di mete esotiche – l’Egitto? Condividi. Intitolò quindi il film “Eva contro Eva”, e da lì andò tutto a puttane. Ricordo ancora la tovaglia di carta della trattoria su cui un autorevole consigliere-ideologo del Partito democratico, all’inizio della lunghissima crisi della maggioranza berlusconiana destinata a sfociare un anno dopo nel governo Monti, tracciava risultati e configurazioni parlamentari frutto di ipotetiche elezioni anticipate, incalzandomi: «A Fini, per esempio, quanto daresti?». Mi capita, per esempio, leggendo la notizia di questa maestra d’asilo che ha girato un breve clip erotico per il fidanzato e questo l’ha diffuso nel suo gruppo di amici, fino a che qualcuno non ha riconosciuto insegnante della figlia e non ha denunciato la cosa alla Preside. La strategia di Erdoğan per evitare le sanzioni del Consiglio europeo. La città di Ambrogio celebra se stessa: il sindaco consegna le Benemerenze civiche ai cittadini illustri e la Scala festeggia una buona parte delle Muse con la Prima. Cosa sono gli Afropei e perché parlarne risolverebbe il razzismo in Europa. L’esecuzione di Suleimani è stata decisa da Donald Trump, quella di Fakhrizadeh invece è universalmente attribuita a un’iniziativa del Mossad. Il Marocco riconosce Israele e rende l’Accordo di Abramo davvero decisivo per il futuro della regione. Un’annata così è rimasta indimenticabile nella storia della musica e non mi riferisco al 2020, in cui comunque sono usciti ottimi dischi, tra le poche cose che alfine ricorderemo con un certo piacere. Informazione sui datori di lavoro. Una metafora non lucidissima, diciamo, e qui bisognerebbe interrogarsi sulla tempesta perfetta che un caso del genere rappresenta per i social. Ben oltre le aspettative. La inoltrano. Quanto guadagna una maestra d’asilo oggi? Che aveva portato lo scompiglio nella squadra di calcetto dei papà, rovinando gli equilibri familiari dei bambini e arrecando loro un danno biologico? Ditemi, vi prego, come hanno fatto a licenziarla, invece di perdere tempo a lapidare quello che ne ha chiesto il licenziamento (non si capaciterà neanche lui di averlo ottenuto). La debolezza strutturale italiana si vede tutta nel crollo delle competenze. E siamo prontissimi a lapidare l’impresentabile derelitto che fa la morale ai video privati della maestra. Lui li diffonde in un gruppo su Whatsapp composto da amici. L’accusa principale è quella di pratiche anti-concorrenziali. L’obiettivo è quello di limitare l’aumento della temperatura globale a meno di due gradi rispetto ai livelli preindustriali entro la fine la fine del secolo. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta. I Cinquestelle sono l’equivalente del partito di Fini, ma il Pd non lo ha ancora capito. Che razza di giusta causa è? È la prima volta da quando c’è il governo giallorosso che Giuseppe Conte si deve fermare. L’ufficio come una seconda casa (talvolta anche la prima), ha ancora un futuro? L'educatrice/ educatore di asilo nido si prende cura di bambini molto piccoli, dai neonati fino ai bimbi di 3 anni , per a dare al bambino sicurezza e conforto e favorirne la spinta evolutiva. Io della storia della maestra d’asilo licenziata per aver mandato un video porno al fidanzato non ho capito niente. Quello della maestra d’asilo è un lavoro che richiede creatività, voglia di mettersi in gioco, capacità di immedesimarsi nei bisogni di un bambino, fermezza in pochi casi e dolcezza in molti altri. Non bastava l’incapacità di preparare un piano di recovery per l’Italia. La laurea in scienze dell’educazione primaria dura cinque anni ed è a numero chiuso, con un test di ingresso su nozi… Non a caso a inizio 2020, prima dell’arrivo del coronavirus, le vendite retail erano ancora a un livello ben al di sotto del picco toccato nei momenti immediatamente precedenti alla Grande Recessione del 2008-2013. Ciao Inna, Purtroppo asilo nido o suola dell’infanzia (“materna”) fa molta differenza: leggi diverse e quindi titoli diversi. Nel corso del processo per il caso di diffamazione ai danni della maestra d’asilo, costretta alle dimissioni dopo che il suo ex fidanzato aveva diffuso alcuni suoi video privati, è stato fatto ascoltare un audio inviato dalla Preside dell’asilo alle colleghe della vittima, che confermerebbe le intenzioni della donna nel voler cacciare la ragazza, costi quel che costi. Un nuovo premio per scommettere ancora sull’esperimento Europea. Quello della maestra d’asilo è un lavoro che richiede creatività, voglia di mettersi in gioco, capacità di immedesimarsi nei bisogni di un bambino, fermezza in pochi casi e dolcezza in molti altri.. Non bastava l’antieuropeismo di governo, mascherato da europeismo ideale. Da febbraio persi oltre 420mila posti di lavoro, più della metà tra i precari. «Tutto era innaturalmente pacifico», come cantava Boris Grebenščikov nel suo Western metafisico, e «l’orologio sulla torre rintoccava la mezza di un giorno trascorso da molto tempo». Gli ultimi dati sul lavoro diffusi dall’Istat si riferiscono al mese di ottobre, quindi prima delle nuove restrizioni governative anti-Covid. Negli ultimi tempi in Italia sono esplose le polemiche sull’adesione e sulla riforma del Meccanismo europeo di stabilità. Lavoro come Maestra asilo. Il filmato fa il giro della Rete fino a quando la moglie di uno dei giocatori, spiando il telefonino del marito, trova le foto e si accorge che la ragazza ritratta è la maestra dell'asilo del paese, frequentato peraltro da suo figlio. Sede Legale: Via Brera 8 – 20121 Milano Numero di partita IVA e numero d’iscrizione al Registro Imprese 07149220969 del Registro delle Imprese di Milano Registrazione presso il Tribunale di Milano, n. 293 del 26 Maggio 2010, Fai clic qui per condividere su Twitter (Si apre in una nuova finestra), Fai clic per condividere su Facebook (Si apre in una nuova finestra), Fai clic qui per condividere su LinkedIn (Si apre in una nuova finestra), Fai clic per condividere su Telegram (Si apre in una nuova finestra), Fai clic per condividere su WhatsApp (Si apre in una nuova finestra), È nata K, la rivista letteraria de Linkiesta curata da Nadia Terranova, L’album ritrovato di Kruder & Dorfmeister rischia di essere il migliore del 2020 Luca Beatrice. No, mi riferisco al 1995, un quarto di secolo fa. Un amico che ha un lavoro serio, non passa come me il tempo a occuparsi di fantasie lessicali del postmoderno, e quindi martedì pomeriggio mi ha scritto: «Dice Elliot Page che i suoi pronomi sono he/they: ma quindi è sia maschio sia gender fluid?».