17:18. La ferita mortale della prima bestia è la Guerra Civile dei Bianchi contro i Rossi. Il 15 marzo 2000, quando era ancora prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, l’allora cardinale Joseph Ratzinger parlò in Leggi tutto… Una cosa nuova mai posta sul conto dell’Apocalisse di Giovanni evangelista, una “porta stretta” che si lega alla nota parabola della “Pecora smarrita di Gesù” raccontata nel Vangelo secondo Matteo (18,12-14) e nel Vangelo secondo Luca (15,3-7). Il fuoco che scende dal cielo sono i bombardamenti a tappeto, per la "E la donna che hai veduta è la grande città che impera sui re della terra" In effetti, su questa terra esiste soltanto una città edificata su … Allora la terra intera presa d’ammirazione andò dietro alla bestia e adorarono la bestia dicendo “ Chi è simile alla bestia e può combattere con essa? Poi vidi salire dal mare una bestia che aveva dieci corna e sette teste, sulle corna dieci diademi e sulle teste nomi blasfemi. Stampa Email Apoc. Apocalisse di Giovanni, XIII°,1-4. Chi ha intelligenza, calcoli il numero della bestia, perché è un numero d’uomo; e il suo numero è seicentosessantasei.” sopra la terra e non verranno perdonati. 17:10 (LND) e sono anche sette re; cinque sono caduti, uno è, l'altro non è ancora venuto; e, quando verrà, dovrà durare poco. La Bestia che sale dal Mare l'ANTICRISTO. Leggiamo la parabola di Luca per intravedervi il nesso in questione: In Apocalisse 13: 18 vi è scritto: “Qui sta la sapienza. ” >>. E tal cifra è seicentosessantasei”. Apoc. Il Libro dell’Apocalisse è un libro di Giudizio: condanna la Bestia e i suoi alleati (Apocalisse 14,9-11), ma concede la Vita Eterna a quelli che la smascherano e la combattono. XVIII sec. Mussolini copiò Lenin nell'impostazione del partito e Hitler copiò Mussolini. 1 Vidi salire dal mare una bestia che aveva dieci corna e sette teste, sulle corna dieci diademi e su ciascuna testa un titolo blasfemo. Nota: per una migliore comprensione di quanto esposto in questa parte di studio si consiglia la visione e l'approfondimento dello schema della Tabella del periodo dell'Apocalisse. La pecora smarrita. Chi ha intelligenza calcoli il numero della bestia: essa rappresenta un nome d’uomo. La Bestia dell'Apocalisse. La Bestia venuta dal Mare. 13:1 (LND) E vidi salire dal mare una bestia che aveva dieci corna e sette teste, e sulle corna dieci diademi e sulle teste nomi di bestemmia. In realtà nel capitolo 13 dell’Apocalisse il numero 666 corrisponde ad un uomo, non ad una data. Figura 2: Bessarabia. Nell'ultimo versetto del capitolo 17 dell'Apocalisse, riguardo a questa istituzione religiosa mondiale, ci viene ancora confermato: Apocalisse. Apoc. Una delle sue teste sembrò colpita a morte, ma la sua piaga mortale fu guarita. Il dragone le diede la sua potenza, il suo trono e una grande autorità. La figura di Gesù Cristo viene descritta nell'Apocalisse in vario modo. Il Giudizio è presentato nel modo seguente: “Vidi poi un grande Trono bianco e Colui che sedeva … 2 La bestia che io vidi era simile a una pantera, con le zampe come quelle di un orso e la bocca come quella di un leone. Questa impostazione è il potere della prima bestia che viene esercitato. Nel capitolo 13, versetto 18 del Libro dell’Apocalisse di Giovanni si legge: “Qui sta la sapienza. Nel capitolo 13 dell’Apocalisse è detto che la Prima Bestia sale dal mare, ha dieci corna e sette teste, sulle corna dieci diademi e su ciascuna testa un titolo blasfemo. La bestia che io vidi era simile a un leopardo, i suoi piedi erano come quelli dell’orso e la bocca come quella del leone. Più oltre al capitolo 17 vi è una specificazione: «La Bestia che hai visto era, ma non è più, salirà dall’Abisso, ma per andare in perdizione» (Apocalisse 17,8). Il drago le diede la sua forza, il suo trono e la sua potestà.