19) Partigiani di Castellino (Gruppo di Partigiani di Mondovì, da "Canti nella bufera") 1,18 minuti, mp3 di 1,25 mb 20) Marciar Marciar (Argentina Caprara, da "Canti nella bufera") 1,12 minuti, mp3 di 1,15 mb 21) Pietà l'è morta 6,22 Andrò a Uomini e Donne..."/ “L’amore viene in modo naturale, se arriverà..". Gino Lucetti è l’anarchico che nel 1926 fece un attentato a Mussolini lanciandogli una bomba nei pressi di Porta Pia a di Luigi Morrone Gianpaolo Pansa: «Bella ciao. Conosciuta in tutto il mondo, cantata in tutto il mondo rimane tutt'oggi il canto di protesta dei … Una breve selezione dei canti più popolari della Resistenza Bella ciao Fischia il vento Dalle belle città Festa d'aprile Alcuni dischi recenti con incluse canzoni partigiane cantate alcuni gruppi rock (e non solo) italiani come Consorzio E, al contrario di quel che si potrebbe pensare, io credo che l'aspetto più interessante sia proprio il secondo, il lato B, quello che per l'appunto riguarda Larry "Ratso" "Grasso" "Slocum" Sloman, per citare soltanto alcuni dei soprannomi che gli vennero affibiati in quei mesi. 1965 – Giovanna Daffini (versione delle mondine) e altri vari artisti del Nuovo Canzoniere Italiano (versione dei partigiani) in Le canzoni di Bella Ciao (album riassuntivo dello spettacolo Bella Ciao di Roberto Leydi e Filippo Crivelli) 1965 – Milva in Bella ciao (sia la versione delle mondine sia quella partigiana) e in Canti della libertà Il Canto dei partigiani o Canto della liberazione è l’inno della Resistenza francese sotto l’occupazione nazista durante la Seconda Guerra Mondiale. Andavamo a lavorare per la Todt, un’azienda tedesca e, la sera, oltre al latte e al pane, portavamo alle brigate, le notizie dei nemici che raccoglievamo di giorno in fabbrica». anzoni corali o solistiche, canzoni tragiche o sbarazzine, cupe o allegre: sono le canzoni dei partigiani, centinaia di motivi e parole nate sulle montagne, o nelle città, prendendo a prestito magari vecchi motivi della Prima guerra mondiale o sentiti nella campagna di Russia o di Grecia. Proprio questa canzone è stata cantata dai tedeschi che hanno voluto dimostrare solidarietà all’Italia, il primo Paese Europeo che ha dovuto combattere in prima linea contro il coronavirus. Il gruppo britannico dei Renegades dedicherà allo scomparso presidente il brano John Fitzgerald Kennedy, ... Dizionario della canzone italiana (all’interno de “La canzone italiana”, opera a fascicoli della Fabbri Editori, ... Partigiani. Casa del Vento dedica questo disco alla memoria dei partigiani e delle genti cadute in quel tempo, ma è anche dedicato alle ragazze e ai ragazzi affinché si formino in loro sensibilità in merito a giustizia, diritti ed equità. Bella ciao è uno dei canti popolari italiani più noti a livello internazionale. Linno dei partigiani casentinesi, scritto da William Pallanti pochi giorni prima di essere fucilato dai tedeschi fu musicato, dopo la liberazione, dal m. Giommoni. A portare al successo il brano furono i partigiani emiliani che parteciparono alla rassegna “Canzoni Mondiali per la Gioventù e per la Pace”. Il brano fu così tradotto in tutto il mondo diventando il simbolo della libertà e della voglia di reagire ad ogni forma di sopruso. Per chi invece ha intenzione di chiedere il significato di una canzone e/o ha piacere di giocare o di tenere traccia dei propri interventi sono disponibili delle pagine profilo personali e anche delle classifiche che mostrano gli utenti più attivi. Poi sfiduciata ricadde dal suo soglio,ma giunse alfin l’appello di Badoglio. Una canzone che non ha bisogno di presentazioni. Le storie delle brigate partigiane, delle lotte, degli eccidi, delle operazioni militare sono raccontate da questi canti. Così, intonarli significa continuare a incidere, lasciare un segno per gli anni a venire, Durante il fascismo e nelle battaglie proletarie dell'ultimo dopoguerra, è diventato il più noto inno del proletariato Comunista italiano. La canzone più amata dai partigiani era “Fischia il vento”, innestata sull’aria di una canzonetta sovietica del 1938, dedicata alla bella Katiuscia. Testo, musica e accordi di Inno dei partigiani di Arturo Richard I Canti dei Partigiani sono la testimonianza in musica e parole di una generazione, questi canti, ancora oggi sono Storia. Canto degli ultimi partigiani (Franco Fortini) Canto dei presentati (anonimo) Canto della Cichero (anonimo) Canzone del partigiano (Giovanni Menozzi) Canzone del partigiano Giovanni (Uomini contro, pt. Puoi trovare la versione di Gaber su Amazon Music cliccando qui. Bella Ciao è una canzone popolare italiana nata prima della Liberazione e diventata conosciuta in seguito alla Resistenza. Una lezione analoga in: L. Mercuri-C. Tuzzi, Canti politici italiani 1793-1945, cit., voi. Testi canzoni home; Home. Nel contesto della guerra partigiana alcune canzoni del repertorio leggero assumono un significato del tutto diverso da quello originario. Redska. Sola vincerà! Diffusa dal trenino, prestato alla parrocchia di Mezzavia, la canzone dei partigiani: «Non si mescola sacro e profano» Bella Ciao è in assoluto la canzone simbolo del 25 aprile, il giorno in cui si festeggia la Liberazione dell’Italia dalle forze del nazifascismo durante la Seconda Guerra Mondiale. Bella ciao invece era il canto della ribellione, della libertà, della democrazia che colpiva al cuore la tirannia, ma giunse in Italia dopo la guerra. Non c’è Bella ciao nelle varie edizioni del Canzoniere Italiano di Pasolini, che pure contiene una sezione dedicata ai canti partigiani. E’ una canzone troppo politicamente corretta. Dopo una tournée con Memphis Slim rinnova il sodalizio con Earl Payton per tre anni fino al 1960 quando forma un trio a nome suo. Più un prodotto “sulla Resistenza” che “della Resistenza”. Conosciuta come "Canto dei partigiani" questa canzone si riferisce in realtà al periodo della Guerra civile russa; ripresa negli anni '40, conosce versioni francesi e tedesche. © RIPRODUZIONE RISERVATA, Pubblicazione: 16.12.2020 Ultimo aggiornamento: 14:03, Pubblicazione: 16.12.2020 Ultimo aggiornamento: 13:39, Beautiful/ Anticipazioni puntate 17 e 16 dicembre: Flo e Katie tra la vita e la morte, Claudia Koll, la conversione dopo “Così fan tutte” di Tinto Brass/ “Credo di essere stata afferrata da Dio”, Tinto Brass/ "Mio padre? Un gerarca fascista. Bella ciao è un canto popolare italiano, nato dopo la Liberazione, diventato celeberrimo perché fu idealmente associato al movimento partigiano italiano. È una canzone che non è mai stata dei partigiani, come molti credono, però molto popolare». "Siamo fulmini di guerra, puri e vindici italiani". Una canzone che racconta fatti avvenuti nei giorni stessi delle occupazioni, delle lotte contro l’invasore. Come è andata veramente. della canzone popolare d’origine contadina: si tratta di una constatazione perfino ovvia che tuttavia non deve porre in secondo piano il fatto che la coscienza popolare censurata, mistificata e repressa negli anni … Filippo Nardi e Samantha de Grenet sono cugini?/ I due vip che si conoscono... Francesco Oppini e Cristina Tomasini/ Dopo il fidanzamento un figlio di nome Tommaso, Antonia Klugmann, incidente in auto/ "Un anno in convalescenza e poi...", Maria, nonna non vedente di Claudia Koll/ “Recitava sempre il rosario, il più grande esempio di fede", Elisabetta Gregoraci "Fidanzato? Ecco il testo completo: o bella ciao bella ciao bella ciao, ciao, ciao, morto per la libertà. CANTI PARTIGIANI IN ROCK, REGGAE, FUNKY, SOUL… Durante la Guerra di Liberazione dal Nazifascismo in Italia (1943-1945) furono create delle canzoni dagli stessi Partigiani, a volte modificando il testo di canzoni di guerra, popolari o di protesta già esistenti, oppure componendo anche la musica originale. Momento di grande confusione! È accaduto giovedì sera a Mezzavia. 120-121. Mario), dunque nelle battute finali della Grande Guerra. La storia di Fischia Il Vento, la canzone partigiana che racconta la Resistenza Fischia Il Vento era più nota di Bella Ciao tra i partigiani: il testo fu scritto da Felice Cascione sulla melodia del canto popolare russo Katjuša ENZO GRADASSI. Scritto nel 1943, le parole sono di Joseph Kessel e di Maurice Druon, la musica è Si potrebbe dunque fare un paragone con La canzone del Piave, che praticamente tutti conoscono come canto per eccellenza della Prima Guerra Mondiale, ma composta soltanto nel 1918 dal maestro Ermete Giovanni Gaeta (noto con lo pseudonimo di E.A. Il brano, infatti, è stato spesso intonato durante la quarantena per la pandemia da coronavirus diventando così anche un simbolo di speranza e coraggio. O come il Canto dei partigiani canzone che in realtà si riferisce al periodo della Guerra civile russa; ripresa negli anni ’40, la versione italiana è stata raccolta a Monterotondo Marittimo il 23 ottobre 2009 da Pardo Fornaciari È un La notte di San Giovanni (Gasparazzo) La pianura dei sette fratelli (Gang) La polenta gialla (anonimo) La preghiera dei banditi (RedSka) Come per molte altre canzoni nate sul campo di battaglia, però, i testi sono il frutto della collaborazione dei numerosi partigiani presenti. L’Anpi (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) ha invitato gli italiani a tornare sui balconi alle 15 di sabato 25 aprile per cantare Bella Ciao, canzone simbolo della Resistenza, cioè l’insieme di movimenti politici e militari che si opposero al nazifascismo. Con il Insegnano. Insegnano. È la canzone dei partigiani e significa libertà: questo è il valore che è stato dato a questa canzone a partire dalla fine della seconda guerra mondiale.Tuttavia è un canto che si è diffuso in Europa e … Il documentario possiede una struttura narrativa biografica, immergendosi nel clima sociale degli anni '60 e '70, evidenziando la figura di ricercatore e di sperimentatore musicale e vocale di … Bologna, 25 aprile 2017 - "Bella ciao" non è solo una canzone di libertà.Ce ne sono mille di "Bella ciao". Suona poi con Little Sonny Cooper prima di entrare a far parte dei Blues Cats di Earl Payton. Così, intonarli significa continuare a incidere, lasciare un segno per gli anni a venire, una traccia sempre viva. Rispondi. E di azioni di contrasto, di strenua difesa da parte dei partigiani contro l’orrore. Il Partigiano testo ... l'hanno ammazzato, che era lui che aveva torturato partigiani e lo vide uscire, ma teneva per mano il nipotino e allora non gli ha sparato. Le canzoni dei partigiani e della Resistenza al nazifascismo. II, pp. Nato nel periodo in cui si combatteva contro fascisti e nazisti, dopo la Liberazione del 25 aprile Bella Ciao venne cantata e tradotta in tutto il mondo, in occasione al primo festival mondiale della gioventù democratica del 1947. Alle 21 ancora musica con Elio Biffi, alla chitarra, tastierista dei Pinguini Tattici Nucleari, che porterà una proposta di canti partigiani e popolari riarrangiati. Testo Della Canzone Inno dei partigiani di Canzoni politiche Arturo Richard – Bruno Fallani Il 25 luglio l’Italia si scagliavacontro l’Idra fascista, che schiacciava.L’esercito già stanco, diviso, disarmatoallor fu dal tedesco suo alleato.Tema non ha! [Cfr. La Provincia di Arezzo 1943-1944, a cura di Ivan Tognarini, Edizioni Scientifiche Italiane, Napoli, 1990, atti del convegno internazionale di studi: 2a guerra mondiale e sterminio di massa. Testo, musica e accordi di Inno dei partigiani di Arturo Richard Disclaimer I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori. Sì, certo. Di Ma anche la resistenza al fascismo, alla violenza delle squadracce. Con il tempo, tuttavia, il brano è stato utilizzato anche dai movimenti di protesta che sono sorti successivamente alla Seconda Guerra Mondiale ed è stato ripreso anche da film e serie tv. Tra le più note si ricorda Dai monti di Sarzana, canzone dei partigiani anarchici del Battaglione Gino Lucetti, attivo nel Carrarese e attorno a Sarzana. Bella Ciao è la canzone per eccellenza del 25 aprile, eppure in realtà fu poco cantata durante la Resistenza e il suo successo divenne straordinario – soprattutto in Italia, ma anche all’estero – solamente a partire dal dopoguerra. Cfr. Nonostante sia un canto popolare italiano, legato a vicende nazionali, è tuttora noto in molte parti del mondo come canto di resistenza e di libertà. La notte dei fondi (Giorgio Cordini) La notte dei partigiani viventi (Acid Folk Alleanza (A.F.A.)) Il brano è stato scelto anche dai pompieri della Gran Bretagna che, a loro volta, hanno voluto dimostrare la propria vicinanza all’Italia intonando la canzone del 25 aprile. Infine due canzoni delle Brigate Garibaldi liguri, che come tutte le Brigate Garibaldi erano organizzate dal Pci, ma in quella regione avevano una composizione politica più pluralista. Il canto è stato riferito nel 1962 a Roberto Leydi da due partigiani di Carrara. 25 apr 2010 - La canzone emblema della protesta sociale delle mondine delle risaie del nord Italia divenne nel periodo della Liberazione e della Resistenza il canto dei Partigiani. Spesso come allegorie o rifacimenti di vecchie "canzonette", altre volte parodie di canti del fascismo, questi canti hanno accompagnato l'antifascimo durante il ventennio e il movimento di … Alexandrov). La versione dei Modena City Ramblers I Modena City Ramblers, che poi sono diventati i più famosi esecutori della canzone in Italia, l’hanno cantata e registrata più volte nella loro carriera discografica. Giorgio Bocca: «Bella ciao … canzone della Resistenza e Giovinezza … canzone del ventennio Gianpaolo Pansa: «Bella ciao. Composta a fine Ottocento, è stato l'inno dei socialisti e poi dei comunisti, ma come canto politico è di origine repubblicano. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 19 dic 2018 alle 19:39. La canzone fu diffusa dopo l'8 settembre 1943 tra l'alta valle di Andora - Stellanello in località Passu du Beu alle spalle del Pizzo d'Evigno e successivamente sopra Curenna, nel Casone dei Crovi, nell'alta Valle di Albenga, dove era Canzone dei partigiani anarchici del “Battaglione Gino Lucetti” che operò nel Carrarese e attorno a Sarzana. Ricordiamo È arrivata la bufera di Renato Rascel, che nell'intonazione dei partigiani alludeva agli effetti dei bombardamenti americani sulle città italiane. La canzone dei partigiani che significa libertà. Le canzoni dei partigiani e della Resistenza al nazifascismo rappresentano in Italia, ma non solo, uno dei momenti più alti della tradizione dei canti di protesta. Canzone dei partigiani anarchici del “Battaglione Gino Lucetti” che operò nel Carrarese e attorno a Sarzana. Savona A. V., Straniero M. L., Canti della Resistenza italiana, Milano, Rizzoli, 1985, p. 148 e G. Lanotte, Cantalo forte, Stampa Alternativa, 2006, p. 56]. Le canzoni dei partigiani e della Resistenza al nazifascismo rappresentano in Italia, ma non solo, uno dei momenti più alti della tradizione dei canti di protesta. Arrestato, venne condannato l’anno successivo dal … Tutto sommato poco importa, però andrebbe tenuto a mente questo dettaglio quando si scatenano battaglie ideologiche attorno a questa canzone che è appunto ormai da moltissimo tempo il simbolo indiscusso della Resistenza pur se i partigiani cantavano soprattutto altri canti durante la battaglia contro il nazifascismo. Un canto popolare di autore sconosciuto che è diventato presto un inno di ribellione da parte dei partigiani nei confronti dei fascisti e dei nazisti. Una in ligure, originale: Sotta a chi tucca. È un brano che da sempre è associato al movimento partigiano italiano che ha combattuto durante la Seconda guerra mondiale per liberare l’Italia da fascisti e nazisti. Moltissimi sono i canti e le canzoni presenti nell'archivio de ilDeposito.org, sparsi sostanzialmente nelle seguenti sezioni: Inoltre i canti della Resistenza e dei partigiani sono anche catalogati nei seguenti tag: Per finire rimandiamo alla Storia Cantata, dove è presento un percorso specifico: Informati sui nostri aggiornamenti, eventi e segnalazioni, L'elenco di tutte le sezioni e i contenuti dell'archivio, ilDeposito.org - archivio online dal 4 ottobre 2004, La Resistenza in Italia, in Europa, nel mondo (1943-1945), Primo dopoguerra, fascismo e antifascismo (1918-1943). Una breve selezione dei canti più popolari della Resistenza. Testo Il Partigiano. Composta a fine Ottocento, è stato l'inno dei socialisti e poi dei comunisti, ma come canto politico è di origine repubblicano. Scritto nel 1943, le parole sono di Joseph Kessel e di Maurice Druon, la musica è di Anna Marly [La canzone comincia con i rumori e le voci di soldati tedeschi che marciano su Parigi] 25 apr 2010 - La canzone emblema della protesta sociale delle mondine delle risaie del nord Italia divenne nel periodo della Liberazione e della Resistenza il canto dei Partigiani. Bella Ciao è in assoluto la canzone simbolo del 25 aprile, il giorno in cui si festeggia la Liberazione dell’Italia dalle forze del nazifascismo durante la Seconda Guerra Mondiale. "Il 25 luglio l'Italia si scagliava contro l'Idra fascista, che schiacciava". Bella Ciao continua ad essere cantata ancora oggi e con il tempo è diventata anche la canzone per infondere speranza a chi non ce l’ha più. Sullaria di una canzone rivoluzionaria russa Partigiani dellAmur (musica di A.V. Testo Della Canzone Canto dei partigiani di Canti Partigiani Anno 1942 Col fucile siamo maestri, ogni colpo è un nemico abbattuto; siamo un esercito volante che non teme le alte montagne, le acque profonde. Altra curiosità relativa a Bella Ciao è il presunto legame con un canto delle mondine della Pianura Padana, che non ha in realtà con il per eccellenza della lotta (sia pure a posteriori) per la Resistenza. Davide Donadei, Uomini e Donne/ La dichiarazione d'amore di Beatrice, ma Chiara... Mario Serpa al Grande Fratello Vip 2020?/ "Rivale di Sonia Lorenzini e Tommaso Zorzi", Diretta Cantù Trieste/ Streaming videotv: recupero della 6^ giornata (basket A1), Diretta Trento Gran Canaria/ Streaming video tv: per il 1° posto nel girone (Eurocup). Dopo la morte di Felice Cascione, avvenuta per un agguato dei nazisti il 27 gennaio 1944, Fischia Il Vento divenne la canzone ufficiale della Brigata Garibaldi che dopo la morte di Cascione si chiamò Brigata Garibaldi “Felice. Combatterà! Raffaello Sacconi, Partigiani in Casentino e Valdichiana, Firenze Bella ciao; Fischia il vento; Dalle belle città; Festa d'aprile; Alcuni dischi recenti con incluse canzoni partigiane cantate alcuni gruppi rock (e non solo) italiani come Consorzio Suonatori Indipendenti (C.S.I), Modena City Ramblers, Yo Yo Mundi ed altri I partigiani avevano le mani occupate a tenere il fucile, non battevano le mani.” Sì, certo. Vedemo spetemo: canzone dei partigiani padovani sullo stesso canto di osteria di La su quei monti fuma una grangia. Chi ha studiato davvero la storia di “ Bella ciao ”, e anche quella dei suoi pretesi autori, saprebbe dare risposte molto più esaurienti. Potremmo dire di più: Bella Ciao è un esempio clamoroso di quel fenomeno che Eric Hobsbawm definì “invenzione di una tradizione”. La nostra fede stravolta e offesa. Gli alleati, che percorrono la penisola italiana dopo essere sbarcati in Sicilia nel 1943 , portano in Italia musiche e melodie nuove, dal jazz allo swing al … Una canzone che non ha bisogno di presentazioni. Tutti in Italia conosciamo Bella ciao. Bella Ciao è cantata più oggi che non al tempo dei partigiani. Questa versione italiana è stata raccolta a Monterotondo Marittimo il 23 ottobre 2009 da Pardo Fornaciari, informatore il piombinese Giorgio Cortigiani. Durante il fascismo e nelle battaglie proletarie dell'ultimo dopoguerra, è diventato il più noto inno del proletariato Comunista italiano. In sostanziale assenza di sensate e forti prese di posizione delle gerarchie. È una canzone che non è mai stata dei partigiani, come molti credono, però molto popolare». Diffusa dal trenino, prestato alla parrocchia di Mezzavia, la canzone dei partigiani: «Non si mescola sacro e profano» MONTEGROTTO TERME “Bella Ciao” al posto delle canzoni tipiche natalizie. Gino Lucetti è l’anarchico che nel 1926 fece un attentato a Mussolini lanciandogli una bomba nei pressi di Porta Pia a Roma. Le canzoni dei partigiani e della Resistenza al nazifascismo. I canti partigiani come documento “Nell’estate del 1944, cioè al culmine della guerra di liberazione, non vi è reparto partigiano di qualche importanza che non abbia il suo gior-nale e la sua canzone corale: questo è il fatto nuovo su Andiamo con ordine, ma prima, una canzone. I CANTI PARTIGIANI COME DOCUMENTO Materiali ed analisi su canti partigiani nellAretino* *Pubblicato in Amministrazione Provinciale di Arezzo, Guerra di sterminio e resistenza. Le canzoni ripercorrono soprattutto episodi della lotta di Liberazione nella provincia di Arezzo. CANTI PARTIGIANI IN ROCK, REGGAE, FUNKY, SOUL… Durante la Guerra di Liberazione dal Nazifascismo in Italia (1943-1945) furono create delle canzoni dagli stessi Partigiani, a volte modificando il testo di canzoni di guerra, popolari o di protesta già esistenti, oppure componendo anche la musica originale. GIOVANNI 27 Novembre 2019. Che racconta di uccisioni, stermini, rastrellamenti. Spesso come allegorie o rifacimenti di vecchie "canzonette", altre volte parodie di canti del fascismo, questi canti hanno accompagnato l'antifascimo durante il ventennio e il movimento di liberazione. I Miti della canzone italiana (50 libretti monografici + CD, Hobby & Work, 2009); ... Partigiani. Perché “Bella Ciao” non è MAI stata una canzone dei partigiani, basta un rapido giro in internet per accorgersene. La voce Stratos è un film-documentario sulla vita e sulla figura artistica di Demetrio Stratos. 1) (unòrsominòre) Canzone della 22a Brigata Garibaldi (anonimo) Canzone … (Aggiornamento di Mauro Mantegazza). Com’è nata la canzone Bella Ciao Bella Ciao è una canzone della Resistenza Italiana e dei partigiani cantata durante e dopo il secondo conflitto mondiale. Riforma pensioni/ Scuola, uscita 2021 con Quota 100: i dati Cisl, FRASI AUGURI DI NATALE 2020/ Gli aforismi natalizi più noti, da Dickens a Littleword. Ricordiamo È arrivata la bufera di Renato Rascel, che nell'intonazione dei partigiani alludeva agli effetti dei bombardamenti americani sulle città italiane. Nel 1945, a metà aprile, i partigiani proclamarono l'insurrezione generale e cominciarono una serie di attacchi per liberare le maggiori città. La diffusione di questo brano lo si deve alle forze partigiane, ma inizialmente veniva cantato solo nel Modenese, nella Brigata Maiella e in altri gruppi partigiani delle Langhe. Di certo c’è che non è mai stata una canzone dei partigiani combattenti perché sarebbe nata dopo la fine della guerra. Diretta/ Slavia Praga Fiorentina (risultato 0-0) streaming video tv: si comincia! 1. Partigiani, partisans, partizani, … Tra 100 anni i miei film...", Saviano: “Governo incapace, lockdown solo con ristori”/ “Sud morto, servono migranti”. I Canti dei Partigiani sono la testimonianza in musica e parole di una generazione, questi canti, ancora oggi sono Storia. Partigiani, significati e interpretazioni: 1, canzoni: 1 Significato Canzone, allo stesso modo di Wikipedia, è costruito attraverso il libero contributo delle persone che possono chiedere il significato delle canzoni, esprimere il proprio punto di vista sull'interpretazione del testo ed annotare i singoli versi delle canzoni. "Il 25 luglio l'Italia si scagliava contro l'Idra fascista, che schiacciava". Pagine nella categoria "Canzoni dei partigiani" Questa categoria contiene le 29 pagine indicate di seguito, su un totale di 29. Il Canto dei partigiani o Canto della liberazione è l’inno della Resistenza francese sotto l’occupazione nazista durante la Seconda Guerra Mondiale. Sicuramente non fu l’inno della Resistenza, e gran parte della sua fama è dovuta proprio al fatto che non era una canzone comunista. Testo, musica e accordi di Inno dei partigiani [2] di Raffaele Mario Offidani Tanto meno una canzone comunista.