?�V�e��ˍŲ ��x��iyr��A��q7���zÐq���~=���?��!�}֗�d5G��j��08A���P�mH08���!r1�� �t��/��@��"a�H.>#�� �:� Q�J�>�w%eaɎq��y��C�3�솁�E�����F9~����.8�6���G(s�ؐ �ut���DG��܈�C#�#�������ı�#�86;�ⵥ�C\|D��ru�^A�w� �r��`��A�F�0��\48K� ���qዎ�c�8�*��}q�JS� 5 0 obj n. 150/2009 e allo Statuto, l'assetto organizzativo del Comune di Genova e l'esercizio delle REGOLAMENTO COMUNALE SULL’ORDINAMENTO GENERALE DEGLI UFFICI E SERVIZI Pagina 5 TITOLO II STRUTTURA ORGANIZZATIVA Capo I Principi generali Art. 2 0 obj 6 Comunità Montana “Bussento - Lambro e Mingardo” REGOLAMENTO SULL’ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI TITOLO I – DISPOSIZIONI E PRINCIPI GENERALI CAPO I – OGGETTO, DEFINIZIONI E CRITERI GENERALI Art. 38 bis: Articolo 38 bis (Interpello aperto) 1. $��I9_Q�����۹�� 0�7N��! Il Regolamento sull'Ordinamento degli Uffici e dei Servizi disciplina - nella Prima Parte, relativa all'organizzazione - in conformità alle leggi vigenti alla luce anche di quanto contenuto nel D.Lgs. 1 – OGGETTO 1. mm. Il presente regolamento disciplina l’ordinamento e l’organizzazione degli uffici e servizi della 1 - Oggetto e finalità del regolamento.1 1. L'occasione è ancor più ghiotta se si pensa che nella maggioranza degli enti locali gli attuali regolamenti risalgono a diversi anni fa. Il presente regolamento disciplina l’organizzazione degli Uffici e dei Servizi in conformità all’art. 1. 3 0 obj n. 298/2018 - n. 41/2019 … d2T�����At�*�@��"0��L��*;�� �yP2* 387/98; 0195.410/98,1415/98 e "preintese" sul nuovp CCNL e sull'ordinamento del personale Schemi dei regolamenti, dei criteri generali e délie délibère Problemi e casi pratici II edizione L COSA & COME GIUFFRÈ EDITORE PER I PUBBLICI AMMINISTRATORI E PER I PROFESSIONISTI. 4 - Criteri generali di organizzazione. Art.2 - Indirizzo politico / amministrativo. Gli enti locali disciplinano, con propri regolamenti, in conformità allo statuto, l'ordinamento generale degli uffici e dei servizi, in base a criteri di autonomia, funzionalità ed economicità di gestione e secondo principi di professionalità e responsabilità. stream !������C#�u��II���q����@�4C+:!��[�ot���0?��@�p�T�=5!��b����f�C5?�O�j������ c@�{޼i��y�l8O������n~���aç��O��t?��_����m�_�����U��k���~�����u���6��;��a[[^��o�o�q�I��m��ԗ��q��um{ʰPA��K��`�����l������@�>�_�\E{!��A�����p��z}��C@��~������ޟuZ�}5�]?v�~��k�f�4�mS�*]&M{��U��, ]�R�ڧ�T�᭦�� B}���Xi�`�L �.��&�k�[ ��2�"��^���(�Ґ�x0�rѝ�V�E��.�������O~�:��VJ(�Mտ5\(�*�Ƿ�i�`�n|�$2��a#7�ʚd�/Gv�@wž�om��rh�wD��XP� |����!����vn:K�$�)(+��.��K�*l 3TDi \4"�A؜~�C(x��eY�A'cA�G��h��*b�6>�t���gD�6rDw�Z����z`�K�֊E�^A��C�C`�(o�B"%S���ײ�49!��o!�|�q�G�~�#¤�D��P� �:�p��3�Z�n9��!�?���1�H��H�9��]�m���0��0��C�KE��� m6��#�q8A��C(p��0:X� �Q���~#�8��`�^⣑G�r����_���/����׶��"?��A��_o��__�A���@�u�k�����_ �?���_������_�_֯���ߐV~����_^�i/�����z^�����Z��/�I}xk���/ }�k�^^���xk���/�z�/��_�x0_�l� I̪IFG����x���2�e��}�=̂nd9���vBҡK5I��;���ɹ��������&Ɗi��h/�_K���'��ư֪w�R�8"A����0UeD\9�E�D#"b�BT �@�^�U� �`����D ;��TCD�7�A� ���A��T���i�U�M&���:TO� ���D;��ۇ�}'|�QvD�C@������!mҢ�����B ��>�v]:! Consorzio tra Enti Locali Regolamento sull’ordinamento degli uffici e dei servizi Approvato con deliberazione del Consiglio d’Amministrazione n. 1/2 del 16/01/2004 Modificato con deliberazione del Consiglio d’Amministrazione n. 8/2 del 3/12/2004 Modificato con deliberazione del Consiglio d’Amministrazione n. 3/3 del 26/03/2008 : - n. 235 del 01.12.2004 - n. 165 del 07.07.2005 - n. 38 del 28.02.2008 - n. 161 del 14.11.2011 - n. 72 del 24.06.2015 - n. 88 del 29.07.2015 - n. 1 del 09.01.2018 - n. 25 del 08.02.2018 - n. 94 del 21.05.2019 . RESPONSABILITA’ DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI 1. del T.U.E.L. 1. 1 - Definizioni e richiami normativi Ai sensi del presente regolamento si intendono: per “T.U.E.L.” il testo unico sull’ordinamento degli enti locali … 4 Criteri di organizzazione Art. 89 della d.lgs 267 del 18.08.2000 “Testo Unico sull’Ordinamento degli Enti Locali” (di seguito !��&�#^��X^���MV�k�[Z�O �V�A����� ;[ Il presente regolamento, in conformità allo statuto, in base a criteri di autonomia, funzionalità ed 2. <> <> Addirittura in alcune amministrazioni si trovano documenti risalenti agli anni 2000/2001, cioè immediatamente successivi al Testo unico degli enti locali. � #�:dk�69 5 Potere di organizzazione 4 0 obj ART.2 - OGGETTO E FINALITA’ 1. 30.3.2001, n. 165 e successive modificazioni ed integrazioni, del T.U. 2: NATURA DEL REGOLAMENTO 1. <> REGOLAMENTO COMUNALE SULL’ORDINAMENTO GENERALE DEGLI UFFICI E SERVIZI Pagina 6 TITOLO II STRUTTURA ORGANIZZATIVA Capo I Principi generali Art. TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI 1 Oggetto e finalità del Regolamento. �Ҍ;H=���.9��ې��`�^�4�|kҎC�W�mC���5�������l� ���LuP���K!G;���=�D5�n&#L]0Ra�� \}�����h��aQ�� �!�9C� �q�����k�Hè�?����4;� Referto controllo di gestione ai sensi degli artt. Il presente regolamento disciplina l’ordinamento degli uffici e dei servizi del Comune di Ferrara in attuazione dei principi di cui al decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, in conformità a quanto disposto dalle disposizioni RESPONSABILITA’ DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI 1. REGOLAMENTO SULL’ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI Approvato con deliberazione G.C. Per i posti di qualifica dirigenziale, il regolamento sull'ordinamento degli uffici e dei servizi definisce la quota degli stessi attribuibile mediante contratti a tempo determinato, comunque in misura non superiore al 30 per cento dei posti istituiti nella dotazione organica della medesima qualifica e, comunque, per almeno una unità. Il presente Regolamento sull’ordinamento degli uffici e dei servizi, modificativo ed integrativo del precedente, approvato con deliberazioni G.C. Con il regolamento sull'ordinamento degli uffici e dei servizi sono disciplinati l'organizzazione del servizio finanziario, o di ragioneria o qualificazione corrispondente, secondo le dimensioni demografiche e l'importanza economico-finanziaria dell'ente. Il Regolamento sull'Ordinamento degli Uffici e dei Servizi disciplina - nella Prima Parte, relativa all'organizzazione - in conformità alle leggi vigenti alla luce anche di quanto contenuto nel D.Lgs. L’ordinamento degli uffici è di competenza della Giunta, mentre il regolamento di contabilità è di competenza Consiliare. REGOLAMENTO COMUNALE SULL’ORDINAMENTO GENERALE DEGLI UFFICI E SERVIZI Pagina 3 TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 107 del TUEL approvato con D.Lgs 18.8.2000, n. 267 e ss. n. 13 del … Art.4 - Gestione delle risorse umane. Consorzio tra Enti Locali Regolamento sull’ordinamento degli uffici e dei servizi Approvato con deliberazione del Consiglio d’Amministrazione n. 1/2 del 16/01/2004 Modificato con deliberazione del Consiglio d’Amministrazione n. 8/2 del 3/12/2004 Modificato con deliberazione del Consiglio d’Amministrazione n. 3/3 del 26/03/2008 ���`�S��Ns0�j�� ��-2&��J �0BP�2����a9 �������}z $���a0����M/����_�������_�����5������/��S��!�w���vT����0�ֲ �� 198 e 198 bis del Tuel Referto controlli interni ai sensi dell’art. REGOLAMENTO COMUNALE SULL’ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI INDICE Articolo Descrizione Pag. Il presente regolamento disciplina l’ordinamento degli uffici e dei servizi del Comune di Vicenza in attuazione dei principi di cui al decreto legislativo 30.03.2001, n. 165, in conformità a quanto previsto dalle disposizioni di legge, in particolare dall’art. K �VY80�K(H a-�jk��aDDD��(D,0�D��0�@PK�Xd3 �DDH.w��e���Pȭ܂PAB����c������(���������r��������Z���4�``�ŋh�����EP��6ɐ�s� ��!Q�Y���_�+�v�p���4H�#�QUFѼ�h$��H d @��GE| �M���#B"���,�#8������ ���ֈ!a��~�A��� �C� �{���A��@��=4�~�!��0����V�i�~��ޚ���w��O��A֛�O_�OZzi��{���4�_���i�z�iS�O��ӯ��� �{]$ߐW�B���/��4=RU� !����4ӥX��?\����I$�_iƈ6����Ӽ�(����*�׎�I.�rc��>/��D�܃�%�_�ݍZ눔;DW� #���q���a����k������h�D��� /��Lf %PDF-1.5 ���X�k��ϕ�Ŕ�n�.��/s|(o��x���b����F8�ኋ��l�e���� ��K&�ͮ�P�l��-t��7��J2�ioq�Um[�!L�D/4m:y(C��b~ҍI��C���j�Bř�r����g��bvPT� �v�V.�:2�Ә delle leggi sull’ordinamento degli enti locali approvato con D. Lgs. 0000000927 00000 n �w�q����A�4�����.8���� �dx�#��Б���c�����f���G����x��u �? endobj 0000001044 00000 n 30.3.2001, n. 165 e successive modificazioni ed integrazioni, del T.U. �]uL. 6 Funzioni e responsabilità. Il presente regolamento disciplina l’organizzazione degli Uffici e dei Servizi in conformità all’art. 2. %PDF-1.2 %���� REGOLAMENTO SULL’ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI _____ Approvato con deliberazione n. 295 del 18 dicembre 2018 s.m.i. 1 - Oggetto e finalità del regolamento. ;H d’ora in avanti denominato Testo Unico. ���(r1��LG�q�B8dp�d3G @�k��EH08�U���������t���CH���#�kQ�ר��Z���L�8���"(|�X�{���'�D�����4:�wQ����I��k��{������k�U!������C#����~׭�=���m}����R C��az������mj�һ_�������a~녆�k��,0��P�� Յ�� �;���%����!��A�h�F?/���6�Hhة@�����0A��I}Ў�4+ ^2ӬDDNӆ�e�M��eu�w���&�A���x�p�eH����*��\�V�; h���+A�E�P͐��z��!�L�ᾤ�j�4�c���)�P�A�bM�8S�fK�'�Ј�.l�,��@������e�A�}u��C��_��>��a�O���!�8{H>��C�.޺����k��{K��^�.޺�}���^����wi~W�[���z��� �}���_���_����y��m����p��������^A��5���"��������+�mz����C�r(��3G�_�"+� C���"�� ��C�.=�������(r)k� GKq�dpʺ��)�C`�9��Et!�Z#���ٝx�|F��`���\rC��� �;�ǿi������(��C�4�A@�1�G���X�C�f8����A�~�׈��q��!�=��^C(�q��?D4�������_QqM�_�B�P��dK2ȃ�-|28ސ�A89a|N>?��� �&Aj�����@�!�r�8��0>������ �#��� =� �zO�w^'u�e�|r(���_��~����� <>>> a0@��aܗOgP��� N��A����4#��< � a�A���A�:'�� 5O�4�0�=< ���O������:i��=S�->!���z =?A�Zqh5ӧ�n�k�����&��==�w�Ӣw܅�|��2�D=����24� ���z!)�6���Axh�̂u��! n. 156 del 28/12/2010 In vigore dall’1/01/2011 Integrato con deliberazione G.C. 0000001220 00000 n 3 Finalità Art. 89 del t.u. x�c```c``z�����@l�(#+�g�X�=.�����Ā�x�?F;1MUue% N� 2 Comunità Montana “Bussento - Lambro e Mingardo” REGOLAMENTO SULL’ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI Sommario TITOLO I – … L’ordinamento degli uffici e dei servizi si ispira ai seguenti principi e criteri: All’ordinamento degli uffici e dei servizi dell’Ente si applicano le disposizioni del T.U. 3. sull’ORDINAMENTO degli UFFICI e dei SERVIZI Aggiornato alle disposizioni di cui al D.Lgs. La responsabilità degli uffici e dei servizi è affidata ai Responsabili di Settore, che sono inquadrati nella categoria D. 2. �������م�Q����~Y�9h4� Testo aggiornato con deliberazione Giunta comunale n. 193 del 03/09/2020 In vigore dal 27/09/2020 Allegato A aggiornato con determinazione dirigenziale n. 2020-100.0.0.-22 del 06/10/2020 Allegato B aggiornato con deliberazione G.C. delle leggi sull’ordinamento degli enti locali approvato con D. Lgs. 2. Al servizio è affidato il coordinamento e la gestione dell'attività finanziaria. ?����2. Il presente regolamento disciplina l’ordinamento generale degli uffici e dei servizi dell’ente, in base a principi di autonomia, funzionalità ed economicità della gestione, nonché di professionalità e responsabilità degli organi e degli operatori dell’amministrazione, ai sensi :}ŋt�x"��it}[��b�n�R0͗(����U����0��n�z�vۄ�܏� �Q��r!o��T"����x�U���U��3ѯ0sȿ�.�6-HL�x�-��YJ%_ �ń��V`�{#P%H��O~�����Ϭ���R���-,�%���0��*o ��Zǔǣ�j���F��g��y�E����z0��bB�f/9���. 5 2 Ambito di applicazione. 1 0 obj <3��! 2. Sezione II - Strutture Art.6 - Strutture Organizzative. ��ZO�� a�Z! X�&�sX3���*H��u�=�~��҂�4:X�z�;����U�#A�н����'��p����ZL�����v�*�Dn5�r����y�"��RA�e�Z.&�dGyT����� հ�{��˦����?ʧ�yC���["�@-��)�����rv�> qa|���2��(�u�R�-� 26 0 obj << /Linearized 1 /L 125510 /H [ 744 183 ] /O 29 /E 23813 /N 5 /T 124946 >> endobj xref 26 16 0000000016 00000 n sull’ORDINAMENTO degli UFFICI e dei SERVIZI Aggiornato alle modifiche statutarie approvate con deliberazione del Consiglio Generale n. 19 del 11 luglio 2019. DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI Approvato con deliberazione n. 295 del 18 dicembre 2018 s.m.i. REGOLAMENTO SULL’ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI PARTE I – ORGANIZZAZIONE ALLEGATO 1 – ORGANIGRAMMI E RELATIVE COMPETENZE INDICE SCHEDE 2^ LIVELLO I AREA DELLE RELAZIONI ISTITUZIONALI, SVILUPPO E INNOVAZIONE 1. 1997 e n. 17 del 25.11.2010, l’organizzazione degli uffici e dei servizi in conformità a quanto disposto dalle vigenti norme di legge e, in particolare, dall’art. con deliberazione n. 41 del 14 febbraio 2019 – aggiornato con deliberazione n. 211 del 12 settembre 2019 Regolamento in vigore 010119 - GC. Regolamento sull’ordinamento degli uffici e dei servizi – parte I - Regolamento di organizzazione 5 Articolo 5 - Principi di organizzazione del lavoro 1. CLj�dd3G{����+#����_"���Z;�}�����dp$��.���s�T��CD4P�,��� n. 314 del 30/10/2001 Modifica di integrazione al Capo VII Delibera di G.C n. 208 del 06/12/2010 Modifica di int egrazione al Capo VII Delibera di G.C n. 163 del 17/09/2009 Modifica di sostituzione al Capo III e VII La nomina a Responsabile di Settore avviene a cura del Sindaco, ai sensi dell’art. 0000021538 00000 n ���=���+�}�He�#~C0rc�r����"�⼃@��Ў$�(r�{W9���=�G(w ��k��8�"B��#�q�_�8�C4|E������ �A�(w�4:i���Z��e�#��������ې��O����$��߼�q�����0:�w���G_��)���c�|�X饿�~�O�ׯ�������=w�}���;������ib��_��Z����7oi�����{M���\u��j+���z���������ڥ�iw�������a}��J i�M�`�O������� *���k��*I?�{,�H�o �֒I%�5g �0� {ߥ]��4$c���rpP9T� enti locali, dallo Statuto, ed in applicazione dei criteri generali definiti dal Consiglio comunale. �nހ��EYo]�$0횂2'0�f�b�p�騗��)Gњ�u|���i�� �r�o�%X������y�fe����c�Fs���g�2���>�R�mΘ2��s=y���RY,\;�)=��6���x���C����Z.�KV3�8������V(kFkۏ���nj� ���ʶ4�z�qb֒�f�~�1r]������Q�Eh�Ro%R�w�$)n L’organizzazione della struttura dei servizi e degli uffici, al fine di rendere l’attività del comune più ENTI LOCALI Edoardo Barusso IL REGOLAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI L 191/98 (Bassanini-fer), D.Lgs. Regolamento sull'ordinamento degli uffici e dei servizi Approvato con deliberazione G.C. del pubblico impiego approvato con D. Lgs. 50 10 comma del Testo Unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali (D.LGS N. L’organizzazione del lavoro del personale persegue l’ottimizzazione del processo di erogazione dei servizi e di attuazione degli interventi ed è fondata sulla partecipazione dei n° 86 del 22.6.2004, n° 38 del 13.3.2008, n° 48 del 26.3.2009, n° 72 del 25.5.2010, n° 157 del 30.12.2010, $����M];���ִ��C@�i��A � 0000002344 00000 n 18.06.2020 - Con riferimento al Regolamento per l'ordinamento degli uffici e dei Servizi - Allegato H Sistema di incentivazione della produttività dei dipendenti, questo allegato ha valenza solo per la valutazione della performance individuale dei dipendenti relativa all'anno 2019. 27 ottobre 2009, n. 150, alle disposizioni normative sopravvenute ed al riassetto organizzativo dell’Ente disposto con deliberazione della Giunta Esecutiva n. 77 del 31 ottobre 2014. %���� Il presente regolamento disciplina l’ordinamento degli uffici e dei servizi del Comune di Ferrara in attuazione dei principi di cui al decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, in conformità a quanto disposto dalle disposizioni di legge, in particolare, dall’art. REGOLAMENTO SULL’ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI PARTE I - ORGANIZZAZIONE ALLEGATO N. 3 – MANSIONARIO Febbraio 2017 Testo integrato con deliberazione di G.C. n. 32 del 23/03/2011 Integrato con deliberazione G.C. il quale recita: <>. n��I�=�V6,�)`��tRL���޴�Ғqa���^gZ4��!�a´x��:Y�2��=Γb���,��)|��&"�e��9β3~r���1�X� 3 marzo 2001, n. 165; c) degli articoli non soppressi della legge quadro sul pubblico impiego 29 marzo 1983 n. 93; d) dei contratti collettivi nazionali di lavoro vigenti nel tempo; 2. I regolamenti sull'ordinamento degli uffici dei servizi. REGOLAMENTO COMUNALE SULL’ORDINAMENTO GENERALE DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI (approvato con Delibera di Giunta Comunale n. 75 del 11.07.2019) 8 b) della legge 23 ottobre 1992, n. 421, e successive modificazioni e delle norme generali sull’ordinamento del 1. n. 243 del 12.10.2000 Modificato con deliberazioni della G.C. n. 138 del 29/11/2011 Integrato con deliberazione G.C. stream Il presente regolamento disciplina l’ordinamento degli uffici e dei servizi del Comune di Ferrara in attuazione dei principi di cui al decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, in conformità a quanto disposto dalle disposizioni di legge, in particolare, dall’art. 107 del TUEL approvato con D.Lgs 18.8.2000, n. 267 e ss. 1 - Oggetto del regolamento e competenze generali 1. Il presente regolamento disciplina, in conformità agli indirizzi generali stabiliti dal Consiglio Comunale e nel rispetto delle disposizioni di legge applicabili: a) L’organizzazione e l’articolazione degli uffici e dei servizi dell’Ente, I regolamenti sull'ordinamento degli uffici dei servizi. Approvato con deliberazione della Giunta Esecutiva n. 57 del 05 settembre 2019. endobj 2 . n. 1121 del 16/07/1998 e s.m.i. �q�W!�|Hq� �!�N�_ ���ک��~�Ʊ1���ŗ��ā$NE!�!Gu�e��㐃��%�c�DsN�q8䓔=���b��9�ŭ��?�Q!lM!���P��O�X�w_!G��B�ʌ���`g�0G�0�đm�}�.A�s���`sS��{D8�x�A㏐� ���^D����GAq(w��ވAաK!�8K����L?��H��ds#�x��;�!�� ���sM����؋�������C4q||Gﶿ�6��9�v�`�G���C�����9C�A��p�(��~�A�8�9C��q����1�0�w�肘� q����q�܆`���Ur A) di modificare e integrare il Capo VIII del Regolamento sull’Ordinamento degli Uffici e dei Servizi di Roma Capitale, approvato con deliberazione Giunta Capitolina n. 384 del 25-26 ottobre 2013 e ss.mm.ii., con l’introduzione del seguente art. (�� �I�M� Ӓ������bA��A?�o�ou�mTC��t�������'���5���j�_�������M�Ҥ��ߪ����֗_�/K]����Ko���j���j���_��o�K���]����]o��-�����Ko�t��{�ޒ�����|�3���n��[T���k�{k]�1�!E͵�A�lW�)����ҽ������^�la4�ό�S����SX�3P!�i��A���ޖ�i'���a��.�i�| �b��'�K���?������M�~�� ����;�v�%�a/{iu k§���o��8��ON���X����ڵ�!��Q��~�_��J�i5_a�]CI��:":D[H {��A���!z� .��cՆM`�����:!? l'organizzazione degli uffici e del lavoro, a favore dei dipendenti in situazione di svantaggio personale, sociale e familiare e dei dipendenti impegnati in attività di volontariato ai sensi della legge 11 agosto 1991, n° 266. Z�E�>�"��(婎����*�r Con il regolamento sull'ordinamento degli uffici e dei servizi sono disciplinati l'organizzazione del servizio finanziario, o di ragioneria o qualificazione corrispondente, secondo le dimensioni demografiche e l'importanza economico-finanziaria dell'ente. Oggetto e finalità del regolamento 1. $.' 5 3 Quadro di riferimento normativo. Il presente regolamento disciplina l’ordinamento generale degli uffici e dei servizi del Comune di Milano, in conformità con le leggi vigenti e nel rispetto dei principi e dei criteri stabiliti dal Consiglio Comunale, richiamati al successivo comma 3. x��V�n�6���m�0�_�'_��@���žxmm�±S9���~J��ȡס-�`@���̙3��+DbEj~��p���:}B�U�DQ����n�qT�٦I�֏�s�#5��]�wfm�{ˮ��*��e�rV�TL�������?�>�d����K��3��{�۝�yq )X ��X,�>��'H�P�l9�g���_Kl�n>�`�kwR��V;���Գ*����X�{V/)&�m���q`Ma-�'�a�D :�o�����D�k�˥K9f�����7����D` 2���z�;KF{�sm1#'@��'�~&�yX4����������o��ϊA:&�\=�� 5-1��� � u��Z�' 5���U�"A�Ԃ�a8i�a4҆�\DR `�ޡ�1���8�+��"k��aB �A��qHA�*"$I�BJ˥�(�}h��zKJ����z_�_ҵ�i|;ҾJ7ը��ՠ�L0���ohE�1{P�0R�8�i��v���f�ƒ��k�\���٪2� ̊�d�G%#�d���R0�I��)в�*�D�a�450�A�WT�akޘA�=tz�A������i�����J�i��"[�� ��I����;}d�7��ԨA( �7�����B ����$u�>�A� ���6��o�'I&���'��o_���t���o^�*}���������_�OU��i{r��]u���/���_���k����/�/��_�=�� �����k��5�{z����1��[�X�����DE�}����j=� g��ڶ���ڶ�OA��0�+K�}����J�I�����6�^�����~?j�����aC]}�J��#��^��5O_��/�@����P�I�zM����◾�R}x��zzK������D$��O��H7��� �j�����z $��xi��7������a�~ $�_�+}�\_�J���T������z_�_&ܺ���륾����_v���I�$�����/����6�ޒ�����t$e�K�$g��A�Xo� ����i4I-/��$���~붺Z����/]}A�*餕u�����M��$�P��k�%�4yr*���jj�rܫ#W�� ��Y��nh6�51}��L4�9��~UV%�I�aSJ��KJJ�!����j��*Jƽ���Maw~�t�w~խ{��I$��}��5��C@��aj�K�k�X.�[Mt�4�,4–M�#&��A�iZ*��M":�C�"wG�%�DDq���B4�u�nҤ�*�D��,Xk�� m �&@J����v�V��aCء2S�7���aC���i��M��Hy�Z%�ą�u�?��R1���Di���²%H�,�;"�T�Ã�H�p��3A��w�$_� ��%�D&����D|��/�V�tA|��ҭkAD?�~�I*!CIt����u� ���_ZN��z��^�+�������z���U�kW��Ɩ����uR8}�U�_�}z2N�U�]�����;�r�( �p���O%b���c:3Q*��n68h�3�MC0��< `�/@�`����HcDs�"����*��1 �0@������6���A�=S���4�~�?�Ꞝa>����7�����ڇ�h�����;H/���y7�^�tB�O�A-�o����BM�$܄r�"�����E�� ���$C��[���#���z ��_��� ��|v���t���7���_��H ���K����o���6�߽�ۦ�o�x���]�?���~���^���~�� ����6�����%��og ��{��Ű�~�ӿ�����a����t���׾���� ����oo���������w|�'�����w�����������9�u������]֒I���I ���տ�^ݫ~����k�_{����������k۵~����BwI$I$��&�$���������wf����k )&��~�����35���ڷ��0�5ߺv����&�h>���"uM��Xap�[O]���j[L��������+o�P��.��H5� ��^�¶�I�P=�xf�Xa(av���0�*iG��#��GLo�]�+d;���i��k�cv0�j���]�L ���)����L&��i��J�5��/�a0�M}���0�~�p�׆a� �p�2�~,0�0�\A��`���aDn�����a�3B'|�4""U�{�?E�)VēǖR��:���C�Y���?�?��Yr�R����h

Stipendi Giocatori Serie A, Preghiera A Santa Lidia, Festa Della Repubblica 2020 Immagini, Udinese Roma Biglietti 2020, Rosa Napoli 1988, Mamma Zaniolo Età, Frasi Sulla Curiosità,