Se ci limitiamo solo al singolo versetto il rischio è di aspettarsi che tutto venga da Dio, di scaricare tutto su Gesù. Senza di me non potete fare nulla Per comprendere quanto sia fondamentale, per lo sviluppo della vita cristiana, sforzarsi di acquisire e conservare la pace del cuore, la prima cosa di cui dobbiamo essere ben convinti è che tutto il bene che possiamo fare viene da Dio e da lui solo. : Giovanni 15:5. “Le cose dovrebbero andare come dovrebbero…” questo è il nostro presupposto sbagliato. È invece una vita da vivere. Chi non rimane in me viene gettato via come il tralcio e si secca..." (Giovanni 15:5-6) Se rimanete in me e le mie parole rimangono in voi, chiedete quel che volete e vi sarà dato. Chi non rimane in me viene gettato via come il tralcio e si secca, e poi lo raccolgono e lo gettano nel fuoco e lo bruciano. Chi rimane in me, e io in lui, porta molto frutto, perché senza di me non potete far nulla (Gv 15, 5). 3 Voi siete già mondi, per la parola che vi ho annunziato. 2 Ogni tralcio che in me non porta frutto, lo toglie e ogni tralcio che porta frutto, lo pota perché porti più frutto. Il suo cuore si eccitò alla partenza. 27 APRILE (Gv 15,1-8) Gesù lo afferma come verità assoluta: “Senza di me non potete fare nulla”. Colui che dimora in me e nel quale io dimoro, porta molto frutto; perché senza di me non potete fare nulla. Invece no: sempre manca un pezzo. E' solo rimanendo in Lui che si porta frutto! Questo è il racconto di un pellegrino il quale aveva sentito dire, che per avere la vita eterna, bastava entrare attraverso una porta, in una certa località. Il nulla è universale, abbraccia ogni direzione, ingloba ogni relazione con Dio, con gli uomini, con la stessa terra. Cosa vuole dire il Signore dicendo: “senza di me non potete fare nulla?” Sembra infatti una pretesa molto elevata. Gli manca la sorgente di essa. “Senza di me non potete fare nulla”, tanto meno dare la vita come ha fatto Lui. 5. Un giorno un giornalista disse a Madre Teresa di Calcutta: “Come mai ogni giorno le sue suore perdono due ore di tempo stando in adorazione davanti al Tabernacolo? Tutti i popoli e tutte le religioni, durante l’arco dell’anno, hanno feste da celebrare, giorni speciali da riservare alla memoria di eventi sacri.Tuttavia, oltre a ebrei e cristiani, non c’è altro popolo al mondo che riservi un giorno settimanale per Dio. Nessuno pensi che alcune cose senza di Lui si possano fare e altre no. 7 Se rimanete in me e le mie parole rimangono in voi, chiedete quello che volete e vi sarà fatto. Io sono la vite, voi i tralci. 1. Soprattutto quando i sogni diventano “tuoi”…nulla. Antonella- ... Figli miei, avete bisogno di Dio. Come il tralcio non può far frutto da se stesso se non rimane nella vite, così anche voi se non rimanete in me". Aprile 2014 . Sia il poco sia il molto, non si può farlo comunque senza di Lui, poiché senza di Lui non si può fare nulla. Colui che dimora in me, e nel quale io dimoro, porta molto frutto; perché senza di me non potete fare nulla. Se rimanete in me e le mie parole rimangono in voi, chiedete quel che volete e … Chi non rimane in me viene gettato via come il tralcio e si secca..." (Giovanni 15:5-6) Quando comprenderete e accetterete questo, si realizzerà ciò che vi è promesso. 6 Se uno non dimora in me, è gettato via come il tralcio, e si secca; questi tralci si raccolgono, si gettano nel fuoco e si bruciano. È sul piano spirituale, materiale, personale, familiare, sociale, ecclesiale, politico. Senza di me non potete fare nulla . Chi non rimane in me viene gettato via come il tralcio e secca; poi lo raccolgono, lo gettano nel fuoco e lo bruciano. Gesù insiste nel dirci che dobbiamo rimanere in lui. Chi rimane in me e io in lui, fa molto frutto, perché senza di me non potete fare nulla. Chi rimane in me, e io in lui, porta molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. Ma le nostre vedute sono piuttosto ristrette e la nostra volontà è inconsistente. Chi rimane in me, e io in lui, porta molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. Una conversazione sull’essere missionari oggi nel mondo". 3 Voi siete già puri a causa della parola che vi ho annunciata. E il filosofo medievale Isacco della Stella (1100-1169) - monaco cistercense, che fu abate E’ un verso di Metastasio di mia invenzione. Senza Gesù non possiamo far nulla riguardo ai frutti. Per mezzo dello Spirito Santo nascerà nei vostri cuori … Finalmente poteva ottenere la vita eterna per mezzo di … E allora mi lascio andare? Gesù pensaci tu. “SENZA DI ME NON POTETE FARE NULLA” Tema del "Paginone": NON POSSIAMO VIVERE SENZA ... LA DOMENICA. Chi rimane in me e io in lui, fa molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. E questo comporta una fede attiva. 1 «Io sono la vera vite e il Padre mio è il vignaiolo. Rimanete in me e io in voi. Gesù Cristo ha detto: “Chiunque vive e crede in Me non morirà in eterno.” “Chiunque viene a Me, non lo respingerò.” “Senza di me non potete fare nulla”. Gv 15, 1-8 . Se rimanete in me e le mie parole rimangono in voi, chiedete quel che volete e … Io sono la vite, voi i tralci. Senza Gesù non si può far nulla delle sue opere. Chi resta fedele al legame, chi continua ad ascoltare la Parola di vita entrerà in una relazione piena di gioia, ricca di frutti e carica di speranza. 8 In questo è glorificato il Padre mio: che portiate molto frutto e diventiate miei discepoli. 5 Io sono la vite, voi siete i tralci. Gesù Cristo ha detto: “Chiunque vive e crede in Me non morirà in eterno.” “Chiunque viene a Me, non lo respingerò.” “Senza di me non potete fare nulla”. Quando comprenderete e accetterete questo, si realizzerà ciò che vi è promesso. In molte sue apparizioni spesso ha detto: senza di me non potete fare nulla. Il nulla è universale, abbraccia ogni direzione, ingloba ogni relazione con Dio, con gli uomini, con la stessa terra. Da alberi secchi, messi nel foco a bruciare. Da quel giorno Sherlock non perse più una Messa la domenica; fece sempre la comunione e passò molto tempo della sua giornata a parlare ed ascoltare Gesù nella preghiera. Senza Dio non possiamo fare le opere di Dio. Senza di me non potete far nulla Convegno di Lode ed Evangelizzazione del 14 Novembre 2010. Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...). Chi rimane in me e io in lui, fa molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. no! Le parole di Gesù non consentono alcun dubbio, alcuna diversa interpretazione. Voi siete già mondi, per la parola che vi ho annunziato. Sono state fatte cose impensabili e … Sembrava una frase senza senso. Il suo cuore si eccitò alla partenza. Egli ci lascia fare, perché rispetta la libertà delle sue creature. La frase di Gesù sopra-citata, è al quanto eloquente, "Io sono la vite, voi i tralci. Non dice che faremmo male o a metà le cose, ma proprio che non faremmo nulla. Questa è la verità della nostra vita. Io sono la vite, voi i tralci. non potete fare nulla”. Non c’è situazione che non mi faccia dire: cose da pazzi. Sono state fatte cose impensabili e … 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese. Cosa sarebbe stata l’Europa senza il cristianesimo? Essere missionari oggi nel mondo. Chi non rimane in me viene gettato via come il tralcio e si secca, e poi lo raccolgono e Se rimanete in me e le mie parole rimangono in voi, chiedete quel che volete e … Colui che dimora in me e nel quale io dimoro, porta molto frutto; perché senza di me non potete fare nulla. Non c’è famiglia in cui non si pensi: ma non potremmo essere una famiglia normale? Io sono la vite, voi siete i tralci. Siamo divenuti predicatori che giustificano il male in ogni sua forma. Senza di me non potete fare nulla . 7 Se dimorate in me e le mie parole dimorano in voi, domandate quello che volete e vi sarà fatto. Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Non dice che faremmo male o a metà le cose, ma proprio che non faremmo nulla. Colui che dimora in me e nel quale io dimoro, porta molto frutto; perché senza di me non potete fare nulla. Chi rimane in me e io in lui, fa molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. Questa è la verità della nostra vita. Io sono la vite, voi i tralci. Da. Sia il poco sia il molto, non si può farlo comunque senza di Lui, poiché senza di Lui non si può fare nulla. Da soli siamo invincibilmente sterili di tutto. In fondo tutti noi pensiamo di essere capaci a fare un sacco di cose. Io sono la vite, voi i tralci. 5 Io sono la vite, voi i tralci. Il terzo giorno risuscito' era Gesu'..di vania trabucco added 3 new photos to the album: Parola del Signore <3 . Quindi, se non possiamo neppure pensare senza dipendere da Dio, molto meno possiamo compiere altre cose” (Commento al Vangelo di Giovanni 15,5). “Senza di me non potete fare nulla” (Gv.15.08) Spesso abbiamo la presunzione di operare senza l’aiuto del Signore, dimenticando la sua costante presenza in noi. 724 likes. 7 Se dimorate in me e le mie parole dimorano in voi, domandate quel che volete e vi sarà fatto. Rimanete in me e io in voi. Senza di lui non possiamo far nulla. Senza la forza che ci viene dal Signore non posiamo fare nulla né nell’ordine della natura né in quello della grazia. Egli ci lascia fare, perché rispetta la libertà delle sue creature. Onori il tuo amico avendo bisogno di lui, chiedendo a lui l’aiuto e affidandoti a lui. commento al Vangelo di Giovanni (81, 3): Non ha detto: senza di Me potete fare poco. “SENZA DI ME NON POTETE FARE NULLA” Tema del "Paginone": NON POSSIAMO VIVERE SENZA ... LA DOMENICA. “Senza di me non potete far nulla” (Gv 15, 5) «Io sono la vera vite e il Padre mio è il vignaio-lo. Di tutto questo, e di molto altro, Papa Francesco parla nel libro-intervista intitolato " Senza di Lui non possiamo far nulla. Tutti i popoli e tutte le religioni, durante l’arco dell’anno, hanno feste da celebrare, giorni speciali da riservare alla memoria di eventi sacri.Tuttavia, oltre a ebrei e cristiani, non c’è altro popolo al mondo che riservi un giorno settimanale per Dio. Le confessioni di Mamma Natuzza: "Ho visto i ... © Copyright Aleteia SAS tutti i diritti riservati. commento al Vangelo di Giovanni (81, 3): Non ha detto: senza di Me potete fare poco. Se rimanete in me e le mie parole rimangono in voi, chiedete quel che “Senza di me non potete fare nulla” ha detto Gesù (Gv 15,5). Chi rimane in me e io in lui, fa molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. 6 Se uno non dimora in me, è gettato via come il tralcio, e si secca; questi tralci si raccolgono, si gettano nel fuoco e si bruciano. Colui che dimora in me, e nel quale io dimoro, porta molto frutto; perché senza di me non potete fare nulla. Chi rimane in me e io in lui, fa molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. Ogni tralcio che in me non porta frutto, lo toglie e ogni tralcio che porta frutto, lo pota perché porti più frutto. E questa affermazione non va letta in termini di ricatto, così come la successiva: «Senza di me non potete far nulla». E' solo rimanendo in Lui che si porta frutto! 6 Chi non rimane in me viene gettato via come il tralcio e si secca, e poi lo raccolgono e lo gettano nel fuoco e lo bruciano. Come dice Paolo in Romani 7:18, “in me, cioè nella mia carne, non abita alcun bene.” senza quel pizzico di follia che mi rende infelice? Anche se il cammino è pervaso da impegno, gratuità, sacrificio…nulla. in me e io in lui, fa molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. Il tralcio che non porta frutto sarà bruciato. 7 Se dimorate in me e le mie parole dimorano in voi, domandate quello che volete e vi sarà fatto. Ogni tralcio che in me non porta frutto, lo toglie e ogni tralcio che porta frutto, lo pota per-ché porti più frutto. Chi rimane in me e io in lui, fa molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. Chi non rimane in me viene gettato via come il tralcio e si secca, e poi lo raccolgono e lo gettano nel fuoco e lo bruciano. Ogni tanto c’è qualcosa che va per il verso giusto ma subito capita qualcosa di storto. In molte sue apparizioni spesso ha detto: senza di me non potete fare nulla. Il perché è semplice e decisivo: “Senza di me non potete fare nulla”. 8 In questo è glorificato il Padre mio, che portiate molto frutto, e così sarete miei discepoli. Gli atei considerano questa frase un modo di dire che non ha valore. Io sono la pietra viva - senza di me nulla potete fare, Spello. Chi non rimane in me viene gettato via come il tralcio e secca; poi lo raccolgono, lo gettano nel fuoco e lo bruciano. La verità è che io vorrei il paradiso in terra e invece no: il paradiso ci sarà nel Paradiso. Dunque davanti alla paura della malattia, colpiti dal flagello, troveremo la salvezza solo in Gesù e Maria, e solo loro hanno il giusto rimedio per salvarci da questa situazione. Senza Cristo, siamo incapaci di fare qualsiasi bene. Ma le nostre vedute sono piuttosto ristrette e la nostra volontà è inconsistente. I santi stanno a testimoniare che è stando davanti a Dio che ci si fa santi! 3 Voi siete già mondi a motivo della parola che vi ho annunziata. Senza di me non potete far nulla. Una conversazione con Gianni Valente è un libro di Francesco (Jorge Mario Bergoglio) , Gianni Valente pubblicato da Libreria Editrice Vaticana : acquista su IBS a 10.00€! Non può. 6 Chi non rimane in me viene gettato via come il tralcio e si secca, e poi lo raccolgono e lo gettano nel fuoco e lo bruciano. Senza mio Figlio, non potete fare nulla! Voi siete già mondi, per la parola che vi ho an-nunziato. ... desiderano fare cose più importanti, senza notare che se si manca di virtù nelle piccole cose, ne si avrà ancor meno nelle grandi. Il nulla è assoluto. Leggi anche:Essere cristiani significa suscitare una nostalgia di Dio nel cuore dell’uomo. Senza Dio non possiamo fare le opere di Dio. L’Agenzia Fides ne propone in anteprima alcuni estratti. La vigna è vigna vera, se … È lui che ci conserva nell’esistenza ed è lui ci dona tutto quanto abbiamo a nostra disposizione. Senza di me non potete far nulla Senza di me non potete far nulla 23 LUGLIO (Gv 15,1-8) Nell’Antico Testamento è Dio che pianta la vigna. Da. Nell’ordine della natura: la nostra esistenza viene da lui. Nuova Diodati: Giovanni 15:5. Capisco finalmente perché Gesù diceva “Senza di me non potete fare nulla” (Gv 15,8): solo apparentemente posso fare cose ma senza di Lui sono cose che non mi portano da nessuna parte. Senza Cristo Gesù l’uomo si deve considerare non atto a produrre vita. "Senza di me non potete far nulla" (Gv 15,5) Filoteo il Sinaita, monaco e igumeno del monastero del Roveto ardente - Capitoli nettici, n. 20, 22. mag gio 13, 2020. Senza di me non potete fare nulla. Ma oggi sento di voler condividere le parole che mi hanno accompagnato in questi mesi: “Senza di me non potete far nulla” Anche se buono, bello, nobile…nulla. “Senza di me non potete far nulla” Chiedi per te, per la tua famiglia, per il gruppo, la comunità, la parrocchia di cui fai parte… il dono di scoprire l’adorazione. 8 In questo è glorificato il Padre mio: che portiate molto frutto, così sarete miei discepoli. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare. 6 Chi non rimane in me viene gettato via come il tralcio e secca; poi lo raccolgono, lo gettano nel fuoco e lo bruciano. Chi resta fedele al legame, chi continua ad ascoltare la Parola di vita entrerà in una relazione piena di gioia, ricca di frutti e carica di speranza. Come il tralcio non può far frutto da se stesso se non rimane nella vite, così anche voi se non rimanete in me. Le potenze economiche emergenti come il Giappone (da tempo), la Cina, Leggi tutto… Non poco o molto, ma nulla si può fare senza di lui. 5 Io sono la vite, voi siete i tralci; chi dimora in me e io in lui, porta molto frutto, poiché senza di me non potete far nulla. 4 Dimorate in me, e io dimorerò in voi. Non mi devo meravigliare che gli altri mi sembrino piuttosto pazzi perché lo sono anch’io. "Senza di me non potete far nulla" San Francesco Saverio (1506-1552), missionario gesuita - Lettera del 05/11/1549, n° 90, 34-36. La misteriosa fecondità della missione non consiste nelle nostre intenzioni, nei nostri metodi, nei nostri slanci e nelle nostre iniziative, ma riposa proprio in questa vertigine: la vertigine che si avverte davanti alle parole di Gesù, quando dice «senza di me non potete far nulla». Gesù parlò a Sherlok: "Io sono la vita.. senza di me non potete fare nulla". Senza di me non potete far nulla… Home Vita Missionaria Senza di me non potete far nulla… 15/05/2020 01/06/2020 , Evangelizzazione , Vita Missionaria , Italia , Provincia Italia , 0 Non ne parliamo degli ambienti di lavoro: scorrettezze, invidie, disagi derivanti unicamente dal cattivo genio umano. “Ovunque il guardo giro/cose da pazzi vedo”. Anche se lo desideri con tutto il cuore…nulla. Sant’Agostino sottolinea: “Non dice: senza di me potete far poco, ma dice: non potete far nulla. Chi rimane in me e io in lui, fa molto frutto, perché senza di me non potete fare nulla". Senza di me non potete far nulla. 7 Se rimanete in me e le mie parole rimangono in voi, chiedete quel che volete e vi sarà dato. 2 Ogni tralcio che in me non porta frutto, lo toglie via; ma ogni tralcio che porta frutto, lo pota affinché ne porti ancora di più. Se rimanete in me e le mie parole rimangono in voi, chiedete quello che volete e … “Senza di me non potete fare nulla” ha detto Gesù (Gv 15,5). E il filosofo medievale Isacco della Stella (1100-1169) - monaco cistercense, che fu abate Nel contesto biblico invece è specificato che tu devi far qualcosa. Perché è nella condizione della creazione che manchi sempre qualcosa. 6 Se uno non dimora in me, è gettato via come il tralcio, e si secca; questi tralci si raccolgono, si gettano nel fuoco e si bruciano. Senza di me non potete far nulla Il cristianesimo non è una legge da osservare. Tra Lui e la sua piantagione vi è solo una relazione di giustizia, che è tutta nella verità della vigna. Come il tralcio non può da sé dare frutto se non rimane nella vite, così neppure voi, se non dimorate in me. Il tralcio che non porta frutto sarà bruciato. Nulla non vuol dire “qualcosa”, significa”niente”. Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media. Sette volte in quattro versi Gesù insiste nel dirci che dobbiamo rimanere in Lui. Ecco qualche dato: Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Non è però la nostra vita che deve essere vissuta. Nella società moderna l’uomo si è messo al posto di dio ed ha programmato, disposto tutto. Staccati da Lui, si possono anche fare cose portentose e avere successi strepitosi, ma si è come il ramo secco che viene buttato via e poi bruciato nel fuoco. Io sono la vite, voi i tralci. Neanche bruciamo, ma produciamo solo fumo di menzogna, falsità, inganno, illusione. Il perché è semplice e decisivo: “Senza di me non potete fare nulla”. Nella società moderna l’uomo si è messo al posto di dio ed ha programmato, disposto tutto. Invece le cose non vanno mai come dovrebbero. Questo è il racconto di un pellegrino il quale aveva sentito dire, che per avere la vita eterna, bastava entrare attraverso una porta, in una certa località. La frase di Gesù sopra-citata, è al quanto eloquente, "Io sono la vite, voi i tralci. Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video. Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine. Io sono la vite, voi i tralci. Chi rimane in me e io in lui, fa molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. Domenica 14 Novembre 2010 si è svolto un Convegno di evangelizzazione e formazione della Comunità sul tema Senza di me non potete far nulla (Gv 15,5). Spesso abbiamo la presunzione di operare senza l'aiuto del Signore, dimenticando la sua costante presenza in noi. «Senza di me non pote- te fare nulla», ha detto Gesù. Dal cristianesimo è sbocciata l’Europa e il modello occidentale è il plasmatore della globalizzazione. Capisco finalmente perché Gesù diceva “Senza di me non potete fare nulla” (Gv 15,8): solo apparentemente posso fare cose ma senza di Lui sono cose che non mi portano da nessuna parte. Non c’è stato un giorno, durante quest’anno, in cui quella ferita non abbia bussato alle porte del nostro cuore. Senza di me non potete fare nulla Aprile 2014 Spesso abbiamo la presunzione di operare senza l'aiuto del Signore, dimenticando la sua costante presenza in noi. Antonella- ... Figli miei, avete bisogno di Dio. Devo capire che ho bisogno della preghiera perché io non sono buono. Non potete andare avanti senza mio Figlio. Dal cristianesimo è sbocciata l’Europa e il modello occidentale è il plasmatore della globalizzazione. 7 Se dimorate in me e le mie parole dimorano in voi, domandate quello che volete e vi sarà fatto. Chi non rimane in me viene gettato via come il tralcio e si secca, e poi lo raccolgono e lo gettano nel fuoco e lo bruciano. Anche se lo desideri con tutto il cuore…nulla. Ricerca avanzata (45909 commenti presenti) Chi non rimane in me viene gettato via come il tralcio e si secca, e poi lo raccolgono e lo gettano nel fuoco e lo bruciano. Ma oggi sento di voler condividere le parole che mi hanno accompagnato in questi mesi: “Senza di me non potete far nulla” Anche se buono, bello, nobile…nulla. L’illusione di poter fare a meno del cristianesimo sta arrivando al capolinea. 4 Rimanete in me e io in voi. Perfino San Paolo diceva che si trovava a fare ciò che non voleva e che era a disagio nel suo corpo (Romani 7): un grande apostolo. Ma le nostre vedute sono piuttosto ristrette e la nostra volontà è inconsistente. Senza di me non potete fare nulla. Nelle università, negli ospedali, nelle aziende… Sempre sorge il desiderio che le cose potrebbero andare meglio, che ci vorrebbe un po’ di buon senso: non si sanno semplificare le cose e mirare ad un obbiettivo comune positivo. 6 Se uno non dimora in me, è gettato via come il tralcio e si secca; poi questi tralci si raccolgono, si gettano nel fuoco e sono bruciati. Chi rimane in me e io in lui, fa molto frutto, perché senza di me non potete fare nulla". Grazie! La misteriosa fecondità della missione non consiste nelle nostre intenzioni, nei nostri metodi, nei nostri slanci e nelle nostre iniziative, ma riposa proprio in questa vertigine: la vertigine che si avverte davanti alle parole di Gesù, quando dice «senza di me non potete far nulla». «Senza di me non pote-te fare nulla», ha detto Gesù. “Senza di me non potete fare nulla”… una verità, LA Verità che anima il nostro cuore, che dona leggerezza e spazi di tenerezza e amore per le coppie che ci sono state affidate per questi anni. In Giovanni 15:5, Gesù dice “senza di me non potete fare nulla.” Siamo paralizzati. La vite e i tralciCl 2:6-7; Ga 2:20; Ef 3:17-19; 2:10; Gv 14:21, 23; Lu 13:6-91 «Io sono la vera vite e il Padre mio è il vignaiuolo. È in verità la vita di Cristo che deve essere vissuta interamente in noi, non però secondo la nostra volontà, ma secondo la nuova creazione che lo Spirito Santo opera in noi attraverso i sacramenti della Chiesa. Chi rimane in me, e io in lui, porta molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno. 2 Ogni tralcio che in me non dà frutto, lo toglie via; e ogni tralcio che dà frutto, lo pota affinché ne dia di più. Il Signore è sempre il soggetto privilegiato delle nostre azioni… come nell’immagine che Egli ci … Senza di me non potete far nulla… Home Vita Missionaria Senza di me non potete far nulla… 15/05/2020 01/06/2020 , Evangelizzazione , Vita Missionaria , Italia , Provincia Italia , 0 Noi siamo i tralci, lui la vite e noi dobbiamo portare i frutti della vite, se ci distacchiamo da essa non possiamo far frutti. Gli atei considerano questa frase un modo di dire che non ha valore. .css-tadcwa:hover{-webkit-text-decoration:underline;text-decoration:underline;}Giuseppe Corigliano - @media screen and (max-width:767px){.css-ij9gf6 .date-separator{display:none;}.css-ij9gf6 .date-updated{display:block;width:100%;}}pubblicato il 04/01/18. 4 Dimorate in me e io dimorerò in voi; come il tralcio non può da sé portare frutto se non dimora nella vite, così neanche voi, se non dimorate in me. Nulla non vuol dire “qualcosa”, significa”niente”. cosa sarebbe la civiltà nostra senza il Vangelo? Chi rimane in me e io in lui, fa molto frutto, perché senza di me non potete fare nulla. Senza mio Figlio, non potete fare nulla! Se rimanete in me e le mie parole rimangono in voi, chiedete quello che volete e … Dunque davanti alla paura della malattia, colpiti dal flagello, troveremo la salvezza solo in Gesù e Maria, e solo loro hanno il giusto rimedio per salvarci da questa situazione. Come il tralcio non può far frutto da se stesso se non rimane nella vite, così anche voi se non rimanete in me. Disse Gesù ai suoi discepoli: «Io sono la vera vite e il Padre mio è il vignaiolo. C.E.I. Finalmente poteva ottenere la vita eterna per mezzo … Senza di Me non potete far nulla. Chi rimane in me e io in lui, fa molto frutto, perché senza di me non potete far nulla. Perfino gli apostoli, che avevano Gesù davanti, discutono su chi è il più grande fra loro. Che sciocchezza! E questa affermazione non va letta in termini di ricatto, così come la successiva: «Senza di me non potete far nulla». Domenica 14 Novembre 2010 si è svolto un Convegno di evangelizzazione e formazione della Comunità sul tema Senza di me non potete far nulla (Gv 15,5). Egli ci lascia fare, perché rispetta la libertà delle sue creature. Sembrava una frase senza senso. La Provvidenza mi indica la strada giusta e il Signore mi aiuta. L’Europa è nata dal cristianesimo, dalle abbazie benedettine, eppure quante storture, eresie, guerre… Devo allora abbandonare il cristianesimo? Chi non rimane in me viene gettato via come il tralcio e si secca, e poi lo raccolgono e lo gettano nel fuoco e lo bruciano. Non potete andare avanti senza mio Figlio. 27 APRILE (Gv 15,1-8) Gesù lo afferma come verità assoluta: “Senza di me non potete fare nulla”. Senza di me non potete fare nulla Per comprendere quanto sia fondamentale, per lo sviluppo della vita cristiana, sforzarsi di acquisire e conservare la pace del cuore, la prima cosa di cui dobbiamo essere ben convinti è che tutto il bene che possiamo fare viene da Dio e da lui solo. Intima comunione fra Gesù e i suoi redenti1 «Io sono la vera vite e il Padre mio è l'agricoltore. “Senza di me non potete fare nulla” (Gv.15.08) Spesso abbiamo la presunzione di operare senza l’aiuto del Signore, dimenticando la sua costante presenza in noi. allora vedo il bicchiere mezzo pieno e capisco che il Signore non mi concede la perfezione assoluta perché io comprenda che devo andare da Lui che è l’Unico Buono.