Fitch ha rivisto al ribasso le sue previsioni di crescita per l’economia italiana. Proiezioni macroeconomiche per l'Italia - giugno 2020 pdf 559.5 KB Esercizio previsivo coordinato dell'Eurosistema Data pubblicazione: 5 giugno 2020 Proiezioni macroeconomiche per l'Italia - gennaio 2020 pdf 563.9 KB Estratto del Bollettino economico n. 1 - 2020 Data pubblicazione: 17 gennaio 2020 Nel 2021 le conseguenze della pandemia sull'economia italiana saranno importanti. Nel 2020 si attesterà al 9,4% per poi salire all'11% il prossimo anno La Banca d’Italia diffonde le proprie proiezioni macroeconomiche per l’Italia, nel quadriennio 2020-2023. ROMA (ITALPRESS) – Analogamente ai principali partner europei, per l’Italia si prevede una marcata contrazione del Pil nel 2020 (-8,9%) e una ripresa parziale nel 2021 (+4%). BANCA D’ITALIA: previsioni macroeconomiche 2020-2023 (PIL +2,5%, con alcune incertezze) Roberto I. 3 Dicembre 2020 News Italia. Economia italiana previsioni e stime di crescita per il PIL 2020 fino al 2021. Lo scenario base parte da quanto ipotizzato dalle stime Istat di fine 2019, che già suggerivano un 2020 di modesta crescita: sotto il singolo punto percentuale, al netto dell’inflazione. Secondo le ultime stime dell’agenzia di rating, il pil dell’Italia subirà una contrazione a doppia cifra nel 2020, passando dal -9,5% al … Le previsioni Istat sul Pil, -8,9% nel 2020 e +4% nel 2021. Lo evidenzia l’Istat nel rapporto “Le prospettive per l’economia italiana nel 2020-2021”. Le previsioni di crescita del Pil sono senz’altro l’indicatore da cui partire. Le proiezioni sono state elaborate dagli esperti della Banca d’Italia, nell’ambito dell’esercizio coordinato dell’Eurosistema. Le previsioni presentate sono basate su ipotesi che riguardano prevalentemente l’ampiezza della caduta della produzione nel secondo trimestre del 2020, più marcata di quella del primo, e la velocità della ripresa dei ritmi produttivi nel terzo e quarto trimestre. Per l'Istat dopo il crollo di quest'anno (previsto -8,9%) il Pil recupererà il 4%. Il Fmi rivede al ribasso le stime della produzione per l'Italia nel 2020. ROMA (ITALPRESS) – Analogamente ai principali partner europei, per l’Italia si prevede una marcata contrazione del Pil nel 2020 (-8,9%) e una ripresa parziale nel 2021 (+4%). Il coronavirus arrivato a metà febbraio 2020 è una cosa inaspettata e mai successa prima in una moderna economia. Secondo le previsioni economiche, il Pil della zona euro si contrarrà del 7,8% nel 2020 prima di crescere del 4,2% nel 2021 e del 3% nel 2022. Le previsioni di Via Nazionale: -9% nel 2020, in linea con le previsioni del governo, e solo +3,5% per il prossimo anno.