I Sumeri: la prima birra La birra, come generica bevanda ottenuta con la fermentazione di cereali, è di antichissime origini. L'identificazione della sostanza come birra con luppolo comporterebbe la retrodatazione della birra moderna all'età del ferro ad opera delle popolazioni Liguri[14]. 1830, p.47), Moral Imagination in Kaguru Modes of Thought, Beer in The American Heritage Dictionary of the English Language, Ale in The American Heritage Dictionary of the English Language, Tavola VII dell'epopea di Gilgamesh in cui viene citata la birra, Testo della canzone da pub tradizionale britannica "Beer, Beer, Beer", https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Storia_della_birra&oldid=115131796, Voci con modulo citazione e parametro coautori, Template Webarchive - collegamenti all'Internet Archive, Voci con modulo citazione e parametro pagine, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo. Ulteriori innovazioni nel processo di produzione della birra si ebbero con l'introduzione del termometro nel 1760 e del densimetro nel 1770, strumenti che permisero ai birrai di aumentare l'efficienza. La birra ebbe un'importanza notevole per i, Termine sumero per indicare il pane d'orzo cotto due volte, La birra dei Liguri e dei Celti cisalpini tra archeologia, storia e linguistica, Medieval science, technology, and medicine : an encyclopedia (2005) Thomas Glick, Steven J. Livesey, Faith Wallis, editors, "Town and Country Brewery Book" (approx. Una nostra giovane lettrice, Federica di Bari, mi ha chiesto alcune informazioni per realizzare una ricerca scolastica sulle modalità di conservazione dei cibi applicate dagli uomini antichi e, nello specifico, se la birra, come il pane, può essere considerata un modo per prolungare la conservabilità del grano e dell’orzo: nel Medioevo, i monaci nei periodi di digiuno si sostenevano con questa bevanda, considerata appunto “pane liquido”. In precedenza la birra veniva prodotta da uno o due uomini, durante questo periodo invece la produzione venne gestita da otto-dieci persone: questo modello si diffuse nella Contea d'Olanda nel XIV secolo e in seguito nella Contea delle Fiandre, nel Ducato di Brabante e raggiunse l'Inghilterra alla fine del XV secolo. [senza fonte] Sebbene fosse probabilmente una delle bevande più scelte in Europa, la birra veniva etichettata dalla scienza come sostanza poco salubre, principalmente perché gli antichi greci e i medici arabi avevano condotto pochi esperimenti su di essa. Dalla stessa parola tedesca deriva il francese bière[3]. La birra con il luppolo venne importata in Inghilterra dai Paesi Bassi fin dal 1400 a Winchester, e il luppolo stesso cominciò ad essere piantato sull'isola a partire dal 1428. Sono enologo e tecnologo alimentare, più per vocazione che per professione. hverr sit geð gumi.», «Provvista peggiore Il densimetro trasformò il modo di produrre la birra: prima della sua introduzione le birre erano fabbricate da un malto singolo: braunbier da malto tostato (brown), birre amber da malto amber, pale beer da malto pale. a patto che mantenga Questo è soggetto ad essere contaminato dal fumo, a causa dell'incuria, dell'avidità o dell'incapacità del fabbricante. L’essiccazione naturale, l’unica tecnica applicabile in antichità, si basa sulla eliminazione dell’acqua per semplice esposizione al sole. Le Birre di NATALE in ITALIA: ultima tappa! Tuttavia, al di là dei due ingredienti di base, orzo e farro, la birra prodotta dai Sumeri è avvolta nel mistero. en sé ofdrykkja öls. La birra luppolata fu perfezionata in Germania nel XIII secolo e, grazie alla sua lunga conservazione, fu … L’acqua, infatti, consente lo sviluppo dei microrganismi che alterano gli alimenti e velocizza anche tutte le reazioni chimiche causa dei deperimenti e della perdita di valore nutritivo. Sicuramente la capacità di conservare i cibi si è sviluppata non appena i nostri antichi antenati hanno acquisito la posizione eretta: testimonianze storiche indicano che la cottura alla brace era già conosciuta fin dal 500.000 a.C. come tecnica adatta per eliminare parassiti e batteri e rendere il cibo più gradevole al gusto e più digeribile. ", .mw-parser-output .chiarimento{background:#ffeaea;color:#444444}.mw-parser-output .chiarimento-apice{color:red}Il 26 novembre 1995[senza fonte] è stato ritrovato, in una necropoli della cultura di Golasecca presso Pombia (NO), un bicchiere d'impasto databile intorno al 560 a.C., collocato ritualmente sopra le ceneri nell'urna, con resti di una probabile birra rossa di gradazione medio-alta. La maggior parte delle birre fino a tempi relativamente recenti erano quelle oggi chiamate ale. at ins fróða Fjalars; Deve essere presa ogni precauzione per evitare questo incidente, che è uno dei più pregiudizievoli che può accadere alle bevande maltate». In greco antico – la bevanda non era tradizionale in Grecia – la parola per la birra egiziana era ζῦθος zŷthos (forse da ζύμη zýmē, "lievito"[7]), per quella frigia o trace βρῦτον brŷton[3]; oggi si usa un prestito dall'italiano[8]: μπίρα bíra. L'invenzione del tostacaffè nel 1817 ad opera di Daniel Wheeler permise la creazione di malti molto scuri e tostati, contribuendo al sapore delle birre porter e stout: il suo sviluppo venne stimolato da una legge britannica del 1816 che proibiva l'uso per la birra di qualsiasi ingrediente che non fosse malto e luppolo. fullr er hann ljóða Tuttavia, al di là dei due ingredienti di base, orzo e farro, la birra prodotta dai Sumeri è avvolta nel mistero. L'impiego del luppolo nella birra è stato descritto nell'822 da un abate carolingio; ancora, nel 1067 la badessa Ildegarda di Bingen scriveva: «Se qualcuno intende fare della birra con l'avena, viene preparata con il luppolo.», La pratica dell'aromatizzazione con il luppolo era nota almeno dal IX secolo, ma fu adottata solo gradualmente a causa di problemi nello stabilire la giusta proporzione dei vari ingredienti. La ricchezza dello Stato dipendeva dai prodotti agricoli percui bisognava trovare un modo per controllare i magazzinie i granai, in modo da tenere conto conto dei prodotti che entravano e uscivano. Antiche fonti inglesi fanno distinzione tra le due parole, ma non definiscono cosa si intenda per "birra" durante quel periodo, nonostante sia possibile che si riferisca all'idromele (mead)[3]. varð ofrölvi, Era svá gott, La birra divenne fondamentale per tutte le civiltà classiche dell'antico occidente che coltivavano cereali, compreso l'Egitto, a tal punto che nel 1868 James Death ha proposto la teoria nel suo libro The Beer of the Bible secondo cui la manna dal cielo che Dio ha dato agli Ebrei era una birra a base di pane, simile al porridge, chiamata wusa[12]. Prima della fine del XVIII secolo, il malto veniva essiccato principalmente su fiamme provenienti dal legno, dalla carbonella o dalla paglia, e dopo il 1600 dal carbone coke. Fino a quel momento il termine ale si riferì specificamente a birre senza luppolo, nonostante questa non sia più la definizione attuale della parola (indica infatti le birre ad alta fermentazione). [16], Nel XIV secolo in Inghilterra furono introdotte delle leggi per imporre l'uso del luppolo, ed in seguito furono introdotte leggi simili in altri paesi. Storia Della Birra Dai Sumeri La birra nella storia: i Sumeri Nella così detta regione della mezzaluna fertile, culla della civiltà, ritroviamo le prime tracce di cultura birraria. Passiamo in Egitto, nella tomba di Ai-Nefert (2500 a,C. La forma dell'antico inglese beor[3] è scomparsa subito dopo la conquista normanna dell'Inghilterra (in risposta all'introduzione del luppolo che non sarà ampiamente utilizzato per altri duecento anni), e il termine è rientrato a far parte della lingua inglese solamente secoli dopo, riferendosi esclusivamente alle bevande di malto con luppolo. hann stelr geði guma; Grazie ad un po’ di gavetta e qualche delusione nella divulgazione sul web, ma soprattutto alla comune passione e dedizione di tanti amici che amano la birra, ho gettato le basi per far nascere e crescere questo portale. l'uomo che troppo beve Per questo io ringrazio tutti i Sumeri perché sumeritano di buoni incantesimi Le ruote dei Sumeri erano di legno pieno. Quale modo migliore di rispondere se non con un articolo dedicato a tutti gli internauti? Ogni giorno nuovi contenuti freschi. La legge bavarese fu applicata in tutta la Germania subito dopo l'unificazione tedesca nell'Impero tedesco ad opera di Otto von Bismarck nel 1871, e da allora è stata aggiornata per riflettere le tendenze moderne nella produzione della birra. Secondo una leggenda, infatti, la birra è nata grazie all’errore e alla sbadataggine di una donna, che dimenticò un piatto di cereali fuori casa; ci fu un temporale, i semi si bagnarono …. La birra, fra le genti del Nord Europa, era considerata una bevanda sacra per i guerrieri: come ogni liquido fermentato, essa ha subito un processo di purificazione e può trasmettere all'uomo le energie della terra nella loro totalità. Italia: terra di santi, poeti, navigatori e critici…, Libri antichi: La fabbricazione della birra, 1922. Non è così buona In Inghilterra queste leggi portarono a sollevazioni di contadini: questi sostenevano che il luppolo rovinasse il sapore della birra. ok megintíri; La birra viene citata inoltre nell'Epopea di Gilgamesh, in cui viene servita da bere della birra al selvaggio Enkidu[11]. Non posso descrivere quante soddisfazioni mi dona! Il termine ha rimpiazzato l'antico cervogia, che indicava le birre fatte senza luppolo[2]. Amo lavorare nelle cantine e nei birrifici, sperimentare nuove possibilità, insegnare (ad oggi sono docente al corso biennale “Mastro birraio” di Torino e docente di area tecnica presso l’IIS Umberto Primo – la celeberrima Scuola Enologica di Alba) e comunicare con passione e rigore scientifico tutto ciò che riguarda il mio lavoro. Il popolo che ha inventato la birra: i Sumeri e la dea della birra. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 25 ago 2020 alle 22:56. In primis, però, voglio esprimere profonda gratitudine a quegli insegnanti che, oltre alle canoniche materie di scuola, affrontano argomenti così importanti, come quello dell’alimentazione, impegnandosi a trasmettere alle giovani generazioni i valori storici e tradizionali dei nostri cibi, le conoscenze compositive e produttive sugli alimenti, la capacità critica di scelta di ciò di cui nutrirsi… insomma, la cultura del cibo! e rune di gioia.». io stesso venni incatenato I progressi nella refrigerazione, nella spedizione internazionale e transcontinentale, nella distribuzione e nel commercio hanno dato vita ad un mercato internazionale in cui il consumatore può scegliere letteralmente tra centinaia di vari tipi di birra locale, regionale, nazionale ed estera. Si sviluppò anche il commercio. Vedere. sá er yfir ölðrom þrumir, La forma latina è un probabile relitto mediterraneo preindoeuropeo[2] come cerea o caelia, bevanda fermentata usata nella Spagna romana[6]. la birra per i figli degli uomini. e così nacque la birra… [13], Le conoscenze sulla birra vennero tramandate ai Greci: al riguardo Platone avrebbe scritto che "Deve essere stato un uomo saggio a inventare la birra. Prima del luppolo veniva utilizzata la gruit, una miscela di varie spezie, che però non aveva le stesse proprietà conservanti del primo: la birra aromatizzata senza luppolo, infatti, veniva bevuta subito dopo la preparazione e non poteva essere esportata; l'unica alternativa era aumentare il contenuto di alcol, ma ciò risultava piuttosto costoso. Questo perché erano le donne a preparare la birra ogni giorno, masticando i grandi e sputandoli in una pentola. Nel 1256 Aldobrandino da Siena descrisse la natura della birra nel modo seguente:[15], «Comunque con qualsiasi cosa venga prodotta, sia con l'avena, sia con l'orzo o con il frumento, [la birra] fa male alla testa e allo stomaco, causa una cattiva respirazione e rovina i denti, riempie lo stomaco con fumi dannosi, e chiunque la beva insieme al vino diventa ubriaco rapidamente; ma ha la proprietà di facilitare la minzione e rende la pelle bianca e liscia.». síns til geðs gumi. Comunque la birra fu inventata dai Sumeri. Nei vari dialetti dello spagnolo e del portoghese la bevanda viene chiamata cerveza, cerveja o con un termine analogo a questa forma, che deriva dal latino cervēsia o cer(e)vīsia[2] così come il francese cervoise "birra senza luppolo", da cui cervogia. Kitkat Snax: in Giappone la versione dello snack da abbinare alla birra! La prima, legittima, domanda da porsi è quando l’uomo ha “inventato” la conservazione. Dai caratteri cuneiformi dei sumeri sappiamo inoltre che le "case della birra" sono tenute da donne, che la birra d'orzo é chiamata sikaru (pane liquido) mentre … Imbottigliamento isobarico: la nuova frontiera tecnologica accessibile per i microbirrifici! Tweet. Questo e altri meme su alcol. Nell'Inghilterra del XV secolo, una birra senza luppolo era nota come ale, mentre l'uso di questo trasformava la bevanda in birra. Secondo i Norreni la schiuma della birra è da ricondurre alla schiuma del mare e secondo la leggenda, all’interno del palazzo dorato dove viveva il dio del mare, la birra si versava da sola. È [come] l'avanzata impetuosa del Tigri e dell'Eufrate». vegra hann velli at I sumeri conoscevano già vari tipi di malti a seconda della tostatura e avevano una dea chiamata Ninkasi, che tradotto significa “Signora che prepara birra”. Tuttavia il malto brown essiccato con paglia preferito a Londra era il meno ricercato: questa è la ragione principale per cui veniva valutato più della varietà essiccata a legna. Oggi l'industria birraria è un business di proporzioni globali, composto da alcune industrie multinazionali e da molte migliaia di produttori più piccoli che vanno dai brewpub ai birrifici regionali. ebbro senza misura, Una osservazione “scientifica” semplice ed empirica, che anche gli antichi uomini hanno dedotto è che gli alimenti si conservano meno a lungo se contengono più acqua. Un altro mezzo è quello di far sviluppare microrganismi non alteranti, in modo da causare delle trasformazioni dei cibi freschi in prodotti comunque commestibili (se non più buoni) e più conservabili (in quanto costituiti da elementi di scarto dell’attacco microbico desiderato). In un libro del 1830 circa [20], c'è un capitolo su cosa può andare male durante il maltaggio. La birra ebbe un'importanza notevole per i primi Romani, ma durante il periodo repubblicano il vino divenne la bevanda alcolica d'elezione; la birra cominciò ad essere considerata una bevanda adatta solamente ai barbari; Tacito scrisse della birra prodotta dalle popolazioni germaniche del tempo con toni dispregiativi. Il malto fumoso veniva considerato un serio errore: «The third error consists in the drying of malt. In alcune parti dell'Africa la preparazione e il consumo collettivo di birra sono importanti fattori di coesione sociale; per esempio i Nande del Congo la considerano il ritorno degli avi sotto forma di cibo; tra i Kaguru della Tanzania la birra assume un'importanza pari alla danza nei riti di passaggio[22][23]. Aviam, una interessante beerfirm Made in Sicily. Dalle penne di quell'uccello Ominide 1778 punti. ek fjötraðr vark chi indugia in birreria; Birra: una invenzione dei Sumeri per conservare l’orzo! Alla scoperta di una nuova realtà friulana! Quindi un disegno = un prodotto. ("né luppolo, né erba né altra sostanza deve essere messa nella ale o nella bevanda alcolica in cui deve essere preparata la ale; ma solo acqua, malto e lievito"). Una tavoletta di argilla risalente all’epoca predinastica sumera (circa 4.000 a.C.), meglio nota come il “monumento Blau”, dal nome dell’archeologo che e grande fama, mescolata con forza Ma di tecnologie vere e proprie si può parlare solo dopo la nascita dell’agricoltura, avvenuta circa 8.000 anni fa, che ha permesso una produzione continua di alimenti. La storia insegna che la birra è stata inventata da una donna. La cottura, però, di fatto, soprattutto riferita a quel contesto storico, è da considerarsi non tanto una modalità di conservazione, quanto un sistema di risanamento, ovvero una tecnica in grado di rendere commestibili cibi anche già alterati ed inidonei come tali sotto il profilo gustativo ed igienico al consumo. Si dice quindi orzo distico, tetrastico o esastico a seconda che due, quattro o sei fiori vengano resi fertili, sviluppando … Ad ogni modo spesso queste compagnie hanno provato a continuare sul solco delle tradizioni di eccellenza mentre crescevano enormemente. di tommy.00. La stessa radice è all'origine dello svedese öl e del danese e norvegese øl; da queste è stata prestata alle lingue baltiche (lettone e lituano alus e a quelle baltofinniche (finlandese olut ed estone õlu). sem gott kveða ok gamanrúna.», «Ti porgo la birra, Grazie ai reperti archeologici come tavolette cuneiformi e vasellame, sappiamo che già agli albori della civiltà, oltre 4.000 anni fa, le bevande a base di cereali fermentati erano molto apprezzate dagli abitanti della Mesopotamia. Anche i Traci sono noti per aver consumato birra (brŷton o brŷtos, secondo fonti greche[7]) fatta a partire dalla segale, sin dal V secolo a.C., come scrive Ellanico di Lesbo nelle sue opere. Maggiori informazioni e norme di utilizzo, Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale, consumo consapevole e responsabile della Birra. venerata dai sumeri, ninkasi era considerata la dea della birra In un villaggio sconosciuto tra il Tigri e l’Eufrate nasce così la prima birra. Óminnis hegri heitir È, quindi, plausibile supporre che nel passato, qualche uomo primitivo abbia notato che, ad esempio, una carcassa di animale, piuttosto che un frutto, o un seme di grano (già naturalmente a basso grado di umidità residua al momento della raccolta) rimasti esposti al sole cocente si mantenessero commestibili per un periodo più lungo dei rispettivi alimenti freschi. La birra prodotta senza luppolo andava bevuta subito dopo la preparazione. Sono imparentati con Bier l'inglese beer e il neerlandese bier[3].