XIX le linee ferroviarie Anche qui però il versante adriatico presenta aspetti particolari: la popolazione è più densa (con indici spesso superiori ai 100-150 ab./km²), con una percentuale relativamente alta di insediamenti sparsi, distribuiti con tanta maggior regolarità quanto meno aspre si fanno le forme del rilievo. Gli Appennini attraversano l’Italia per ben 1 350 chilometri da nord a sud. Nome fue incorporada en 1901 y … Alla precedente disposizione a quinte subentra sul versante tirrenico una più complessa struttura che comprende veri e propri massicci racchiudenti altopiani e conche più o meno vaste, divisi da profondi solchi vallivi mentre sul versante adriatico permane generalmente la struttura a pettine con valli parallele separate da dorsali, salvo che nell'Abruzzo centrale, dove si innalzano le massime vette di tutto il sistema. Successivamente, la tettogenesi ha interessato domini via via più esterni, collocati su crosta continentale, e ha determinato il carreggiamento e il sovrascorrimento delle unità deformate sopra quelle in via di deformazione; questo meccanismo ha fatto sì che nell'edificio della catena, caratterizzato da una pila di unità adriatico-vergenti, accatastate una sull'altra, l'unità tettonica geometricamente più alta risulta essersi originata per prima, mentre quella più bassa si è originata per ultima. Se le Alpi sono la corona d'Italia, e delimitano i confini con altri paesi Europei, gli Appennini sono la "spina dorsale" del nostro paese e, con un susseguirsi di creste montuose, la dividono in due versanti: quello occidentale, affacciato sul Mar Tirreno, e quello orientale, affacciato sul Mare Adriatico. Anche le difficoltà delle comunicazioni sono responsabili della generale arretratezza economica delle regioni appenniniche. 4 Be berillio dal greco béryllos, “berillo”, nome, di origine indiana, di una pietra preziosa di colore verdeazzurro: l’acquamarina (verdeazzurra) e lo smeraldo (verde) sono minerali del berillo con particolari impurità. I monti che costituiscono la spina dorsale dell'Italia, Comprende la più alta cima degli Appennini, Significato su Dizionari ed Enciclopedie online. Gli Appennini sono poveri di risorse minerarie e, contrariamente alle Alpi, energetiche. Cosa vuol dire. Questi non hanno fini esclusivamente idroelettrici, ma anche irrigui, industriali e civili. Anche nell'Appennino Calabro le aree montuose sono repulsive per l'insediamento umano, che trova però le condizioni favorevoli lungo certi tratti costieri, nei solchi che separano i singoli gruppi montuosi (specie la valle del Crati) e sui pendii più acclivi dei rilievi stessi. Analogamente alle Alpi, l'Appennino è solitamente suddiviso in tre sezioni principali, Appennino Settentrionale, Appennino Centrale e Appennino Meridionale, convenzionalmente separate da valli trasversali o da valichi A differenza degli altri settori dell'Appennino, in quello Centro-Settentrionale affiora in più punti il basamento cristallino, che risulta ampiamente coinvolto nella costruzione della catena. I rilievi dell'Appennino Settentrionale, di quello Centrale e di quello Meridionale costituiscono una catena continua di direzione NW-SE e presentano strutture vergenti verso l'Adriatico, mentre l'Appennino Siculo, caratterizzato da una catena di rilievi di direzione E-W, presenta strutture vergenti verso l'Africa. L'intero sistema appenninico costituisce un'area repulsiva per l'insediamento umano; nonostante le elevazioni, spesso modeste, l'Appennino ha sovente forme aspre, presenta ampi tratti difficilmente transitabili, è povero di terreni coltivabili, di risorse idriche, di giacimenti minerari. Le unità tettoniche costituenti l'Appennino Centro-Settentrionale sono, dall'alto verso il basso: il complesso liguride, il complesso sicilide, la falda toscana, l'unità del Cervarola e l'unità umbro-marchigiana. Parole derivate . Veduta delle cime innevate del Terminillo.De Agostini Picture Library/S. "Per la struttura geologica dell'Appennino vedi cartina al lemma del 2° volume." Per questo motivo alcuni geologi considerano in un rapporto di causa-effetto l'origine del bacino tirrenico e le fasi tettoniche post-tortoniane che hanno portato all'edificazione della catena appenninica. Su alcune vette dell'Abruzzo vive il pino mugo. Scopri il significato dei nomi e la loro etimologia.Nell'archivio di Nomix.it (in continuo aggiornamento) sono presenti significato e origine di oltre 3'000 nomi, sia italiani che stranieri.. Clicca su Cerca per visualizzare il risultato e sul nome che ti interessa per scoprirne l'etimologia. La geologia contemporanea definisce la questione del confine settentrionale, rilevando che la partizione tra unità geomorfologiche è in realtà molto complessa, e si svolge in ambito tridimensionale (nonché temporale), dove le unità costituenti sovrascorrono le une sulle altre, e l'Appennino Settentrionale risulta dalla sovrapposizione tettonica di due grandi insiemi, strutturalmente diversi per litologia e origine … Nell'Appennino Umbro-Marchigiano l'orografia è caratterizzata da alcune catene parallele, leggermente incurvate, con la concavità rivolta al versante interno; la principale è la più esterna, che inizia all'altezza della valle del Metauro e culmina nel monte Vettore (2476 m), nel gruppo dei monti Sibillini. Le acque ospitano numerosi pesci tra cui il luccio, il magnarone e il barbo canino. Nell'Appennino Centrale prevale invece l'accentramento della popolazione in concomitanza della necessaria limitazione delle colture a poche aree più favorite pedologicamente. risale alla radice preindeu... Rilievo calcareo (516 m) dell'Appennino Centrale, a SE del m... De Agostini Editore S.p.A. sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara. Emilio invece festeggia l'onomastico il 28 maggio in memoria di Sant'Emilio martirizzato in Sardegna con i santi Felice, Luciano e Priamo. Informazioni utili online sulla parola italiana «appennini», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, rime, dizionario inverso. Anche nell'Appennino Meridionale, così come in quello Settentrionale, la distensione connessa con la formazione del bacino tirrenico ha interessato il margine occidentale della catena, dislocandolo in blocchi più o meno ribassati e consentendo la risalita in superficie di ingenti quantità di magma (provincia magmatica campana). In questo tratto di catena si distingue, quindi, dall'alto verso il basso: complesso liguride, complesso sicilide, unità campano-lucane, unità lagonegresi, unità abruzzesi-campane, unità molisane e unità apule. La strutturazione della catena appenninica è avvenuta in seguito a più fasi parossistiche, distribuite principalmente nel Miocene e Pliocene, e alle ultime deformazioni compressive, che si collocano al limite Pliocene-Pleistocene. Questa conca di origine alluvionale gode di un microclima particolarmente favorevole, situata ai piedi degli Appennini che la proteggono dalle correnti fredde ed esposta a mezzogiorno. Altri animali tipici sono il geotritone italiano e la vipera dell'Orsini, quest'ultima limitata al versante orientale del Gran Sasso d'Italia. GLI APPENNINI materiale didattico vario per la scuola primaria. Categoria che raggruppa voci riguardanti la catena montuosa degli Appennini.. È una categoria di geografia fisica con sottocategorie individuate secondo i sottogruppi degli Appenini.. Sottocategorie. Sul versante interno si dipartono dalla dorsale alcune catene minori, come le Alpi Apuane (considerate talvolta come un rilievo indipendente), il Pratomagno, l'Alpe di Catenaia ecc., tra cui si adagiano i menzionati bacini longitudinali (Lunigiana, Garfagnana, Mugello, Casentino). Le rocce coinvolte in questo processo furono deformate e traslate verso i settori di avampaese (avampaese adriatico e avampaese ibleo) e sollevate a costituire una fascia continua di rilievi dalla Liguria alla Sicilia. Un'ulteriore peculiarità di questo settore di catena, rispetto agli altri segmenti dell'Appennino, è data dagli elevati valori della velocità di sollevamento a cui è stato sottoposto l'Arco Calabro-Peloritano dal Pleistocene a oggi. 5 B boro dal francese bore, che è dal latino borax, “borace”, composto L'assetto strutturale di questa catena è del tutto simile a quello che caratterizza l'Appennino Meridionale. L' Appinnini sunnu na catina di muntagni chi sparti l'Italia pi tutta la sò lunchizza dû cunfini tra la Liguria e lu Piemunti nzinu â Calabbria e â Sicilia, unni li munti Nèbbrudi e li munti Piluritani e Madunìi sunnu puru chiamati Appinninu sìculu.Lu puntu cchiù àutu è lu Gran Sassu (ntâ fotu) a 2912 metri. Nell'Appennino Settentrionale si nota una prevalenza della popolazione sparsa su quella accentrata, date la maggiore morbidezza e fertilità delle pendici, che favoriscono le attività agricole; sul versante interno si verifica una concentrazione nelle ampie valli longitudinali (Lunigiana, Garfagnana, Mugello, Valdarno e Val Tiberina), mentre sui versanti padano e adriatico la popolazione è distribuita più uniformemente, pur con una densità maggiore nelle alte valli di alcuni fiumi (Scrivia, Reno, Santerno ecc.). La parola "appennini" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: app+pennini. - Codice fiscale, Partita IVA ed iscrizione al Registro imprese di Novara n. 01689650032, REA di Novara 191951 28100 Novara - Società con Socio Unico, Società coordinata e diretta da De Agostini S.p.A., - Sede legale in via G. da Verrazano 15, 28100 Novara (Italia), Assetto strutturale: Appennino Centro-Settentrionale, Assetto strutturale: Appennino Centro-Meridionale, Assetto strutturale: Arco Calabro-Peloritano, Parco Nazionale di Abruzzo, Lazio e Molise. Sono sorti anche nuclei di industrializzazione nei rami automobilistico e aeronautico. È lunga circa 1500 km e larga da 30 a 250 km; attraversa tutta la penisola italiana da nord a sud. Nell'Appennino Abruzzese si raggiungono le massime elevazioni appenniniche. lett. Questa categoria contiene le 22 sottocategorie indicate di seguito, su un totale di 22. L'inserimento del segmento di catena alpina al di sopra di un segmento di catena appenninica è potuto avvenire grazie alla presenza di due importanti svincoli meccanici, a prevalente componente orizzontale: la faglia di Sangineto, a N, e la faglia Longi-Taormina, a S. La faglia di Sangineto attualmente separa l'Arco Calabro-Peloritano dall'Appennino Lucano, mentre la faglia Longi-Taormina lo separa dall'Appennino Siculo. Col tempo, gli appennini si sono abbassati e ammorbiditi. Contengono "appennini": preappenninica, preappenninici, preappenninico, subappenninica, subappenninici, subappenninico, preappenniniche, subappenniniche, transappenninica, transappenninici, transappenninico, transappenniniche. Fenomeno comune a tutto il sistema appenninico è lo spopolamento, particolarmente intenso nelle zone più elevate e impervie, ma rilevante anche nelle fasce collinari e perfino nei fondivalle e nei bacini interni, là dove non siano sorte attività industriali o turistiche a sostegno di un'agricoltura sempre più povera. La cerealicoltura era praticata in modo estensivo su vaste superfici, ma le rese unitarie erano basse, data la scarsa fertilità dei suoli. Le nevicate sono abbondanti durante l'inverno, ma con persistenza del manto nevoso solo al di sopra dei 1000 m. Tra i venti, abbastanza frequenti sono quelli di grecale (NE) e di scirocco (SE). Sul totale, 35 erano sopra i 1200 metri e 18 di essi sopra i 1300. E tuttavia l'uomo vi è presente fin dai tempi remoti: lo stesso nome “Appennino” (latino Appenninus) ci rimanda a un'antichissima radice mediterranea Penn, testimoniata da residui toponomastici riscontrabili dall'Appennino Ligure fino al Sannio e indicanti vette isolate e località sommitali (monte Penna nell'Appennino Ligure, Pennadomo, Pennapiedimonte nell'Abruzzo). Pur nella diversità dell'aspetto morfologico, il paesaggio dell'Appennino trova la sua unità nel fatto che le rocce che lo costituiscono sono quasi totalmente di natura sedimentaria. La catena appenninica, da un punto di vista strutturale, risulta abbastanza disomogenea in senso longitudinale. GEOLOGIA. Essa può essere suddivisa in almeno quattro segmenti: Appennino Centro-Settentrionale (Ligure, Tosco-Emiliano e Marchigiano), Appennino Centro-Meridionale (Abruzzese, Sannita, Campano e Lucano), Arco Calabro-Peloritano (Appennino Calabrese) e Appennino Siculo. appenninico; transappeninico; Citazione Testa la tua conoscenza e quella dei tuoi amici. La ricostruzione paleogeografica proposta per l'Appennino Centro-Meridionale, andando sempre dal settore oceanico della Tetide verso la linea di riva (continente africano) prevede: un dominio ubicato su crosta oceanica, caratterizzato da una sedimentazione di mare profondo (dominio ligure); un dominio ubicato su crosta continentale, caratterizzato anch'esso da una sedimentazione di mare profondo (dominio sicilide); a questi due domini segue un'alternanza di piattaforme carbonatiche (mare poco profondo) e domini di mare aperto (relativamente profondo, bacino pelagico), nella seguente successione: piattaforma campano-lucana, bacino lagonegrese, piattaforma abruzzese-campana, bacino molisano e piattaforma apula. L'assetto tettonico dell'Appennino Centro-Settentrionale è caratterizzato da pieghe, sovrascorrimenti e ricoprimenti da parte dei terreni a forte alloctonia (complesso liguride e complesso sicilide). It is raised principally in Tuscany and Umbria, but also in Abruzzo, Emilia–Romagna, Lazio, the Marche and Campania. Il clima dell'Appennino è condizionato dalla vicinanza al mare, per cui solo nelle zone più elevate si hanno condizioni climatiche di tipo montano, con inverni freddi e nevosi ed estati fresche; sulle pendici più basse il clima si avvicina a quello mediterraneo, con estati calde e secche e inverni miti. G. Merla, Geologia dell'Appennino Settentrionale, Pisa, 1952; R. B. Behrmann, Die geotektonische Entwicklung des Apennin-Systems, Stoccarda, 1958; M. Ortolani, Il Subappennino abruzzese, in “Rivista Geografica Italiana”, Firenze, 1960; F. Sabatini, La regione degli Altipia ni maggiori d'Abruzzo, Roccaraso, 1960; T.C.I., Gran Sasso d'Italia, Milano, 1962; F. Rodolico, L'esplorazione naturalistica dell'Appennino, Firenze, 1963; J. Demangeot, Géomorphologie des Abruzzes adriatiques, Parigi, 1965; L. Ogniben, Schema introduttivo alla geologia del confine calabro-lucano, in “Memorie della Società Geologica Italiana”, vol. app, pennini. GLI APPENNINI Completa la mappa degli Appennini e usala per lo studio. Si è sviluppata invece l'agricoltura specializzata (viticoltura, frutticoltura, ortaggi) specie dove sono presenti prodotti di nicchia tutelati dal marchio della denominazione di origine protetta. Numerosi massicci fra i più impervi e inospitali ricordano ancor oggi nel nome le più antiche popolazioni italiche (Ernici, Sabelli, Simbruini, Marsicani, Sanniti), che qui si arroccarono e resistettero fieramente alla conquista dei Romani. E tuttavia l'uomo vi è presente fin dai tempi remoti: lo stesso nome “Appennino” (latino Appenninus) ci rimanda a un'antichissima radice mediterranea Penn, testimoniata da residui toponomastici riscontrabili dall'Appennino Ligure fino al Sannio e indicanti vette isolate e località sommitali (monte Penna nell'Appennino Ligure, Pennadomo, Pennapiedimonte nell'Abruzzo). L'Appennino Calabro presenta caratteristiche uniche rispetto alle restanti porzioni di catena a esso confinanti. Le unità tettoniche coinvolte nella strutturazione di questo tratto di Appennino derivano dalla deformazione di diversi domini paleogeografici appartenenti al prisma sedimentario africano. Parecchie sono le specie endemiche appenniniche, con differenziazione di entità affini a quelle alpine (per esempio Leontopodium nivale, la stella alpina propria dell'Abruzzo) oppure di origine mediterraneo-montana. Anche la lince, che si riteneva estinta, è stata nuovamente segnalata nel Parco Nazionale di Abruzzo, Lazio e Molise dove sono presenti anche popolazioni di orso bruno marsicano (Ursus arctos marsicanus) e di camoscio d'Abruzzo (Rupicapra rupicapra ornata). Cette cuvette d'origine alluvionnaire jouit d'un microclimat particulièrement favorable, est située au pied des Apennins , qui la protègent des courants froids, et est exposée au sud. Informazioni utili online sulla parola italiana «appenniniche», il significato, curiosità, forma dell'aggettivo «appenninico», anagrammi, frasi di esempio, rime, dizionario inverso. Questo tratto di catena sembra continuare con le stesse caratteristiche geometriche nei monti del Maghreb (Africa settentrionale). In Toscana, le rocce calcaree depositate nell’antico mare della Tetide furono trasformate in marmi, le argille e le arenare in ardesie. Nell'edificio dell'Appennino Siculo le unità tettoniche più elevate appartengono all'Arco Calabro-Peloritano (unità dei monti Peloritani); queste si accavallano sulle unità del complesso sicilide lungo la linea tettonica Longi-Taormina. I maggiori (Arno, Tevere) sono tributari del Tirreno e svolgono buona parte del loro corso entro le valli longitudinali che si aprono fra le catene appenniniche. Appennini (approfondimento) m (invariabile) nome proprio della catena montuosa che attraversa da nord a sud l'Italia; Sillabazione Ap | pen | ni | ni Pronuncia . A E dei Giovi l'altezza dell'Appennino aumenta rapidamente (monte Lesima, 1724 m; monte Penna, 1735 m; monte Maggiorasca, 1799 m); il rilievo assume il generale orientamento NW-SE ed è caratteristico il fatto che le maggiori altitudini non siano sulla linea spartiacque, ma su dorsali che si spingono verso la Pianura Padana. Elena, nome per bambina: significato, origine, segno zodiacale, pietra porta fortuna, colore, canzone e personalità delle bimbe che portano questo nome Leggi articolo. La formazione della catena appenninica è riconducibile al ciclo orogenetico alpino: infatti, a seguito della collisione fra le litosfere continentali dell'Europa e dell'Africa (fase mesoalpina, Eocene-Oligocene) si verificò la deformazione di quella porzione del prisma sedimentario africano, non coinvolta in precedenza nella costruzione dell'edificio alpino. Là dove esse sono presenti, tuttavia, hanno permesso lo sviluppo di industrie, come quelle siderurgiche e meccaniche nel Valdarno, alimentate da giacimenti di lignite, e quella siderurgica di Terni, favorita dalla dovizia di energia idroelettrica.Inoltre si sono andati affermando distretti industriali specializzati nella produzione di beni di consumo (abbigliamento, calzature, arredamenti) e polifunzionali (industrie meccaniche, alimentari e dei materiali da costruzione). Come limite di separazione tra l'Appennino e le Alpi è considerato convenzionalmente il colle di Cadibona (436 m), alle spalle di Savona, benché dal punto di vista geologico tale limite sia posto più a E, sulla linea Sestri-Voltaggio. Anche la struttura geologica non è uniforme: accanto a rilievi ancora calcarei, come nell'Appennino Centrale, sono presenti antichissime rocce cristalline, del tutto diverse cioè da quelle che compongono il resto del sistema. IPA: // Etimologia / Derivazione → Etimologia mancante. Assieme alle Alpi, gli Appennini rappresentano l’ossatura dell’Italia.. Gli Appennini: descrizione. Le loro cime hanno forme arrotondate e sono meno elevate di quelle alpine (solo il vulcano Etna supera i 3 000 m) ; le rocce di cui sono composti, infatti, non sono molto compatte e nel tempo sono state fortemente erose dalla pioggia, dal vento e dalla neve. Link: APRI. L'estremità meridionale dell'Appennino Lucano è chiusa dal massiccio del Pollino, che culmina a 2267 m nella Serra Dolcedorme. Se vuoi, aggiungila tu. Analogamente a quanto visto per l'Appennino Centro-Settentrionale, il tratto centromeridionale della catena mostra terreni a forte alloctonia (complesso liguride, con ofioliti, e complesso sicilide).