Roberta Bottari wrote in Il Messaggero: "With a voice that betrays her childlike candor, a smile that illuminates her eyes and the unmistakable fire-red lipstick, Alda Merini abandoned herself to Cosimo Damato. Da tutta Italia vengono inviate e-mail a sostegno di un appello lanciato da un amico della scrittrice che richiede aiuto economico. Molto importante è il carattere mistico della sua più recente poetica, che è connessa alla prima vena creativa con cui esordì e che aveva in sé una forte componente di misticismo. Ecco alcuni dei libri più belli scritti dall’autrice. Alda Merini è la poetessa che ha maggiormente caratterizzato il 900: scopri la sua incredibile storia e quali sono le sue poesie più famose. Alda Merini muore il primo giorno di novembre 2009 a causa di un tumore osseo. Il padre, Nemo Merini, originario di Brunate, primogenito degli otto figli di un conte comasco diseredato per aver sposato una contadina, è impiegato di concetto presso le assicurazioni "Vecchia Mutua Grandine ed Eguaglianza", precisamente nella società affiliata denominata "Il Duomo" ; la madre, Emilia Painelli, è casalinga. e S. Quasimodo. Nel 2005 pubblica con Giovanni Nuti l'album Poema della croce, opera sacra tratta dall'omonimo testo religioso (Frassinelli 2004). «Ho la sensazione di durare troppo, di non riuscire a spegnermi: come tutti i vecchi le mie radici stentano a mollare la terra. In 1987 she was a finalist for the literary prize Premio Bergamo. alda merini Alda Merini è una scrittrice e poetessa milanese, una delle più autorevoli donne della cultura italiana. Nello stesso anno esce, presso l'editore Schwarz, il primo volume di versi intitolato La presenza di Orfeo. Sempre a Taranto porta a termine L'altra verità. Nel 2001 posa seminuda (fotografia di Giuliano Grittini) per la copertina dell'album Canto di Spine - versi italiani del '900 in forma canzone degli Altera, nel quale sono messe in musica composizioni sue ("Il canto", da "Ballate non pagate") e di altri grandi poeti del Novecento[28]. Alda Merini: quando non ci saremo più, usciremo dalla Storia, che ci deforma sino a renderci irriconoscibili, per rientrarci come ricordo, come altrui pensiero, come speranza tremante di un futuro incontro. Diario di una diversa. La scrittrice ritorna successivamente nella propria casa di Porta Ticinese[32]. Alda Giuseppina Angela Merini, nota semplicemente come Alda Merini (Milano, 21 marzo 1931[1][2] – Milano, 1º novembre 2009[3]) è stata una poetessa, aforista e scrittrice italiana. Nel 1994 vede la luce il volume Sogno e Poesia, da L'incisione di Corbetta, con venti incisioni di altrettanti artisti contemporanei. Casa Museo Alda Merini – Via Magolfa, 32 – Milano, La raccolta di dieci brevi poesie nacque in occasione di una manifestazione promozionale della, Uno slogan in versi per il nuovo cellulare, Il telefono le sue rime. In 1955 she published her second collection of poems, Paura di Dio (Fear of God). Nel luglio 1995 viene accettata la sua richiesta di poter usufruire del fondo destinato agli artisti che vivono in precarie condizioni economiche previsto dalla Legge Bacchelli, dati i debiti accumulati dall'autrice. Storia della vita di Alda Merini, poetessa italiana. From 1950 to 1953 Merini developed a professional connection and close friendship with Salvatore Quasimodo. Edizioni Canopo, Prato. Alda Merini è una straordinaria scrittrice, poetessa ed aforista italiana. Alda Merini - Lorenzo Maria Bottari ALDA MERINI Breve ricordo ed un omaggio con sue poesie ad una delle più grandi poetesse del '900 a cura di Tony Kospan - Un interessante… IL MONDO DI ORSOSOGNANTE L’arte della vita sta nell’imparare a soffrire e nell’imparare a sorridere. Sempre in questo anno le edizioni Il dodecaedro di Leonardo di Milano pubblicano una sua poesia inedita con un'incisione di Bonaldi dal titolo Splenduisti et vocasti. Nel marzo 2010 il Comune di Milano appone una targa sul muro dell'abitazione della poetessa sui Navigli. La mostra “ALDA MERINI E ALBERTO CASIRAGHY. In 2007 she won the Elsa Morante Ragazzi Award with Alda e Io – Favole (Alda and Me: Fairytales), a poem written in cooperation with the fable author Sabatino Scia. In una toccante intervista rilasciata nel 1997, disse : “Penso che la base della … Per cinque anni le era stato rifiutato a causa delle due pensioni che già riceveva. Nello stesso anno riprende a scrivere e ad incontrare i vecchi amici, tra cui Vanni Scheiwiller, che le pubblica "L'altra verità. Il dubbio abbandona chi Per sottolineare la natura orale e orfica dei componimenti è stato scelto di non inserire segni di interpunzione tra e nei versi. La storia di Alda Merini è la dimostrazione di come la violenza possa scalfire la vita di una persona, senza tuttavia spegnerne l’impeto e la passione. Non fu solo una scrittrice e “poeta“, come lei stessa amava definirsi, ma anche una bravissima aforista. Chi era Alda Merini: storia di una donna, di una poetessa Il primo novembre 2009 si spegneva nella sua Milano la poetessa che ha maggiormente caratterizzato il 900. Alda Merini (1931-2009) è una delle poetesse italiane contemporanee più amate e tutti conosciamo almeno un aspetto della sua vita tormentata, cioè il suo ricovero decennale in manicomio. Aggiornato 14 Dicembre 2020. ALDA MERINI Tipo Scuola : SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO Classi: Prime VIA POLLASTRINI, SNC CAMPOLONIANO 02100 Rieti Materia / Disciplina Nuova Adoz. Del 2005 è anche la raccolta Le briglie d'oro. In the same period she took piano lessons, an instrument she especially loved. Tra Alda Merini e Giorgio Manganelli ci fu una fugace storia d'amore, ostacolata dalla precoce età di lei, appena quindicenne, e dal matrimonio di lui MILANO –Tra Alda Merini e Giorgio Manganelli ci fu nel 1947 una fugace storia d’amore, ostacolata dalla precoce età di … Per l'editore Gabriele Mazzotta, insieme con Alberto Fiz, cura il catalogo della mostra di Giovanni Bonaldi dal titolo Il peso non dorme. In this collection it becomes evident the technical finesse of Merini's improvisational poetry that others would then transcribe. Nel 2002 viene stampato dall'editore Salani un volumetto dal titolo Folle, folle, folle d'amore per te, con un pensiero di Roberto Vecchioni[29][30] e nel 2003 la Einaudi Stile Libero pubblica un cofanetto con videocassetta e testo dal titolo Più bella della poesia è stata la mia vita. Uno scatto tratto dalla mostra Alda Merini e Alberto Casiraghy: storia di un’amicizia. Vogliamo raccontavi la sua storia, non la storia della famosa poetessa che tutti voi già conoscerete ma la storia di una madre, una madre un po’ particolare… Dall'incontro del regista con la poetessa nasce una grande amicizia e tante poesie inedite inserite nel documentario. Minore di tre fratelli, le condizioni della famiglia sono modeste. Quindicenne, torna a casa con una recensione di una sua poesia scritta da Spagnoletti; emozionatissima la mostra all'amato padre, che però la prende e straccia in mille pezzi dicendo alla figlia “Ascoltami, cara, la poesia non dà il pane”[8]. Diario di una diversa. Si cita ad esempio l'incontro che si è tenuto il 21 luglio al Teatro Romano dal titolo Ebrietudine, omaggio ad Alda Merini, sei cantate composte da Federico Gozzelino su sue poesie. L'Associazione culturale La Casa delle Artiste che gestisce, su mandato del Comune di Milano, la Casa Museo Alda Merini, presenta la prima edizione del "Premio di poesia Casa Museo Alda Merini". I versi che compongono la raccolta sono stati scritti dal 1996 al 1999. Il 17 ottobre 2007 ottiene la laurea honoris causa in "Teorie della comunicazione e dei linguaggi" presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell'Università degli Studi di Messina, tenendo una lectio magistralis[31] sui meandri tortuosi del suo vissuto. The same year Apulian musician Vincenzo Mastropirro put to music some of Merini's verses from Ballate. Nel marzo del 2004 esce l'album, intitolato Milva canta Merini, che contiene undici motivi cantati da Milva tratti dalle sue poesie, più una traccia cd rom. In 1979, Merini started putting together a particularly intense body of work based on her experience at the psychiatric warden. Alda Merini passed away in Milan on November 1, 2009, following a brief illness. By lacapannadelsilenzio; 01/11/2019; 4 commenti «Quelle come me sono quelle che, nell’autunno della tua vita, rimpiangerai per tutto ciò che avrebbero potuto darti e che tu non hai voluto. Diario di una diversa.[23]. At the time of her death, President of the Italian Republic Giorgio Napolitano described her as an "inspired and limpid poetic voice. Mosca Mondadori le proponeva una serie di temi di carattere spirituale, ne raccoglie e cura i versi: il primo libro pubblicato è L'anima innamorata (2000), cui seguono testi sempre di carattere religioso, tre dei quali (Corpo d'amore, Poema della croce, Francesco, canto di una creatura), introdotti da Monsignor Gianfranco Ravasi. Poi, per farle passare l’impeto vocazionale, contatta la maestra per stabilire uno speciale ritiro scolastico. Diary of a Misfit). Il 27 novembre dello stesso anno, viene organizzata una conferenza in onore della poetessa, al Museo della mente - Santa Maria della Pietà in Roma. Esordisce come autrice giovanissima, a 15 anni. The same year Arturo Schwarz published her first volume of poems entitled La presenza di Orfeo (The Presence of Orpheus). Nel febbraio del 2004 viene ricoverata all'Ospedale San Paolo di Milano per problemi di salute. My indolence was born./ I no longer see people that hit me, and I no longer visit the nuthouse./ I have died in indolence. Alda Merini nasce a Milano il 21 marzo 1931 ed è considerata una delle maggiori poetesse e scrittrici italiane del Novecento. La storia di Alda Merini è la dimostrazione di come la violenza possa scalfire la vita di una persona, senza tuttavia spegnerne l’impeto e la passione. Nel 2002 viene pubblicato Magnificat, un incontro con Maria, corredato da disegni di Ugo Nespolo e rappresentato nel 2006 con Valentina Cortese al Teatro Lauri Rossi di Macerata per lo Sferisterio Opera Festival, nel 2003 La carne degli Angeli, con venti opere inedite di Domenico Paladino; poi Corpo d'amore (2004) con le opere di Luca Pignatelli, Poema della Croce (2005), Cantico dei Vangeli (2006), Francesco, canto di una creatura (2007), Mistica d'amore (2008), Padre mio (2009). Come già accennato, la Merini frequenta le scuole professionali presso l’istituto Laura Solera Mantegazza, non riuscendo ad essere ammessa al liceo Manzoni per colpa, paradossalmente, di una prova di italiano andata male. messa in scena ed adattamento di Ivana Ferri con Lucilla Giagnoni . Merini, Alda.- Poetessa italiana (Milano 1931 - ivi 2009).Annoverata tra le maggiori voci poetiche del Novecento, esordì con due liriche pubblicate da G. Spagnoletti nell'Antologia della poesia italiana 1909-1949 (1950); nello stesso periodo frequentò G. Manganelli e S. Quasimodo. Nel 1979 Alda Merini torna a scrivere: saranno testi struggenti e drammatici relativi alla sconvolgente esperienza in manicomio, contenuti nel suo capolavoro “La Terra Santa”. Nel 2009 esce il documentario, Alda Merini, una donna sul palcoscenico, del regista Cosimo Damiano Damato, presentato alle Giornate degli Autori della 66ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia. In October 1983 Alda and Michele got married and moved to Taranto. Insieme con Nuti porta in scena il Poema della croce altre 16 volte in tutta Italia. Her siblings are featured in her poems, albeit thinly disguised. La sua arte e la sua vita non possono essere descritte separatamente, Alda scrive di sé e di ciò che vede, di quello che prova e di chi le sta intorno, in un intreccio in cui poesia ed esistenza sono imprescindibili e incomprensibili l’ una senza l’ altra. In 2002 she was made Dame of the Republic. Alda viveva a Milano, sposata e con figli. Maria Corti called the book "a masterpiece", and Merini went on to win the Librex Montale Prize.[9]. Stampato in 35 esemplari numerati da 1/35 a 35/35 e 20 in numeri romani numerati da I/XX a XX/XX più una prova d’artista. Dopo l'allestimento della camera ardente, aperta il 2 e il 3 del mese, i funerali di Stato sono stati celebrati nel pomeriggio del 4 novembre nel Duomo di Milano[33]. In the same year she received an honorary degree in Theory of Communication and Languages at the University of Messina. Alda Merini nasce a Milano nel 1931, a scuola va sempre molto bene e le piace studiare. Dal 1950 al 1953 frequenta per lavoro e per amicizia Salvatore Quasimodo. Storia di un’amicizia”, accolta al piano nobile della Casa Museo Boschi Di Stefano dal 2 ottobre al 2 novembre 2019, si inserisce nel contesto delle celebrazioni della poetessa milanese a dieci anni dalla sua scomparsa il 1° novembre 2009. Alda Merini e il dramma oscuro del manicomio Si va in manicomio per imparare a morire. Nel 1997 viene pubblicata dall'editore Girardi la raccolta di poesie, La volpe e il sipario, con illustrazioni di Gianni Casari, dove è più che mai evidente la tecnica della poesia spontanea in forma orale e che altri trascrivono. And while the director stands with the still camera, waiting for a look, a twitch, a word from the woman, she seduces him speaking of poetry, mysticism, philosophy, music, of foolishness poured out in verse, of Christ and passion, without censuring family pain and the experience of the asylum."[12]. The film received positive reviews. Ci presentiamo … siamo Emanuela, Flavia, Barbara e Simona, le quattro figlie della poetessa recentemente scomparsa Alda Merini. Userò la sua storia, oggi, per raccontarvi le tante contraddizioni che caratterizzano il mondo del soggetto bipolare. Nello stesso periodo si dedica allo studio del pianoforte, strumento da lei particolarmente amato. La raccolta di poesie verrà pubblicata nel 1984 e nel 1993 vincerà il Premio Librex Montale. They began to collaborate and in 1997 Girardi published the collection of poems La volpe e il sipario (The Fox and the Curtain) with illustrations by Gianni Casari. In linea con quanto annunciato, i lavori del campo sportivo dell'Istituto Comprensivo Statale "Alda Merini" di via Gallarate 15 sono stati portati a termine alla fine dello scorso anno scolastico. In 1996 she received the Viareggio Prize for the volume La Vita Facile (The Easy Life). I couldn't have written anything about the flowers in that moment because I myself had become a flower, I myself had a stem and I myself produced sap. Alda è secondogenita di tre figli, tra Anna, nata il 26 novembre 1926, ed Ezio, nato il 23 gennaio 1943, che la scrittrice fa comparire, sia pure con un certo distacco, nelle sue poesie. ALDA MERINI Una storia diversa messa in scena ed Alda Merini – Lorenzo Maria Bottari ALDA MERINI Breve ricordo ed un omaggio con sue poesie ad una delle più grandi poetesse del '900 a cura di Tony Kospan – Un interessante articolo dedicato a lei – 5 sue poesie belle e , Stampato in 33 copie, edizione 7247. L’itinerario “La Milano di Alda Merini” dura circa un’ora e mezza e si svolge percorrendo a piedi lungo il Naviglio le tappe più importanti della storia della Merini, mentre si ascoltano le … The prize significantly elevated her status within the Italian literary community, and Merini was rated together with writers such as Giorgio Caproni, Attilio Bertolucci, Mario Luzi, Andrea Zanzotto and Franco Fortini. Il padre, Nemo Merini, originario di Brunate, primogenito degli otto figli di un conte comasco diseredato per aver sposato una contadina, è impiegato di concetto presso le assicurazioni "Vecchia Mutua Grandine ed Eguaglianza", precisamente nella società affiliata denominata "Il Duomo"[5]; la madre, Emilia Painelli, è casalinga. Codice Volume Autore / Curatore / … Ma le pene della scrittrice continuano: il 7 luglio 1983 muore il marito, ella, rimasta sola e ignorata dal mondo letterario, cerca inutilmente di diffondere i propri versi. Alda Merini è la poetessa che ha maggiormente caratterizzato il 900: scopri la sua incredibile storia e quali sono le sue poesie più famose. Nel 1999 le edizioni Pulcinoelefante pubblicano 21 febbraio[27] contenente una sua poesia e un'incisione di Bonaldi con intervento tattile. Giacinto Spagnoletti sarà il primo a pubblicarla nel 1950, nell’Antologia della poesia italiana contemporanea 1909-1949, con le liriche Il gobbo, datata 22 dicembre 1948, e Luce, del 22 dicembre 1949, a lui dedicata. Nel 1995 viene pubblicato da Bompiani il volume, La pazza della porta accanto e da Einaudi Ballate non pagate (Premio Viareggio[19]). Dopo la pubblicazione di Tu sei Pietro inizia per lei un difficile periodo di silenzio e di isolamento, dovuto all'internamento nell'Ospedale Psichiatrico "Paolo Pini", che va dal 1964 fino al '72, con alcuni ritorni in famiglia, durante i quali nascono altre due figlie[13], Barbara e Simona, che saranno affidate ad altre famiglie. Il libro è diviso in due sezioni: la prima, Poemi eroici, che comprende versi scritti alla fine degli anni novanta, la seconda, Clinica dell'abbandono, che raccoglie i versi degli ultimi anni. Edizioni Pulcinoelefante, Osnago, (Milano), Perché, Poesia di Alda Merini, acquerello di Ugo Giletta. Di questo lavoro avvenuto tra il 1997 e il 2009 sono viva testimonianza le registrazioni, raccolte nel libro e nel documentario Eternamente vivo (Frassinelli editore, regia di Daniele Pignatelli, a cura di Arnoldo Mosca Mondadori), grazie a cui è possibile ascoltare la sua voce dal vivo In the same year Merini met the artist Giovanni Bonaldi with whom she formed a genuine and strong friendship. Alda Merini è stata una celebre scrittrice italiana, scomparsa qualche anno fa, nel 2009. La frase riportata è di Alda Merini (Milano, 21 marzo 1931 – Milano, 1 novembre 2009), poetessa dalla sensibilità elevata, simbolo, anche, del malessere degli individui, malessere che per lei aveva come paracadute soltanto la poesia. This development in her work led to the composition of shorter texts and simple aphorisms. Tutte le informazioni su Italiani in onda su Rai Storia. In July 1986, after a brief spell in the psychiatric hospital in Taranto, Merini moved back to Milan and initiated a therapy cycle with the doctor Marcella Rizzo, to whom she dedicated more than a poem. Alla fine del 2005 esce per Crocetti Editore Nel cerchio di un pensiero (teatro per voce sola) raccolta nata dalle sue dettature telefoniche a Marco Campedelli. Sono questi anni fecondi dal punto di vista letterario e di conquista di una certa serenità. When Merini showed Spagnoleti's letter to her father, he thorn it apart, declaring that "poetry will never feed you"[3] The experience caused a breakdown,[4] and in 1947 Merini spent a month in the mental health clinic Villa Turro in Milan. Alda vive tra un padre colto, affettuoso, dolce ed attento che a cinque anni le regala un vocabolario e che le spiega le parole tenendola sulle ginocchia, e una madre severa, pragmatica, distante ed altera, che tenta invano di proibirle di leggere i libri della biblioteca paterna in quanto vede per lei un futuro esclusivamente di moglie e madre. Alda was the second daughter of three children, including Anna (born on November 26, 1926), and Ezio (born in January 1943). Merini's pregnancy was followed by a bout of depression, and she spent a period of time in isolation until she was sent to the mental health clinic Paolo Pini. In 1950 Giacinto Spagnoletti published Merini's work for the first time in Antologia della poesia italiana contemporanea 1909–1949 (Anthology of Contemporary Italian Poetry 1909–1949). Ambrogio Borsani, nel volume, Il suono dell'ombra, edito da Mondadori e che rappresenta la raccolta più completa della sua opera, cita una lettera indirizzata alla giovanissima Alda da una suora in cui quest'ultima risponde a una richiesta della poetessa di poter entrare in convento e prendere i voti. Alda Merini nasce a Milano il 21 marzo 1931e viene registrata all’anagrafe come Alda Giuseppina Angela Merini. / For them, I thought, there were no stoplights, buildings, streets./ This ramshackle place, my mind has found solitude./ Then a saint with something to give arrived/ a saint that was not chained, that was not an evildoer,/ the one thing that I had had during all these years./ I would have followed him / but I forgot how to fall in love./ He came, a saint that illuminated me like a star./ A saint responded to me: why don't you love yourself? In November of the same year, Ariete published Curva di fuga (The Vanishing Curve), which Merini presented at Castello Sforzesco in Soncino, where she was presented with the honorary citizenship. Merini's writing style has been described as intense, passionate and mystic, and it is influenced by Rainer Maria Rilke. In questa pagina proponiamo le più belle frasi di Alda Merini, i suoi aforismi e le citazioni tratte dai suoi libri, frasi sull'amore, il sesso, il peccare e la follia. L'iniziativa viene poi ripresa dalla Università degli Studi di Roma "La Sapienza" nel progetto "I Folli". At the age of fifteen she wrote her first poem. Terminata la difficile relazione con Giorgio Manganelli[7], il 9 agosto 1953 sposa Ettore Carniti, operaio e sindacalista, in seguito proprietario di alcune panetterie di Milano. Negli anni seguenti diverse pubblicazioni consolidano il ritorno sulla scena letteraria. Alda Merini nasce a Milano il 21 marzo 1931 ed è considerata una delle maggiori poetesse e scrittrici italiane del Novecento. Alda Merini Alda nasce a Milano, il primo giorno di primavera del 1931. Dopo il ritorno alla "normalità", vengono pubblicate molte delle sue poesie e opere, dal 1950 al 1962. La vita di Alda Merini, la grande poetessa milanese scomparsa nel novembre 2009. Aprile 2008. Sempre nel 1997 Bonaldi illustra con cinque disegni una raccolta di poesie ed epigrammi dal titolo, Salmi della gelosia, stampata dalle edizioni dell'Ariete. In 1991 she published Le parole di Alda Merini (The Words of Alda Merini) and Vuoto d'amore (Empty Love). After graduating from primary school with very high marks, she attended the three-year school-to-work transition programme at the Istituto Laura Solera Mantegazza in via Ariberto in Milan, while trying to be admitted to Liceo Manzoni. [13], http://puglialive.net/home/news_det.php?nid=35458, https://en.wikipedia.org/w/index.php?title=Alda_Merini&oldid=993829308, Articles lacking reliable references from February 2017, Wikipedia articles with BIBSYS identifiers, Wikipedia articles with CANTIC identifiers, Wikipedia articles with MusicBrainz identifiers, Wikipedia articles with SELIBR identifiers, Wikipedia articles with SUDOC identifiers, Wikipedia articles with WORLDCATID identifiers, Creative Commons Attribution-ShareAlike License, This page was last edited on 12 December 2020, at 18:33. Alda Giuseppina Angela Merini nasce a Milano nel 1931. Risale al 1996 anche la pubblicazione di un libretto edito da La Vita Felice intitolato Un'anima indocile, composto da poesie vecchie e nuove, da un diario-confessione, da brevi racconti e da un'intervista fatta all'autrice. Diario di una diversa", il suo primo libro in prosa che, come scrive Giorgio Manganelli nella prefazione al testo, "... non è un documento, né una testimonianza sui dieci anni trascorsi dalla scrittrice in manicomio. In 2007 Alda e Io – Favole, written in collaboration with the fable writer Sabatino Scia, won the Elsa Morante Ragazzi prize. Libri di poesia di diversi autori, da Alda Merini a Oscar Wilde Quindi per scovare con certezza i Libri di poesie di Alda Merini che cerchi, e non avere a che fare con altre categorie, dovresti fare ricerche un pò più rigorose… che abbiamo fatto noi al posto tuo. Organizzato dall'Accademia dei Bronzi di Catanzaro presieduta da Vincenzo Ursini, il premio è ormai giunto alla IX edizione e quella del 2020 ha registrato 2206 opere partecipanti provenienti da 6 nazioni: Italia, Spagna, Svizzera, Bulgaria, Romania, Canada. Attraverso una sua insegnante delle medie fu presentata ad Angelo Romanò che, apprezzandone le doti letterarie, la mise in contatto con Giacinto Spagnoletti, il quale divenne la sua guida, valorizzandone il talento[10]. Alda Merini Ieri ho sofferto il dolore Ieri ho sofferto il dolore, non sapevo che avesse una faccia sanguigna, le labbra di metallo dure, una mancanza netta d’orizzonti. Nata a Milano il 21 marzo del 1931, e scomparsa a 78 anni il 1 novembre 2009, Alda Merini è stata tra le più grandi poetesse italiane. Alda Merini aforismi Alda Merini nasce a Milano nel 1931, e viene a mancare nella sua città natale nel 2009 per un brutto male alle ossa. Lucilla Giagnoni interpreta l'opera dell'autrice nello spettacolo messo in scena da Ivana Ferri. Del 2008 è la pubblicazione del libro in prosa sotto forma epistolare intitolato Lettere al dottor G edito da Frassinelli, a cura di Arnoldo Mosca Mondadori. Si assiste pertanto, nell'autrice, al fenomeno di un'oralità che conduce sempre più verso testi assai brevi e, infine, all'aforisma. Emilia Painelli inoltre, quando la figlia, studentessa elementare, ha una crisi mistica[7], porta il cilicio, partecipa continuamente alle messe presso la vicina basilica di San Vincenzo in Prato e vuole farsi monaca, inizialmente scambia il suo malessere interiore per esteriore, e la riempie di vitamine. Condotto da Niccolò Carosi e ideato da Marco Della Porta. Ogni uomo della vita mia / era il verso di una poesia / perduto, straziato, raccolto, abbracciato.../ ogni amore della vita mia / è cielo e voragine, / è terra che mangio per vivere ancora.