Ve lo incastonerei in una strofa, se vi fosse quaggiù un cristallo abbastanza puro per rinchiudere questa lagrima, questo ricordo, questo nome!“ — Alphonse De Lamartine, libro Graziella. Strofa di sei versi: 7: sestina: Cosa vedo? I componimenti metrici. Ecco queste strofe, balsamo d'una ferita, sboccio di un cuore, profumo di un fiore sepolcrale: Non vi manca che il nome di Graziella. Le definizioni verranno aggiunte dopo al dizionario, così i futuri utenti ricevono la definizione dopo la definizione. L’ultimo verso di ciascuna strofa rima con uno dei versi che lo precedono. Un gruppo di più versi formanti tra loro un'unità ritmica e raggruppati secondo un determinato schema si chiama strofa o strofe. Sestina: sei versi, cioè due distici a rima alternata e due versi finali a rima baciata, secondo lo schema AB – AB – CC. Ottava: otto versi con schemi vari; il più frequente è di otto endecasillabi, sei a rima alternata e due a rima baciata; l’ottava è detta anche stanza, ed è il metro dei poemi cavallereschi. Questo è sufficiente per compilare la vostra definizione nel modulo. Come detto in precedenza quando le poesie rispondono a determinate caratteristiche (il numero di versi, il tipo di strofa, etc.) Di sei versi: strofa e.; come s. m., epigramma composto di sei versi. La poesia - Versi, strofe, rime, figure retoriche . A Silvia è una canzone libera (o leopardiana) ed è composta da sei strofe di varia lunghezza; i versi privi di rima sono ventisette mentre gli altri seguono liberamente la rima. Le principali strofe. Il componimento si divide in due parti quasi della stessa lunghezza: vv. La forma di una poesia ne determina il ritmo, che è una sua parte fondamentale: lo studio dei vari tipi di forma è detto partizione metrica.La metrica di una poesia si decide prima di tutto dalla lunghezza e dal tipo dei suoi versi, ma altri elementi importanti sono anche il tipo di strofa e il tipo di rima che usa: altri elementi della metrica sono le figure metriche e le licenze poetiche Strofa di otto versi con schemi diversi, il più frequente dei quali è costituito da sei versi in rima alternata e gli ultimi due in rima baciata. 2. Nella letteratura e nella metrica, la strofa (o strofe) è un gruppo di versi, di numero e di tipo fisso o variabile che vengono organizzati secondo uno schema, in genere ritmico, seguito da una pausa.. È nota anche con il nome di stanza, termine preferito per le canzoni.. [forse dal nome di un poeta Leonio, canonico di San Vittore a Parigi (sec. In botanica ... Leggi Tutto . 1-31 e vv. L'ultimo verso di ogni strofa è sempre un settenario e rima con uno dei precedenti della stessa strofa. leonino² Vocabolario on line leonino2 agg. 32-63. Grazie a voi la base di definizione può essere arricchita. - OTTAVA: una strofa formata da otto versi; - Nono rima: una strofa formata da nove versi; Nelle strofe regolari si distingue anche la strofa libera, costituita da una combinazione di versi regolari (di solito endecasillabi o settenari) o liberi, che non seguono uno schema fisso, ma si articola secondo l’ispirazione del poeta.