f�`�x8��[ ��}�� t�������:�~п4��!�xUR����@Y���>J�Pyf����|8`�O� 1. 5 Didattica inclusiva L’inclusione non è una moda: nasce da esigenze ben fondate e necessita di strategie e tecniche didattiche e organizzative ben precise. <>/ProcSet[/PDF/Text/ImageB/ImageC/ImageI] >>/MediaBox[ 0 0 720 540] /Contents 24 0 R/StructParents 2>> 1) OSSERVAZIONE/ANALISI DEL/DEI GRUPPO/I CLASSE (e del gruppo docente) Composizione rispetto ad età, sesso e scolarità precedenti (ripetenze, alunni trasferiti in corso d’anno, provenienza da scuola pubblica/privata, frequenza scuola dell’infanzia, ecc. Tecniche e soluzioni didattiche per insegnanti efficaci. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. ESEMPI Ilnuovo Bilancio delle competenzeiniziali IlPatto perlosviluppo professionale IlBilancio finale delle competenze IlBilancio sui bisogni formativi futuri IlCurriculum formativo IlPortfolio digitale sperimentale Materiali operativi esemplificativi 2 CONTENUTI. endobj Sviluppare un clima positivo nella classe, Partire dalle conoscenze e dalle abilità pregresse degli studenti, Contestualizzare l’apprendimento, favorire la ricerca e la scoperta, Attivare interventi didattici personalizzati nei confronti della diversità, Realizzare attività didattiche basate sulla cooperazione, Sviluppare negli studenti competenze metacognitive, Pertanto, le metodologie e le strategie didattiche di una, sviluppare l’autostima e la fiducia nelle proprie capacità, iniziare l’attività con una sintesi della lezione precedente, coinvolgendo tutti con domande flash (“, variare azioni e contenuti, sollecitando diverse abilità, affinché ciascuno possa trovare il suo spazio e favorire la motivazione, ogni tanto interrompere e fare sintesi dei contenuti, riprendere e ripetere in modi diversi i concetti più importanti (, prediligere strategie di apprendimento cooperativo, come il, fornire materiale registrato per riascoltare la lezione, Nei paragrafi seguenti mi soffermerò ad analizzare alcune delle suddette, COOPERATIVE LEARNING COMPENSATIVO PER BES. INCLUSIVO. Se gli alunni sono differenti, infatti, i curricoli di Italiano, Matematica, Storia ecc. Occorre che essi conoscano i processi attraverso cui di volta in volta trasformare, modificare, curvare tali strumenti per renderli adatti ai bisogni di tutti e di ciascuno. RISORSE CONSIGLIATE PER TE: COOPERATIVE LEARNING COMPENSATIVO PER BES. Leonardo Povia. 12 LEGGE 104/92) IL DIRITTO ALL'INTEGRAZIONE È GARANTITO ANCHE PER L'ASILO NIDO E L'UNIVERSITÀ (ART. endobj <> endobj Leonardo Povia" Pedagogista e Insegnante di ruolo specializzato. ("nhC�n( ���cI�JJ�6}��n�B��@! stream (Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo d’istruzione, 2012). endobj [ 15 0 R] �@�ZsW9����]q`����2���f�8aX�Oi,kz|Ł�UR�����A� �"p������7��B���pHa��DL�d������:K��r�S&������j���n�=���vNv�Ю@�%:B2��� 9�G{�vSvT �D�(Q. <> ED ESEMPI DI SUA ATTUAZIONE INTEGRAZIONE DEL CURRICOLO VERTICALE ISTITUTO OMPRENSIVO STATALE “E: DE AMI IS” SUCCIVO (CE) 2 L’Istituto“De Amicis”di Succivo (CE), si è messo in discussione da quando è diventato Comprensivo, riunendo tre ordini di scuola, Infanzia, Primaria e Media di I grado. La progettazione e l’organizzazione di contesti cooperativi e collaborativi ( clima positivo di classe, educazione tra pari, apprendimento reciproco,…) fa sì che la didattica per competenze sia una didattica inclusiva. Quindi è opportuno che gli insegnanti conoscano molti strumenti didattici, molti metodi, molti modi di lavorare e di organizzare la classe. 4 0 obj endobj endobj 12 ... curricolo, organiz-zazione scolastica) in modo da poter rispondere alla di-versità della popolazione scolastica. x��SMo�@�[��[w#���~�U�C �Z)RZ!����q-L 顿��"^����y��'��>���A����x�D�VZk$�ipVC[�ɏX� B�V��Gm{E�4��&��88 ���$M��L����d��k0�T���99~�0'^ ��{��?�ɳ �&_����q�:�r���Y��Y��^l�Dȁ�r�x]���|bV,�9��6r��P�*�;�U�T��b#3~Њ�_�,K9 �A�(��-a�:Ea��Ds���}�����=��Vk�r�r힦�a���:��VY{��$$���9)�oYx�Mj����ę�e��ta5��\�X�-���ZQ���N�8��1O��&1������파hN�J�}M2� У�gjV."Ś�fI;��Z�r�a-F�1.:e�:E>(�;��hIy4�X��"v�6�? Ha costruito e sperimentato, nell’ar odi 5 anni, un curricolo verticale per … 20 0 obj endobj �A���b88�&]Y��'w�����>t�-����Q��Ϯ�� �x}����>_M�?���`�F��Δ��{]4u�Y��;�d�]}����`U�†`U)XS�V�dZBh|*E9»q9��KU1މ���/��'��|����K�H�|d�d�m�Öuf��61�݂TBi3�=�+�����$��8b����"�I�q������ƒ�潮��qQun�cV�&��$0DmY��0��e;uT�'�X�M7��uG�����m̞��'߾>��#4�ž�)r�_����@/��}�M3��N�3�d��+L�Wz@S��B�du+b�P���Fdm7d7�h�b[��P�eα�*��� �)=f?wA����� s����%�9v���! endobj Please enable it in your browser settings and refresh this page. Essa è un costante processo di miglioramento, volto a sfruttare le risorse esistenti, specialmente le risorse umane per sostenere la partecipazione all’istruzione di tutti gli studenti all’interno di una comunità. 21 0 obj <> Ad esempio, la redazione di un progetto individuale per ogni alunno, tende a favorire un allineamento fra l'impostazione dei percorsi didattico-educativi degli alunni B.E.S. Ufficio Scolastico Territoriale di Treviso – Ufficio XI 8 C. Favorire la continuità educativa e didattica nella costruzione del progetto di vita 77 1. - Costruire un’alleanza educativa con i genitori. 33 CURRICOLO VERTICALE PER COMPETENZE CHIAVE EUROPEE Fonti di legittimazione Il curricolo verticale per competenze chiave europee è stato elaborato dalla nostra scuola sulla base del rispetto della normativa vigente: 1settembre 2000 legge dell’Autonomia. 7 0 obj 13 0 obj 8 0 obj <>/ProcSet[/PDF/Text/ImageB/ImageC/ImageI] >>/MediaBox[ 0 0 720 540] /Contents 4 0 R/StructParents 0>> 59/2004). t���IA˕}���i�҇�S�4���7ڰGz� k�����������;�����A@�D�T�2�DE�F@k�#QE����?� �;�p����ջc���Z��L\8Zc�Sl.|���! <> 23 0 obj LE CARATTERISTICHE DEL BAMBINO CON DISLESSIA. descritte, possa presentare una notevole valenza dal punto di vista inclusivo. STRUMENTI COMPENSATIVI: QUALI SONO E PERCHÈ APPLICARLI. endobj 18 0 obj Ciò di cui la Scuola ha bisogno sono delle buone prassi didattiche, dei mezzi adatti alle capacità di ciascuno. il curricolo intrinsecamente inclusivo Viterbo 11/10/2018 Quello che insegni é come lo insegni In dodici anni di comunicazioni - prima come ANDIS, ora come SYNTAGMA - ho sempre raccontato la scuola; questa è la prima volta che parlo di me stesso. Essa è un costante processo di miglioramento, volto a sfruttare le risorse esistenti, specialmente le risorse umane per sostenere la partecipazione all’istruzione di tutti gli studenti all’interno di una comunità. IL DOCENTE INCLUSIVO: esempi di attività . 9 0 obj endobj endobj L’educazione Inclusiva comporta la trasformazione della Scuola per poter incontrare e rispondere alle esigenze di tutti. 12 0 obj 0Z@��G?>@1!lNg��(t����x�m@+\݌G Zsa5ܬ]D 2. endobj La legge 104: un modello unico in Europa TUTTI GLI ALUNNI IN SITUAZIONE DI HANDICAP (ANCHE GRAVE) HANNO DIRITTO A FREQUENTARE LE CLASSI COMUNI DELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO. [ 20 0 R] endobj 2 ESEMPI DI DIDATTICA INCLUSIVA Indice Tutoring pag.5 Cooperative Learning pag.10 I Webquest pag.17 Compiti Polirisolvibili pag. 2 0 obj <> Le principali linee d’azione attraverso cui costruire una didattica realmente inclusiva, possono essere, secondo M. Tarabusi, le seguenti: Pertanto, le metodologie e le strategie didattiche di una Scuola Inclusiva devono essere volte a: Per concludere possiamo affermare che le metodologie didattiche più appropriate per il potenziamento degli apprendimenti negli alunni con BES e non solo, sembrano essere le seguenti: Nei paragrafi seguenti mi soffermerò ad analizzare alcune delle suddette strategie didattiche ed a promuovere un “modo nuovo di fare scuola” che racchiude un po’ tutte le metodologie già citate che risponde al nome di “Flipped Classroom”. 22 0 obj UN’IPOTESI DI CURRICOLO INCLUSIVO… IN 8 PASSI. endobj 3 Il nuovo Bilancio delle competenze iniziali. 17 0 obj endobj <> <>/OutputIntents[<>] /Metadata 1178 0 R>> Di seguito sono presentati in dettaglio i quattro strumenti inclusivi d'istituto e la strategia del “docente attore emotivo”. 32 Adeguare Obiettivi Curricolari pag. Questo modello ha come scopo l’adattamento della scuola alle esigenze di apprendimento dei bambini e non solo l‟adattamento dei bambini alla scuola. endstream Nella prima prevale il modello medico-individuale della disabilità come mo - dello teorico di riferimento, mentre nella seconda, quello sociale e dei diritti umani. endobj <> <> <>/ProcSet[/PDF/Text/ImageB/ImageC/ImageI] >>/MediaBox[ 0 0 720 540] /Contents 12 0 R/StructParents 1>> - Proporre un’educazione che spinga a compiere scelte autonome e feconde. zۃ�At Fase della progettazione: l’insegnanteesplicita le competenze da raggiungere, opera scelte di curricolo. Fissa obiettivi, tempi, modalità di lavoro, tecnologie informatiche da usare. �C�*2��h���')к�i.#!cvol�T������$�w����K\�����\Z[޸���\��M�G����.3��O~���x� condivisa di ciò che viene appreso in una dimensione concreta, significativa e costruttiva. Javascript not detected. endobj ����DMF�%=q����l�LC��n߹$���%څ�)s�M.�iN��|e��'��v��_��k<4�� #e���JVG���*���'��tŀ��pj�%��2���4�GaO�=Cэx˾�f)1�u��l �}^��rX�n^�� b� +����*P,��ʛh�ٶ,2�i�F�H#�@�}�5���������G�s%{��,{��ģ��q�4���F���]��g�w^Ŋ�.��b�/�dlx������+�=��.˪ȗġa��v���.��)@K��re�n;��h��3�zn��� &��M{��N 19 0 obj ), provenienze culturali/linguistiche diverse <> Pagina 1 di 73 CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle competenze chiave europee e alle Indicazioni Nazionali 2012 . vengano adeguatamente caratterizzati sotto il profilo inclusivo. (Atto di indirizzo 08-09-2009) INCLUSIONE E VALORIZZAZIONE. (ART. © 2020 DIDATTICA PERSUASIVA del "Dott. Esempi di strumenti compilati (Scuola Primaria, Scuola Secondaria di Secondo grado) 55 . <> endobj dalla capacità di cambiare le prospettive di significato e di produrre apprendimento trasformativo. �����Ciy� �\l��U�^�2�y�����e�����������Ρ�����n�|$�μ����P�GE\;��k�ffӼ�o�C��m�7�D-0M�1�A��C����G0�l�T��u_Z&E01���C��o���D� ]�t�������pi�nw�ҵ}[JW8�+i�cZgn�m��g\�W��v�A-+۔n~�;��t�6 x��X�n�6}7��#�@���,\t���� ��&JVEb�v�����dGrtu,K"9�9�9;��F��O���1;������D(� )�cN <> endobj Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. “Un Esempio di Processo Inclusivo: Metodologia ed Analisi” SCOPO ... o sull’elaborazione continua ed adeguata del curricolo per adeguarsi alle difficoltà di apprendimento dell’alunno. stream 15 0 obj Javascript required for this site to function. 23 maggio 2018 Quadro delle competenze chiave per … {̺���%�ƅ�Ή &���pK�z�W[����*�C7 ���F�]G�! CURRICOLO Si fonda sull’idea che i saperi della scuola non sono estranei alle domande della vita. 6 0 obj LE PRINCIPALI STRATEGIE DIDATTICHE INCLUSIVE. 3 0 obj competenze fondamentali del curricolo… L’azione formativa personalizzata ha, in più, l’obiettivo di dare a ciascun alunno l’opportunità di sviluppare al meglio le proprie potenzialità e, quindi, può porsi obiettivi diversi per ciascun discente, essendo strettamente legata a quella specifica ed unica persona dello studente a cui ci rivolgiamo. DIDATTICA PER COMPETENZE = DIDATTICA INCLUSIVA 25. 1 0 obj <> %PDF-1.4 STRATEGIE DIDATTICHE INCLUSIVE. non possono rimanere gli stessi per tutti. Se hai voglia di confrontarti con me contattami pure sulla mia pagina Facebook: DIDATTICA PERSUASIVA. 14 0 obj %���� In fase di progettazione del curricolo è necessario fare riferimento in primo luogo alle indicazioni Nazionali, nonché al Quadro delle competenze europee e a quelle di cittadinanza. La situazione di emergenza creatasi a livello mondiale per la pandemia Covid-19 vede anche la Scuola dell’Infanzia, impegnata a dover riprogrammare la sua metodologia didattica, attuando una didattica a distanza. 1.Il curricolo inclusivo RIPENSARE LA SCUOLA Costruire in anticipo le condizioni affinchè tutti possano trovare un aggancio Una didattica inclusiva ferraboschi 2016 17 . 5 0 obj <> - Favorire una stretta connessione di relazioni con il territorio. STRATEGIE 1. 24 0 obj Un curricolo inclusivo privilegia la personalizzazione perché valorizza le molteplici forme di differenziazione, cognitiva, comportamentale, culturale, che gli allievi portano in dote a scuola. I campi obbligatori sono contrassegnati *, Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina. endobj 12 … (Indicazioni per il curricolo delle riforme di Moratti del 2003 e quella di Fioroni del 2007) ed è presente nelle recenti Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia, della scuola primaria e della scuola secondaria di I grado licenziate con il D.M. Profilo educativo, culturale e professionale (D. Lgs. DIDATTICAPERSUASIVA è un idea del Dott. Protocollo d’azione per il passaggio tra scuola dell’infanzia e scuola primaria 77 2. endstream <> 254 del 16 novembre 2012, alle quali attualmente si fa riferimento. Che cos’è un curricolo inclusivo Presenta il quadro di riferimento metodologico e tutti gli aspetti utili per comprendere che cos’è un curricolo inclusivo. <> L’inclusione, per gli interventi che si propone di realizzare, assume dimensioni molto ampie puntando ad un sistema universale di offerta formativa partendo da . '�q�����#EH�t�|ƌ*�l����c�/�H��߲���#��D'ʖ��E�h�϶���XQ�$/H�d�7FG�+��5�� IL TRATTAMENTO DELLA DISORTOGRAFIA IN ETÀ EVOLUTIVA. IN CLASSE CON BAMBINI DSA: 21 CONSIGLI PER AIUTARLI AL MEGLIO. <> 16 0 obj <> 11 0 obj Nessuno, questo è l’obiettivo, deve rimanere indietro, nessuno deve sentirsi escluso. È dinamico e mette al centro l’alunno con il suo bagaglio di conoscenze ed esperienze, fornendogli gli strumenti adatti a leggere in modo critico un mondo in continuo cambiamento. Pedagogista, Insegnante specializzato, Formatore, Padre di Marco, Autore, Blogger. L’educazione Inclusiva comporta la trasformazione della Scuola per poter incontrare e rispondere alle esigenze di tutti. endobj “La scuola è luogo di apprendimento e di costruzione dell’identità personale, civile e sociale. Il docente inclusivo E’ capace di: - creare un clima di classe inclusivo (accettazione e rispetto delle diversità) - adattare stile di insegnamento, strategie, materiali, tempi, tecnologie - sviluppare un approccio cooperativo - sviluppare una didattica metacognitiva - trovare punti di contatto tra la programmazione di classe e quella personalizzata/ individualizzata - modificare strategie CURRICOLO VERTICALE INCLUSIVO DELLE COMPETENZE ESSENZIALI. stream x��UMo�8���#U��_� CA��E(���!كbˮ GJe;��wHY��HN�["�3���� .��tz�e��D����~�GB��"�P trasmissione di contenuti. FRANCA DA RE franca.dare2@istruzione.it Pagina 2 di 73 COMUNICAZIONE NELLA MADRELINGUA DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: LINGUA ITALIANA DISCIPLINE CONCORRENTI: tutte TRAGUARDI PER LO … Insegnare ad alunni con tipologie diverse di difficoltà è un aspetto del saper insegnare. Curricolo di Scuola dell’Infanzia, Primaria e Secondaria di Primo Grado PER UNA NUOVA CITTADINANZA - Insegnare le regole del vivere e del convivere. Se hai voglia di confrontarti con me contattami pure sulla mia pagina Facebook: Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Personalizzare i percorsi di insegnamento-apprendimento non significa parcellizzare gli endobj Le differenze vanno affrontate in modo diverso se si vuole che l'azione didattica porti a un arricchimento per tutti nella prospettiva dell'inclusione. <> 10 0 obj endobj Il modello inclusivo: tra passato e futuro . •ESEMPIO: difficoltà di memorizzazione ... 1.Il curricolo inclusivo ferraboschi 2016 16 .