si suggeriscono alcune modalità di realizzazione di questionari e/o griglie di valutazione e autovalutazione in funzione di attività di didattica laboratoriale in qualche caso adeguando e personalizzando gli indicatori e/o le voci di riferimento DIDATTICA PERSUASIVA Metodologie didattiche per gli insegnanti efficaci, tecniche e soluzioni per l' insegnamento e la formazione scolastica. INCLUSIONE E’ un processo, una filosofia dell’accettazione, ossia la capacità di fornire una cornice dentro cui gli alunni, a prescindere da abilità, genere, linguaggio, origine etnica o culturale, possono essere parimente ... Didattica laboratoriale per problemi reali. CODING E INCLUSIONE Dott.ssa Dussin Sara Insegnante di sostegno IC Gabrieli di Mirano –Ve- ... •stili di comunicazione, didattica laboratoriale, adattamento spazi, adattamento degli obiettivi, libri testo Scelta e preparazione di materiali adeguati alle abilità ed esigenze di La progettualità didattica orientata all’Inclusione e realizzata mediante le attività laboratoriali connotano di significati l’apprendimento. lo svolgimento di un’attività di una certa durata e finalizzata alla realizzazione di un prodotto; l’avere a disposizione una postazione di lavoro individuale o di gruppo dotata di strumenti da utilizzare a seconda della fase di lavoro; una certa autonomia nello svolgimento delle attività e l’assunzione di responsabilità per il risultato; l’esercizio integrato di abilità operative e cognitive; l’utilizzo contestualizzato di conoscenze teoriche per lo svolgimento di attività pratiche; il collaborare con altri compagni nelle diverse fasi del lavoro. 6 Sasso. nei confronti dell’alunno, significa poter pensare ad un L'Inclusione è un processo, che si riferisce alla globalità delle sfere educativa, sociale e politica. Finalità e caratteristiche della didattica laboratoriale La didattica laboratoriale è strutturata nelle seguenti fasi operative: Fase della progettazione : l’insegnante esplicita le competenze da raggiungere, opera scelte di curricolo. didattica laboratoriale; italiano primaria 1^ e 2^ italiano primaria 3^ 4^ 5^ di uso continuo di parafrasi e esempi esplicativi Scuola e Didattica è la rivista digitale di aggiornamento professionale dedicata a tutti gli insegnanti di Scuola Primaria 2023 Secondaria 1° Grado 2023 . Non si rendono, però, conto che molte delle caratteristiche del laboratorio di una disciplina “tecnica” possono essere attivate anche per le materie “teoriche”. La didattica laboratoriale: alla ricerca di un equilibrio Ricerca Raccolta di documentazione, dati, testimonianze, fonti di riferimento per avviare un lavoro. I vari PDP della classe, accanto ad eventuali PEI [Piani Educativi Individualizzati per gli alunni con disabilità, N.d.R.] LA DIDATTICA LABORATORIALE richiede che • Si operi in piccoli gruppi • Si verifichi una forte interattività tra insegnante e allievi e fra gli allievi stessi ... (congiunzione, implicazione, inclusione, selezione, differenziazione, esclusione, opposizione, analisi e sintesi) su Non gli sarà richiesto di “stare attento” o di “seguire” la lezione dell’insegnante ma dovrà avere un ruolo attivo sia cognitivamente sia operativamente. Tutti […] Didattica laboratoriale Rafforzare ed estendere la didattica laboratoriale, in generale e, in particolare, per l’educazione e la comunicazione linguistica (italiano L1, italiano L2, lingue europee, valorizzazione delle lingue d’origine, approfondimento dei lessici disciplinari, ecc.). 64 attraverso un’azione sul piano dell’amientazione organizzativa e didattica (Legge.517- 1977, Legge 104/1994) che ha articolato principalamente risposte specialistiche e di tipo compensativo. Didattica laboratoriale Il progetto va a rivoluzionare il modo di fare didattica curriculare di tipo verticale, favorendo la condivisione dei saperi. Cardoso -Insegnare e apprendere in gruppo. la progettazione e la realizzazione di UDA trasversali finalizzate ad una valutazione autentica e a una didattica laboratoriale che coinvolga più discipline e sviluppi le competenze di cittadinanza ( imparare a imparare, competenze sociali e civiche e competenze digitali).Le priorità indicate saranno raggiunte La didattica laboratoriale: esempi e modelli novembre 9, 2015 DIDATTICA INCLUSIVA - SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO Gli insegnanti degli istituti tecnici e professionali raccontano che gli studenti si impegnano volentieri e con buoni risultati nelle materie “pratiche”, mentre notano un impegno molto limitato, se non un vero e proprio rifiuto, per quelle “teoriche”. Giovanni Marconato: psicologo e formatore, si occupa di strategie per apprendimento, di tecnologie per la didattica, di didattica per le competenze nella scuola e nella formazione. Risorse da attivare sulla classe pag. 8 Sasso. Questo in contrasto con la didattica convenzionale in cui la conoscenza viene proposta agli studenti in isolamento da ogni suo utilizzo e per le sue caratteristiche generali. Prof.ssa Garutti – UDA •• La #cura del #sé e dell’#altro •• è un’unità didattica delle classi prime. 9 Sasso. All’interno del progetto sono state individuate 5 specifiche aree di attività di ricerca: Area Maker e Nuove Tecnologie per la Didattica Il Liceo Artistico Boccioni di Milano, nel sostenere e promuovere percorsi di riflessione sul compiersi dell’arte e della cultura, attiva da oltre due decenni un percorso laboratoriale di crescita espressiva strutturato in momenti di formazione teorica, d’incontro con autori e di “azioni del mettere in mostra” che propone come edizione del Premio Umberto Boccioni. Apprendendo in questo modo, lo studente, non solo apprenderà i “contenuti” disciplinari in modo significativo ma allenerà il proprio pensiero e svilupperà abilità e competenze. 32 Adeguare Obiettivi Curricolari pag. 5 Sasso Cosa ha ispirato il mio titolo. Per favorire e semplificare il processo d'apprendimento e il conseguente raggiungimento degli obiettivi indicati nel “Progetto Educativo Individualizzato”, per alcuni alunni che presentano delle patologie particolarmente gravi, le attività didattiche, oltre che a svolgersi in classe, vengono svolte anche in aule speciali dotate di particolari strumenti e sussidi. Sostegno ampio e diffuso: capacità da parte della scuola di rispondere alle diversità degli alunni, di cui il sostegno individuale è solo una parte. DIDATTICA INCLUSIVA - SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO. LAS Roma 1996 E. Cohen Y. Organizzare i gruppi La didattica attiva: punti di debolezza. Gli allievi apprendono meglio se impegnati in attività che hanno uno scopo e che corrispondono ad attività che gli adulti svolgono nel mondo reale. INCLUDERE nuove modalità operative = favorire INCLUSIONE dell’alunno. La didattica laboratoriale: esempi e modelli. Le due attività laboratoriali realizzate nella Scuola Primaria “L. Didattica laboratoriale (non serve il laboratorio come luogo fisico) Favorisce la centralità del bambino/ragazzo. I principi didattici di riferimento, i meccanismi cognitivi attivati, le leve motivazioni utilizzate sono gli stessi. 15. Fare didattica in questo modo implica per l’insegnante una ristrutturazione del sé professionale e delle sue pratiche didattiche. laboratoriale, didattica metacognitiva, cooperative learning, peer tutoring nonché utilizzo di tecnologie informatiche, uso di materiali e ausili tecnologici per facilitare l’autonomia e l’apprendimento dell’alunno. Dare spazio alla costruzione di conoscenza, non alla sua riproduzione; Evitare iper-semplificazioni della conoscenza rappresentando la naturale complessità della realtà; Lavorare in ambienti di apprendimento assunti dal mondo reale: casi più che sequenze di istruzione; Offrire rappresentazioni multiple della realtà; Attivare e sostenere pratiche riflessive; Favorire la costruzione di conoscenza contestualizzata, non generalista; Favorire la costruzione di conoscenza in modo collaborativo. Al docente sarà richiesto un limitato impegno nella presentazione dei contenuti (l’attività didattica che più lo impegna abitualmente); egli si dovrà dedicare all’identificazione delle opportunità per lo studente di «fare esperienza di apprendimento», cioè a ideare, progettare e implementare le attività di apprendimento, alla ricerca e alla messa a disposizione delle risorse necessarie e a fornire il supporto agli studenti mentre lavorano e apprendono. Didattica laboratoriale Didattica per problemi reali, ecc… Strategie Attività in piccoli gruppi Tutoraggio tra pari Utilizzo di organizzatori grafici della conoscenza (schemi, mappe mentali e concettuali,tabelle, …) Uso degli anticipatori Solitamente la svolgerei in classe.. o direttamente nella nostra bellissima #Sala… ma non è questo il tempo.. ora è il tempo della #Distanza.. e così abbiamo unito #tecnologia /#scuola e #professione. L’apprendimento è, in modo naturale, guidato dal bisogno di fare ed è basato su attività, non su contenuti; Ciò che guida l’apprendimento più di ogni altra cosa è la comprensione e lo sforzo fatto nel completare un compito o una attività; Le persone non possono capire qualcosa senza lavorarci su; Metodi di apprendimento inseriti in situazioni autentiche non sono meramente utili, sono essenziali; Non si impara per conoscere qualcosa, ma per fare qualcosa: è il. Didattica inclusiva L’inclusione non è una moda: nasce da esigenze ben fondate e necessita di strategie e tecniche didattiche e organizzative ben precise. Sasso. Guarda al singolo, nel senso che prima interviene sul soggetto diversamente abile e poi sul contesto. La didattica laboratoriale è una strategia di insegnamento e di apprendimento nella quale lo studente si appropria della conoscenza nel contesto del suo utilizzo. Un ulteriore importante contributo al dibattito da noi avviato in queste settimane, sul presente e il futuro dell’inclusione scolastica Gli studenti partecipano attivamente al percorso di apprendimento, valorizzando le diverse abilità e competenze sociali. biologia e chimica e utilizzando una didattica inclusiva e laboratoriale. Il Piano Didattico Personalizzato (PDP) sarà fatto da tutti i docenti e non delegato al sostegno: ottima cosa, perché la responsabilità didattica è di tutti. Operativamente il focus della didattica è il “prodotto” da realizzare, ma didatticamente il prodotto è un pretesto per imparare, è un attrattore delle attività e il vero focus è il processo con il quale lo studente si appropria dei contenuti disciplinari e sviluppa abilità cognitive, personali e sociali. Bisogna decidere quali parti del “programma” sviluppare e quali tralasciare. novembre 9, 2015. La didattica (dal greco διδάσκω, cioè "insegnare"), indica la teoria e la pratica dell'insegnamento. La didattica laboratoriale richiede che … Essa tende a superare due tra le cause principali di un apprendimento superficiale, riproduttivo e che genera un transfer limitato delle conoscenze all’interno e all’esterno della scuola: la separazione dei momenti di costruzione e di utilizzo della conoscenza e la natura decontestualizzata del sapere. 01/10/18 Proteo Fare Sapere 28 L’attenzione del docente sarà posta a: Anche lo studente dovrà cambiare il suo modo di “studiare”. SEMPLIFICARE E FACILITARE LA DIDATTICA DEGLI ALUNNI CON BES: ESEMPI DI ATTIVITA’ Olgiate Comasco, 14 - 17 giugno 2013 Insegnante Nicola Molteni Docente specializzato scuola primaria N. Molteni - docente Quartapelle F., Proposte per una didattica laboratoriale, Irrsae Lombardia www.scintille.it M. Comoglio e M.A. Andrich, Miato, La didattica inclusiva, Erickson 2003 Baldacci M. una scuola a misura d’alunno, Utet 2002 Cornoldi, Imparare a studiare, Erickson Quartapelle F., Proposte per una didattica laboratoriale, Irrsae Lombardia www.scintille.it M. Comoglio e M.A. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Gli studenti partecipano attivamente al percorso di apprendimento, valorizzando le diverse abilità e competenze sociali. Quando gli studenti entrano in laboratorio sembrano trasformarsi: da abulici e assenti in aula, a pesci guizzanti nel momento in cui viene loro richiesto un impegno manuale e operativo. L’inclusione scolastica è il processo attraverso il quale le eccellenze, le Agevola l’inserimento degli studenti stranieri neoarrivati, favorisce l’inclusione e l’inserimento in corso d’anno di studenti e docenti. Il Cooperative Learning. La qualità della scuola può essere giudicata solo in base alla capacità del corpo docenti di RINNOVARSI e di passare ad una DIDATTICA INCLUSIVA! La didattica attiva: punti di debolezza I tempi di lavoro sono molto lunghi. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Le attività di “laboratorio tecnico” sono caratterizzate da questi elementi: Gli insegnanti “teorici” nutrono una certa invidia per i colleghi “pratici” perché, a loro dire, disporrebbero di una “materia” che richiede agli studenti un impegno operativo, facile, senza quel lavoro cognitivo, decisamente più difficile e impegnativo, richiesto dalle proprie discipline. La didattica laboratoriale è parte fondante di questo processo. In questa prospettiva, lo scopo della scuola è di fornire conoscenza corretta, bene organizzata secondo l’epistemologia della disciplina e, cosa importante, presentata in modo neutro rispetto ai possibili utilizzi, perché solo la genericità facilita il suo utilizzo in molti contesti differenti. 7 Sasso. 3 gi Sasso 3. a 4. DIDATTICA INCLUSIVA - SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO. In questo interessante articolo di Cristina Ciociola tratto da Cometa Reserach, viene affrontato il tema dell’inclusione scolastica, chiave del successo formativo per tutti. La didattica laboratoriale ha un grande vantaggio e cioè quello di poterla inserire in tutti gli ambiti disciplinari, poiché nel laboratorio i saperi disciplinari diventano strumenti per verificare le conoscenze e le competenze che ciascun allievo acquisisce per l’effetto dell’esperienza di apprendimento all’interno del laboratorio stesso. In questo articolo la Didattica laboratoriale spiegata nella sua genesi teorica e applicata in un esempio pratico in classe in 11 step eseguiti passo passo. PROGETTO INCLUSIONE LABORATORI A. S. 2017/2018 . Questa metodologia, pubblicata sotto […], Una metodologia  efficace per aumentare la vicinanza emotiva e per risolvere i conflitti. Il processo di apprendimento avviene attraverso la cooperazione e la collaborazione di tutti i membri del gruppo, con percorsi di ricerca e lo svolgimento di un'attività finalizzata ad un prodotto finale. INCLUSIONE SCOLASTICA L’Istituto Comprensivo Perugia 2, nel corso degli anni, si è attivato per promuovere e garantire l’inclusione di tutti gli alunni. individuare, promuovere e documentare buone pratiche di didattica laboratoriale multidisciplinare. Incrementa una risposta specialistica. Di seguito si presentano alcuni esempi di didattica laboratoriale realizzata da insegnanti in differenti contesti educativi. Si rompe la struttura ordinata delle "materie", le discipline vengono scomposte perché si utilizzano i «contenuti» che servono per realizzare il "prodotto”; I contenuti oggetto della didattica sono sempre finalizzati al loro utilizzo per fare qualcosa; da oggetti decontestualizzati, cioè trattati nei loro aspetti generali e astratti, diventano contestualizzati in situazioni e attività autentiche, reali; Le opportunità di apprendimento vanno identificate nel processo di sviluppo del prodotto finale. I progetti sono compiti complessi, […], Si pone un’enfasi sull’organizzazione dell’ambiente formativo inteso nella sua interezza, sapendo che si apprende più dall’ambiente, ovvero dal contesto inteso anche come […], Il metodo propone la lettura di opere della letteratura, delle arti e della cultura e la loro divulgazione. L’inclusione non è una didattica particolare, ma è un processo processo che riguarda la globalità delle sfere educativa, sociale e politica. Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti comunicazioni in linea con le tue preferenze. utilizzare la didattica laboratoriale, per problemi reali e significativi in una continua triangolazione tra, apprendimento,disciplina-insegnamento,relazione. La didattica laboratoriale: esempi e modelli, Schema per la progettazione di un laboratorio, Policy editoriale per terze parti e partner commerciali. Didattica dell’inclusione: strategie e metodologie per i ragazzi con bisogni speciali SALVATORE SASSO Bologna 23 febbraio 2017 Sasso. Bisogna decidere quali parti del “programma” sviluppare e quali tralasciare. Nella costruzione della conoscenza, la necessaria integrazione del pensare teoretico, del fare tecnico e dell'agire pratico, trovano proprio nel laboratorio un ambiente Il Cooperative Learning. La didattica laboratoriale è una metodologia e strategia di insegnamento che coinvolge attivamente studenti e insegnanti. Riferimenti pedagogici : metodologie di radice costruttivista da Dewey a Vygotskij,da Don Bosco a Don Milani, con elementi di psicologia della relazione di Rogers (“human centered teaching”, docente facilitatore, counseling, holding, scaffolding, ecc), Vai alla categorizzazione della Didattica Laboratoriale, Project Based Learning (PBL) è un modello di insegnamento e apprendimento intorno ai progetti, centrato sullo studente. Obiettivi e finalità della didattica inclusiva La didattica dell'inclusione si prefigge l'obiettivo di creare le condizioni di apprendimento ottimali ad appianare la difficoltà e le differenze, con la finalità di mettere ogni alunno nelle condizioni Ma il cambiamento più importante, non semplice e indolore da compiere, è quello che riguarda i presupposti concettuali della didattica, cioè i convincimenti dell’insegnante su cosa significhi apprendere e sulle pratiche didattiche associate. Piano annuale Inclusione; Contrasto al Cyberbullismo; Calendario Scolastico; Modulistica; ... Didattica Laboratoriale Stampa Email ... Una sfida difficile che richiede spazio e tempo per l'apprendimento dei concetti di base e delle idee portanti. È autore di saggi e libri su didattica e tecnologie. didattica (Legge.517- 1977, Legge 104/1994) che ha articolato principalamente risposte specialistiche e di tipo compensativo. In ogni. Cardoso -Insegnare e apprendere in gruppo. 33 Adeguare Libri Di Testo E Schede pag.49 Mappe per lo Studio pag,53 Didattica Metacognitiva pag.58 Riepilogo. • Calo demografico e invecchiamento della popolazione. ALUNNO / DIFFICOLTA’ DIDATTICA FLESSIBILE DOCENTE PEI Progettazione Scuola dell'Infanzia e Primaria Progettazione Scuola Secondaria di I grado ATTIVITA' DIDATTICA Sicurezza Carta dei servizi Scuola sicura I Compiti del Dirigente Scolastico I Compiti dell' Ente Locale I Controlli Metodologie e strategie per una didattica inclusiva I edizione A.S. 2016-2017 Parte I A cura di Luisa Cerullo 1 Premessa La didattica è la scienza che definisce i metodi e le tecniche per insegnare. Dal punto di vista dello studente, questa didattica favorisce l’attivazione degli stili di apprendimento preferiti, consente di utilizzare e valorizzare al meglio le sue risorse e i suoi interessi, favorisce la consapevolezza di ciò che si è imparato e potenzia i processi cognitivi e metacognitivi. In più direzioni: L’inclusione si pone l’obiettivo del superamento delle barriere alla partecipazione e all’apprendimento; l’inclusione è un processo, che si riferisce alla globalità delle sfere educativa, sociale e politica. Infatti: Cambiano, anche i tempi e i luoghi della didattica: l’organizzazione della didattica in unità di una o due ore non è funzionale all’operatività laboratoriale, perché l’azione intenzionale e finalizzata impone tempi distesi e, pertanto, sono necessari moduli di una di una certa durata, anche di 4 o più ore. Inoltre le “risorse” per l’apprendimento non si possono trovare sempre e tutte nell’aula o all’interno della scuola e potrebbe essere necessario uscire dalla scuola e utilizzare la realtà come “libro di testo”. Agevola l’inserimento degli studenti stranieri neoarrivati, favorisce l’inclusione e l’inserimento in corso d’anno di studenti e docenti. e tuttavia ancora confusa con l’integrazione. Condivide le sue riflessioni ed esperienze nel blog. Il ruolo del docente subisce un cambiamento non di poco conto. Fissa obiettivi, tempi, modalità di lavoro, tecnologie informatiche da usare. Le specificità didattiche dell’apprendimento in un “laboratorio” tecnico possono essere utilizzate tutte anche quando si manipolano oggetti concettuali (contenuti disciplinari, abilità personali, sociali e cognitive), si utilizzano strumenti soft (apparati digitali, software, o carta e matita) e si realizzano artefatti cognitivi (progetti, rapporti, filmati, presentazioni analogici e digitali). Strategie e risorse per una didattica inclusiva> Risorse per una didattica inclusiva Sono risorse per una didattica dell’inclusione tutti i mezzi, le procedure, le relazioni, gli aiuti che consentono di massimizzare l’integrazione tra gli obiettivi individualizzati propri dell’alunno con BES e quelli comuni a Ci sono certamente alcuni punti deboli, sottolinea Dario Ianes, nelle recenti disposizioni ministeriali sui Bisogni Educativi Speciali (BES) e sulla gestione dell’inclusione, ma assai di più egli ritiene siano le buone opportunità da cogliere. E DIDATTICA LABORATORIALE Cremona, 22 febbraio 2018 Alcuni dati di contesto • Una società più insicura, timorosa, diffidente, con diffuse pulsioni razziste. La didattica laboratoriale è parte fondante di questo processo. Tutti questi elementi di positività servono agli studenti per credere nelle loro capacità, nella creatività che possono esprimere, nella comunicazione di quello che riescono a realizzare.